Archivio Maggio 2017

IN CORSO ANITA GARIBALDI, 80 – TERRACINA

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Dal 22 maggio al 7 giugno si svolge in tutta Italia, con oltre duecento appuntamenti, il Festival dello sviluppo sostenibile promosso dall’ASviS, l’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile.

Alla base di questa iniziativa vi è la sottoscrizione da parte dell’Assemblea Generale dell’ONU dell’agenda 2030 che fissa 17 obiettivi da raggiungere per uno sviluppo globale che non lasci nessuno indietro preservando le risorse e la salute della nostra madre terra. L’iniziativa, che è partita da Napoli con un convegno dedicato al contrasto di tutte le forme di disuguaglianza, invita le istituzioni, gli imprenditori, il mondo dell’associazionismo e del volontariato, le scuole, il mondo della cultura e della scienza, tutti i cittadini a riflettere su quali dovranno essere le politiche e le strategie da seguire per sconfiggere la povertà e la fame; garantire a tutti la salute, il benessere ed una istruzione di qualità; raggiungere la parità di genere; ottenere acqua ed energia pulite e accessibili; far crescere l’economia e l’occupazione; promuovere innovazione e infrastrutture avendo città e comunità sostenibili; ridurre le disuguaglianze; attuare un consumo e una produzione responsabile lottando contro il cambiamento climatico; tutelare la flora e la fauna acquatica e terrestre; ottenere la pace e la giustizia.

Il 5 giugno il Festival dello sviluppo sostenibile approderà a Terracina con un Forum sul tema “I territori di fronte alla sfida della sostenibilità” organizzato dalla Fondazione Simone Cesaretti, che si occupa di attuare iniziative di “sustainability empowerment in una prospettiva di inclusione giovanile attraverso la messa in campo di progetti ed azioni per i giovani, con la collaborazione dell’ITS Arturo Bianchini ed il patrocinio del Comune.

Il Forum è articolato in due parti. Nella prima, che si terrà presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico di via Pantanelle dalle ore 10,00 alle ore 13,30, verrà sviluppato, in un convegno, il tema “Territori e sostenibilità: le sfide”. Dopo l’accoglienza ed i saluti del Dirigente Scolastico Trani e del Sindaco di Terracina Procaccini, il Prof. Gian Paolo Cesaretti, Presidente della Fondazione Simone Cesaretti, aprirà i lavori introducendo gli interventi di Adriano Giannola (Presidente SVIMEZ – Associazione per lo sviluppo dell’industria nel Mezzogiorno) dal titolo “Squilibri territoriali”; di Marco Berardo Di Stefano (Presidente – Rete delle fattorie sociali) su “La dimensione sociale del benessere”; del Direttore WWF Italia, Gaetano Benedetto su “La dimensione ambientale del benessere:ambiente e territorio”; di Carlo Alberto Campiotti (Resp. Agricoltura UTEE, ENEA) su “La sostenibilità ambientale come driver dello sviluppo territoriale”; di Vito De Filippo (Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) su “Il sistema della conoscenza motore del cambiamento”. Infine, lo stesso Prof. Cesaretti affronterà l’argomento che fa da guida all’intera iniziativa: “I territori di fronte alla sfida della sostenibilità”.

Dopo la pausa pranzo, il Forum si sposterà presso il Grand Hotel Palace a partire dalle ore 14,30.

I lavori e le riflessioni cercheranno di rapportare l’impianto teorico che sostiene il concetto di sviluppo sostenibile nella realtà specifica della città. Il tema generale che guiderà la seconda parte del Forum sarà, infatti, “Terracina verso un paradigma di sostenibilità territoriale”. La Dottoressa Maria Carmen De Angelis dell Fondazione Cesaretti modererà una tavola rotonda sul tema “Gli asset strategici per una strategia di non omologazione” alla quale interverranno per l’aspetto cuturale Pietro Longo, Direttore del Museo Civico di Terracina “Pio Capponi”; per l’alimentazione Giuseppe Cabras, Fiduciario della condotta Slow Food di Terracina; per il turismo Andrea D’Onofrio, Direttore del Consorzio Terracina d’Amare; per il Tempo libero Paola Carnevale, Presidente TEvent; per Vivere a Terracina Cristian Anuro, Managing Director Little Italy Tours.

A seguire, Micaela Vittori, Marco Pannozzo, Hera Klinger, Danilo Mastracco porteranno delle testimonianze sul tema “Un approccio di sistema alla qualità”.

I lavori proseguiranno con “Terracina – Laboratorio per la sostenibilità del benessere” che vedrà gli interventi di Irene Paola Borrelli della Fondazione Cesaretti su “Networking e progetti per il futuro”; di Piera Petti, Docente e Coordinatrice dei progetti di Alternanza Scuola Lavoro dell’ITS A. Bianchini su “Alternanza Scuola Lavoro e Territorio”; di Immacolata Viola della Fondazione Simone Cesaretti su “Sustainable Job”.

La giornata si concluderà con la premiazione del concorso fotografico promosso dalla Fondazione Simone Cesaretti in collaborazione con l’I.T.S. A. Bianchini, che ha visto la partecipazione di numerosi studenti, dal titolo “Il colore del futuro”.

Il Forum, con le numerose iniziative ad esso correlate, sancisce la collaborazione in materia di Alternanza Scuola Lavoro tra la Fondazione Simone Cesaretti e L’ITS Arturo Bianchini grazie al protocollo d’intesa firmato dal Dirigente Scolastico Prof. Maurizio Trani e il Presidente della Fondazione, Prof. Gian Paolo Cesaretti.

Comments Nessun commento »

L’evento avrà luogo alla presenza del sindaco Nicola Procaccini, dell’assessore alla Cultura Barbara Cerilli e del Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Frosinone, Latina e Rieti, dottor Saverio Urciuoli.

L’incontro costituirà l’occasione per il dottor Francesco Di Mario, archeologo, di presentarsi ai tecnici, alla stampa e alla città nella veste di nuovo delegato della Soprintendenza per il nostro territorio.

Si tratta di un evento particolarmente importante per la comunità terracinese, perché il ruolo del dottor Di Mario diventa centrale rispetto alla lunga serie di straordinari ritrovamenti archeologici che stanno caratterizzando il nostro Comune in questi ultimissimi anni: gli scavi e il ripristino del Teatro Romano a ridosso di Piazza Municipio e sul ciglio della Via Appia, la scoperta degli antichi impianti termali con la statua di Diana Cacciatrice in pieno centro cittadino, la vasta area sepolcrale nella Valle dei Santi, il ritrovamento e il restauro del più antico miliario conosciuto della Regina Viarum, datato intorno al 250 a.C.

Proprio sul miliario di Posta di Mesa, oggetto di un restauro appena concluso, si concentreranno le attenzioni del dottor Piero Longo, archeologo e direttore del Museo della Città di Terracina, il quale lo presenterà in pubblico per la prima volta, raccontandone le caratteristiche e la rocambolesca vicenda di cui è stato protagonista.

L’archeologo Piercarlo Innico, invece, curerà l’illustrazione delle terme collocate al di sotto del distributore ENI di Via Roma (nei pressi dell’Ufficio Postale): scavi da lui seguiti in cantiere, che hanno rivelato un vero e proprio tesoro archeologico.

Infine interverrà Alessandro Laporta, responsabile di CoopCulture, la società che ha vinto la gara indetta dal Comune di Terracina per la gestione di buona parte dei siti culturali cittadini.

L’incontro si preannuncia ricco di interventi, tutti di grande interesse e in grado di sollecitare la curiosità di addetti ai lavori e cittadini comuni.

L’appuntamento è per giovedì 1° giugno 2017, alle ore 11 presso la sala conferenze “F. Abbate” sita nel Palazzo della Bonificazione Pontina, in piazza Santa Domitilla a Terracina

Comments Nessun commento »

UNA CASA AL MARE PER PAGINE VIAGGIANTI
Martedì 30 maggio 2017 si inaugura negli spazi dell’Associazione DEMETRA

PAGINE VIAGGIANTI continua il suo viaggio e martedì 30 maggio si inaugura un nuovo punto del progetto presso l’Associazione DEMETRA. Il progetto di “salvataggio libri”, ideato dall’Associazione LIBRA nel 2013, ha il sostegno del Comitato Scientifico dell’UNESCO e ha da poco vinto il Bando Regionale IO LEGGO.

L’Associazione DEMETRA ospiterà parte dei 2200 libri finora messi in salvo da chiusure di librerie, case editrici, traslochi e maceri. Il libro abbandonato troverà “una casa al mare”.

Da domani si potranno donare e prendere libri GRATUITAMENTE a TERRACINA in Corso Anita Garibaldi 80.

info
366-4008466 ASSOCIAZIONE LIBRA
0773-702233 ASSOCIAZIONE DEMETRA

Comments Nessun commento »

il Terracinese Ernesto Bianchini continua con il racconto di aneddoti di storia locale e nazionale. In particolare, in questo secondo video della quarta puntata, ci narra tante altre curiosità storiche e scoprirete perché nel 1942 la prima divisione della flotta italiana riusciva ad ormeggiare nel porto di Terracina mentre adesso risulta difficile transitarvi anche alle piccole imbarcazioni.

Ecco il video: 

Video importato

YouTube Video

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

Sabato 3 Giugno 2017, dalle ore 18.00 alle ore 22.00, inaugurazione mostra personale di Giancarla Frare “Mediterraneo”presso Aqua Art GalleryCorso Anita Garibaldi 84,  Terracina

. L’evento, visibile fino al 6 Agosto 2017, propone un suggestivo percorso nella ricerca pittorica di una delle artiste italiane più interessanti. Le opere presenti in mostra sono ceramiche e opere su carta realizzate con inchiostri e pigmenti naturali, che definiscono immagini in cui la memoria visionaria di paesaggi mediterranei convive con il profondo senso scultoreo delle forme.

 

Di origine veneta, Giancarla Frare nasce nel 1950. Compie i suoi studi all’Accademia di Belle Arti di Napoli, scuola di Scenografia. Coltiva paralleli interessi per la scultura, fotografia, incisione, seguendo i corsi di Augusto Perez, Mimmo Jodice, Bruno Starita.
Sono gli anni ’70 e dopo un breve periodo a Milano che la vede protagonista di una prima personale al Museo Civico Arengario di Monza (1975), si trasferisce in Veneto.
Gli anni veneziani (75-86) la vedono presente con continuita’ nelle mostre della Fondazione Bevilacqua La Masa. Sono gli anni della riflessione sulla poesia di Georg Trakl, il cantore piu’ tormentato della Finis Austriae. Al Ciclo di opere trakliane viene assegnata, nel 1981, la Borsa di Studio del Museo d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro che lo presentera’ nel 1983 in una mostra personale, dedicata all’artista.
Agli inizi degli anni ’80 Giancarla Frare frequenta i Corsi Internazionali di Perfezionamento dell’Accademia di Urbino e la Scuola Internazionale della Grafica di Venezia.
Nel 1986 si trasferisce a Roma.
Il lavoro si muove sempre piu’ insistentemente sul rapporto tra fotografia e segno. Esporra’ la recente ricerca nella personale del 1987 che la Fondazione Bevilacqua La Masa ospita nella Galleria di Piazza S. Marco e nell’ampia antologica dei Musei Civici di Como, del 1990, curata da Enrico Crispolti. E’ Invitata, da Mirella Bentivoglio, ad esporre gli stessi lavori nel 1994, alla Biennale internazionale di S. Paolo del Brasile.
Il rapporto con l’incisione la vede sempre piu’ privilegiare le tecniche calcografiche dirette, la puntasecca in primo luogo.
Le sue opere vengono esposte ripetutamente nelle grandi Biennali Internazionali di Lubiana, all’Interrnational Print Exhibition del Portland Art Museum, alle Triennali del Cairo, al Museo di Haifa e all’Istituto Nazionale per la Grafica di Roma(dove terra’ un seminario di studio sulle tecniche calcografiche dirette) e acquisite alle collezioni permanenti di musei europei e americani.
Il segno, dunque, è l’ambito preferito di una ricerca che fin dagli esordi ha tentato processi di riduzione dell’immagine. L’interesse si e’ mosso verso scabre strutture di paesaggio (prima dell’uomo o dopo l’uomo. come qualcuno ha scritto) o verso strutture prospettiche improbabili e claustrofobiche: è il tentativo di definire un luogo in cui collocare tracce significative, spesso fotografiche, che stabiliscono legami tra assolute lontananze e assolute prossimita’. Il tema è quello della memoria cancellante, dell’esperienza legata a un tempo che la rende relativa. Della necessita’ di conservare il vissuto, il visibile. Di mappare e catalogare quello che non si vuole perdere.
Giancarla Frare ha specialmente fotografato resti archeologici. Pietre. Rovine, non macerie, il lacero tessuto della nostra storia.
Dagli anni ottanta, che la vedono lavorare su elementi della scultura barocca (Scrittura dell’Immaginario, Ideologia e Mito nelle Fontane della Reggia di Caserta), la sua attenzione e’ andata via via fissandosi su frammenti di pietra in cui l’elemento scultoreo o l’appartenenza stilistica fossero quasi del tutto illegibili. Forme ormai prive di connotazione temporale, quasi ricondotte a uno stato originario di brano di natura, prima dell’intervento modificante dell’uomo.
Gli anni recenti la portano a lavorare sul Foro Romano, il Palatino in particolare. Ogni pietra e’ stata fotografata, ripetutamente, da angolazioni diverse e in condizioni di luce che ne accentuano la proiezione dell’ombra a terra. E l’esercizio del disegno indaga in parallelo la scultura medioevale, la ricca iconografia simbolica delle cattedrali d’Europa. Ne nasceranno opere incisorie sui Bestiari fantastici di grande forza espressiva. 
La scrittura la segue in silenzio. Pubblica nel 1996 la prima raccolta di poesie Rasoterra, segnalata al Premio Internazionale Eugenio Montale. Dieci anni piu’ tardi la sua scrittura incisiva e diretta, minimale ed essenziale vince il Premio Letterario Nazionale Scriveredonna con il testo Come Confine Certo, ribadendo il titolo della ricerca sul confine nella sua pittura. 
In anni recenti, numerose mostre hanno proposto le sue opere a Lubiana, Berlino, Stoccarda, Colonia, Francoforte, Monaco, Wolsburg, Genova, S.Paolo del Brasile, Prato, Idrija, New York, Roma, Ascoli Piceno, Haifa,Uzice,Il Cairo, Rabat, Tunisi, Lisbona, Bruxelles, Teheran, Salisburgo, Vienna, Innsbruck,Zurigo, Milano, Bolzano, Erice, Belluno, Massa Marittima, Bassano del Grappa, Catania,New Delhi,Porto,Tel Aviv. Nel 2008 l’Assessorato alla Cultura del Comune di Belluno, a distanza di dieci anni dalla precedente antologica (a cura di Flaminio Gualdoni), ospita il suo “Monte Analogo” nel Cubo di Mario Botta nella Galleria Civica di Palazzo Crepadona. Un ciclo di opere su carta in cui il segno pittorico si espande e la pietra si fa corpo roccioso della montagna. Oggetto pittorico non piu’ circoscritto dai suoi limiti ma corpo costituente la massa, capace di ampliarsi e dissolversi in essa. Questa stessa mostra e’ portata, nell’estate del 2009, negli splendidi spazi di Palazzo dell’Abbondanza a Massa Marittima.
Giancarla Frare ha vinto, nel 2008, la prima edizione della Biennale Nazionale dell’Incisione Contemporanea “Città di Bassano del Grappa”. Il Museo Civico della città veneta dedica, nel 2011, un’ ampia mostra antologia all’opera pittorica e incisoria del’artista.
La stessa mostra viene ospitata nel 2012 a Roma, negli spazi dell’Istituto Nazionale della Grafica, a Palazzo Poli.
Le due istituzioni, in parallelo agli eventi espositivi, collaborano nell’edizione di una monografia dedicata all’artista veneta.
Nel 2014 la Galleria degli Uffizi di Firenze ha acquisito alle Collezione Permanenti il corpus di 22 opere, disegni e incisioni, dedicate al Bestiario fantastico, realizzate dal 1995 al 2011.

 

Mostre personali
1975 Museo  Civico Arengario di Monza
1977 Museo Civico Cenedese di Vittorio Veneto
1983 Museo d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro ,Venezia.”Le condizioni del   volo”
1986 Galleria La Margherita, Roma. ” Le condizioni del volo”
1987 Arte Fiera. Bologna (Galleria il Brandale, Savona); Fondazione Bevilacqua La Masa, Sale della Galleria Di Piazza S. Marco, Venezia
1988 Galleria Studio Laboratorio, Torino
1989 Museo del  Castello di Arechi, Salerno.”Giancarla Frare. Ideologia e mito nelle fontane della Reggia di Caserta”; Galleria La Margherita, Roma. “Scrittura dell’Immaginario”
1990 Musei Civici, Chiesa di S.Francesco, Como. “Giancarla Frare. Opere 1980/1990″ Mostra Antologica
1991 Universita’ di Roma, Villa Mondragone, Monteporzio Catone. ” Il Bosco Sacro. Percorsi iniziatici nell’immaginario artistico e letterario; Galleria Il Brandale, Savona
1992 Galleria Studio B2 , Genova
1994 Galleria Lo Studio, Roma. “Giancarla Frare. Percorsi e(c)statici da un luogo ad  altri luoghi”
1995 Galleria De Florio Arte Roma. “Intermittenze della notte”
1996 Galleria Lo Studio,”Lettura della partitura”, Roma
1997/1998       Galleria Civica di Arte Contemporanea, Palazzo Crepadona, Belluno: “Frare” – Mostra  Antologica; Galleria Dieda Bassano del Grappa,
2000 /2001  Galleria Rumma, Roma
2001 Biblioteca Civica, Macherio, Milano
2002 Galleria Giulia, Roma .”…a traccia indiscutibile del luogo”
2004 Galleria Lo Studio Roma. “Come confine certo”
2005 Palazzo dei Capitani, Ascoli Piceno: “La pietra e l’aria”; Istituto Austriaco di Cultura, Roma:” Potente è il silenzio nella pietra”, Una  lettura di Georg Trakl; Sala d’aspetto Reale, Musei di Monza: “Come confine certo”;
Galerie Libre Cours,  Bruxelles.
2006 Galerie im Traklhaus, Salisburgo; Leopold Franzens Universitäat. Innsbruck; Istituto Italiano di Cultura, Vienna
2007 Kro Art Gallery ” Come Confine Certo”; Istituto Italiano di Cultura,  Vienna.
2008 Galleria Civica di Palazzo Crepadona, Belluno: ” Il Monte analogo” 2009 Palazzo dell’Abbondanza, Massa Marittima: “Il Monte analogo”
2010 Studio Arte Fuori Centro, Roma: “Stati di Permanenza”
2011 Studio Hogan Lovells, Roma
2011 Museo Civico di Bassano del Grappa: “Ricomporre il frammento”. Mostra Antologica, in collaborazione con l’Istituto Nazionale per la Grafica. Roma.
2012 Istituto Nazionale per la Grafica, Palazzo Poli, Roma: “Giancarla Frare. Ricomporre il frammento. Segno,traccia,memoria”.
2012 Museo Civico di Sora. ” Bestiario fantastico”. Le incisioni di Giancarla Frare
2014 Galleria Aleandri Arte Moderna, Roma. “Giancarla Frare,Terre”A cura di Carlo Fabrizio Carli; Galleria AOC Roma. “Hic sunt Leones”, a cura di Francesca Gallo, Università la Sapienza,Roma
2015 ”Giancarla Frare, Bruno Conte”. Galleria Arte e Pensieri. Roma. A cura di Daniela Fonti

Mostre collettive:
1978 Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Palazzo Albertini, Forlì. VI Rassegna  di Grafica Contemporanea
1979 Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia
1981 Museo Civico Bailo, Treviso; Fondazione Bevilacqua la Masa, Venezia
1983 Museo dell’Immagine e del Suono di S. Paolo del Brasile, Civici Musei Veneziani “Arte  Jovem do Veneto”; Museo Civico Bailo, Treviso; Museo d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro, Venezia
1984 Moderna Galerija, Lubiana, Slovenia. Civici Musei Veneziani.”Sodobni Beneski  Umetniki”, “Il disegno veneziano oggi”; Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia
1985 San Martino di Lupari, X Rassegna Nazionale Biennale di Arte Contemporanea; Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia; Galleria Civica , Mestre. Venezia, Fondazione Bevilacqua La Masa, “A…come amore”
1986 Castello Colonna, Genazzano, “Internazionale d’Arte 1986″
1987 Fondazione della Biennale di S. Paolo del Brasile; Institut Europeen de l’Aquarelle, Bruxelles, Belgio; Museo della Carta, Fabriano; Fondazione Bevilacqua La Masa, Venezia
1988 Galleria Civica Sagittaria, Pordenone: “Memoria e annuncio”,  Concorso nazionale. Premio della critica; Centro Olof Palme, Venezia, “Rigenerazioni. Fra nuove forme di cultura e nuova  cultura delle forme”, Fondazione Bevilacqua La Masa
1989 Galleria Civica di Idrija, Yugoslavia. “Photoidea”
1990 Galleria Quantica Studio, Torino
1991 Rocca Roveresca, Senigallia; Galleria Civica, Serino, “Rassegna di arte contemporanea”
1992 Il Mercato del Pesce, Milano,”Photoidea”; Santo Andrè,  Brasile, VII Esposicao Internacional de Arte; The Armory Center for the Arts, Pasadena USA; Museum of Art, Greenville USA; Irvine Fine Arts Center, Irvine  USA; Il Mercato del Pesce, Milano,”Gioco di specchi”
1993 West Room Gallery, Yonkers Education Center, New York, USA “Fotoidea”; Palazzo Comunale, Spello,”Femminike plurale”; Comune di Patti, Galleria Civica, “Sicilia!”; Centro Culturale Polivalente, Bagnacavallo, “Repertorio degli incisori italiani”; Museo della Carta, Fabriano, “Mozart, variazioni”; Galleria La Kabala, Madrid, Spagna, “Museo portatil”
1994 XXI Biennale Internazionale di S. Paolo del Brasile;  Galleria Lo Studio, Roma; Galleria Studio S, Roma, “Gli spazi erranti”
1995 XXI Biennale Internazionale, Moderna Galerija, Lubiana, Slovenia
(invito dell’Istituto Nazionale per la Grafica. Roma); Istituto Italiano di Cultura, Il Cairo, Egitto. “Gli Spazi erranti”
1996 Pinacoteca Civica, IV Biennale Nazionale A. Martini, Oderzo; Galleria Dieda, Bassano del Grappa,”Arturo Martini, Sintonie”; Palazzo Mediceo, Seravezza, “Ascoltare l’immagine. L’esperienza del suono negli  artisti della visualità”; Villa Pisani, Stra (e successive mostre negli Istituti Italiani di Cultura di   Berlino, Colonia, Francoforte, Monaco, Stoccarda,  Wolsburg)  ”L’abito come metafora”; Museo Barracco, Roma,”Art for All”. L’incisione italiana di grande formato. A cura di Federica Di Castro.
1997 Modern Art Museum, Portland, USA “International Print Exhibition”. Premio e  acquisizione dell’opera alle collezioni permanenti del museo; XXII Biennale Internazionale , Museum of Slovenia, Lubiana. Invitata; Istituto Nazionale per La Grafica, Roma. “Il bulino e le tecniche calcografiche dirette “; Galleria Comunale d’Arte Moderna, ex Mattatoio, Roma,”L’Arte a Roma”; III Biennale Internazionale di Uzice, Yugoslavia; Museo Nazionale di Haifa, Israele ” Da Pollaiolo a Paladino. Capolavori della collezione dell’Istituto Nazionale per la Grafica di Roma. L’incisione  italiana moderna”;  IV Triennale Mondiale di Chamalières        
1998 Acquario,Roma,”Esquilino, laboratorio per artisti”;  Palazzo delle Esposizioni, Roma;
1999 Istituto Areonautico Galileo Galilei, Roma,”La leggerezza”; Istituto di Ricerca e Attivita’ Culturali, Regione Abruzzo, Pescara.”Nuove   dimensioni. La ricerca poetica dalla voce a internet”
2000 Palazzo Patrizi, Siena,”Documenta Donna 2000″; Lilla Europa 2000; Triennale Internazionale, Il Cairo; Triennale d’Arte Sacra , Celano; Comune di Velletri, Porta Napoletana, Museo Diocesano, Palazzo Comunale;  Biennale Internazionale, Italia–Slovenia 2000,Villa Morosini, Mirano; Complesso monumentale di S. Maria al Rifugio, Cava dei Tirreni; Museo di Arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato.”Fotoalchimie. La fotografia in  Italia : sperimentazioni e innesti”
2001 Galleria Giulia, Roma. “Epifania”; Museo di Arte Contemporanea di Tunisi.  “L’immagine interiore”; Galleria Giulia, Roma. “Maestri di oggi e di domani”; Museo di Arte Contemporanea di Rabat. “L’immagine interiore”
2002 Galleria Giulia, Roma, “Natura altrove”; Akenaton Center, Museo per l’Arte Contemporanea, Il Cairo; Museo da Agua, Lisbona; Biennale d’Incisione Contemporanea, Campobasso.
2003 Galleria A.A.M. Architettura Arte Moderna, Roma; Triennale Internazionale, Il Cairo; Istituto Nazionale per La Grafica, Roma: “Da Mantegna a Chagall”, L’incisione italiana diretta; Galleria Giulia, Roma
2004 Galleria Sala I, Roma; Galleria Giulia , Roma; Civica Raccolta delle Stampe, Bagnacavallo
2005 Università degli Studi di Salerno: “No war, no wall”; The Nyavaran Foundation, Teheran, Iran: “Carte 7  Sette artiste italiane a  Teheran”, A cura del Dipartimento Cultura del Ministero Affari Esteri Roma; Galleria Giulia, Roma;  Biennale Internazionale del Libro d’Artista, Montecassino
2006 Museo Civico di Sora, Frosinone
2007 Museo d’Arte Contemporanea di Erice, Fondazione Orestiadi di Gibellina; Vicenza Arte Fiera di Arte Contemporanea; Miart Milano; Kunstart Bozen; Kro Art Gallery,  Vienna: ” Matrix, Symbole, Zeichen, Codes “; Loisium (Austria): ” Text im Bild”; Kro Art Gallery, Vienna: “Stein und Eisen Brich” Frare, Spagnulo, Bergher; International  Fair Zurich 2007
2008 Arte  Moderna e Contemporanea, Roma, Palazzo dei Congressi; Museo d’Arte Contemporanea di Erice; Musei Civici Bassano del Grappa. Museo Remondini, Palazzo Sturm: Biennale  dell’Incisione Contemporanea (Primo Premio)
2009 Centro Internazionale per l’Arte Contemporanea Sala I. Roma; Palazzo della Provincia. Frosinone, Fondazione Umberto Mastroianni: Arpino “Declinando il tempo”; Ministero per i Beni Culturali e Ambientali: Monumento Nazionale di  Grottaferrata, “Arte in forma di libri”; Università La Sapienza, Roma:  Scene per “Lunapark” di Mario Lunetta, nell’ambito di  “Dalla Terra alla Luna. Galileo, Roma e le vie dell’astronomia”, Chiostro di San Pietro in Vincoli; IV Biennale Nazionale d’Incisione “Giuseppe Polanschi”;  Istituto Italiano di Cultura, New Delhi: “Carte 7″,  l’opera su carta di sette artiste italiane; Comune di Roma. Assessorato alle Politiche Culturali: “Muro contro Muro. Shoah”
2010 Internazionale del Libro d’Artista, Fondazione Banca del Monte, Foggia; “Domina”, Galleria Orizzonti, Catania; Certosa di Padula: “In memora della Shoah”; 5th International Biennial of  Douro, Portogallo; Jaffa Old Museum of Antiquities, Tel Aviv: “In memoria della Shoah”.
2012-2013 ”L’idea espansa”. Istituto Nazionale per la Grafica, Palazzo Poli, Roma
2013 XI  Graphic Art Biennale . Dry point. The City Gallery. Uzice. Serbia
2014- 2015  “1600 km italien “ Alte Rathaus. Stadt Galerie  Salzburg,Salisburgo
2015  “Schwarz e Arbeiten”  KunstwewreinGRAZ. . Stadt  Regensburg. Ratisbona

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

il Terracinese Ernesto Bianchini ci racconta tantissimi aneddoti di storia locale.In particolare, in questo primo video della quarta puntata, ci viene narrata la storia della “razza marinara” e della loro dura condizione di vita.
Tra le mille curiosità scoprirete anche quali famiglie Terracinesi, tra queste, sono di origini arabe.

Ecco, di seguito, il video:

Video importato

YouTube Video 9ptOWb9u26k

Comments Nessun commento »

Saranno circa in 3 mila e sfileranno con i loro turbanti, le vesti colorate, le folte barbe, insieme alle donne e ai bambini, orgogliosi di mostrare la propria cultura nel pieno rispetto delle diversità che li circondano. Sono i tanti cittadini indiani Sikh della comunità che vive e lavora nella provincia di Latina che hanno organizzato un grande raduno a Terracina per oggi 28 Maggio 2017.

Una manifestazione di carattere religioso che non potrà non avere anche connotati culturali e sociali. I 

Non ci sono dubbi che l’evento attirerà l’attenzione di molti curiosi che resteranno stupiti di fronte al caleidoscopico giro di colori che sarà il corteo degli indiani Sikh. 

I partecipanti cominceranno a radunarsi dalle ore 10,30 di questa mattina nei pressi dell’ex mercato coperto di via delle Arene mentre la sfilata per le strade della città inizierà alle ore 14,00

 

 

 

 

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL CIRCOLO LEGAMBIENTE DI TERRACINA, CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI TERRACINA, DELLA CAPITANERIA DI PORTO-GUARDIA COSTIERA, DI CONFCOMMERCIO LAZIO SUD E ASCOM TERRACINA, DEL SINDACATO ITALIANO BALNEARI E CON LA COLLABORAZIONE DEGLI STABILIMENTI LA ROTONDA E LE RIVE DI TRAIANO, E CON LA GRADITA PARTECIPAZIONE DEGLI ALUNNI DELL’INDIRIZZO CHIMICO DELL’ ITS A. BIANCHINI, PORTA PER LA SECONDA VOLTA L’EVENTO INTERNAZIONALE CLEAN UP THE MED E LA CAMPAGNA NAZIONALE SPIAGGE E FONDALI PULITI – CLEAN UP THE MED- ANCHE A TERRACINA DOMENICA 28 MAGGIO ORE 15-19 PRESSO LA SPIAGGETTA DI LEVANTE
IL CIRCOLO LEGAMBIENTE DI TERRACINA, CON IL PATROCINIO DEL COMUNE DI TERRACINA, DELLA CAPITANERIA DI PORTO-GUARDIA COSTIERA, DI CONFCOMMERCIO LAZIO SUD E ASCOM TERRACINA, DEL SINDACATO ITALIANO BALNEARI E CON LA COLLABORAZIONE DEGLI STABILIMENTI LA ROTONDA E LE RIVE DI TRAIANO, E CON LA GRADITA PARTECIPAZIONE DEGLI ALUNNI DELL’INDIRIZZO CHIMICO DELL’ ITS A. BIANCHINI, PORTA PER LA SECONDA VOLTA LA CAMPAGNA NAZIONALE SPIAGGE E FONDALI PULITI – CLEAN UP THE MED- ANCHE A TERRACINA DOMENICA 28 MAGGIO ORE 15-19 PRESSO LA SPIAGGETTA DI LEVANTE CON RACCOLTA DEI RIFIUTI SULLA SPIAGGIA E NEI FONDALI E CON UNA CONFERENZA SUI RIFIUTI DENOMINATA “UN MARE DI PLASTICA” CHE ANTICIPA I DATI DI TERRACINA SULLA RACCOLTA #BEACHLITTER2017 CHE SARANNO PRESENTATI ALL’ONU A GIUGNO IN OCCASIONE DELLA CONFERENZA MONDIALE SUGLI OCEANI. TERRACINA PARTECIPA AL PROGETTO INTERNAZIONALE #PLASTICFREEBEACHES E ANIMERA’ L’EVENTO INSIEME A TUTTI I BAGNANTI CON LA SFIDA INTERNAZIONALE #5MINUTESCHALLENGE.

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2017.05.28 TURISMO A TERRACINA Incontro e riflessioni
Facendo seguito all’impegno preso qualche settimana fa circa la situazione turistica a Terracina, evidenziata come un grido di allarme su Facebook, nello spirito di una costruttiva e disinteressata collaborazione, comunico che per Domenica 28 maggio 2017, alle ore 09.30, presso il Palace Hotel di Terracina, è indetta una riunione per fare delle riflessioni e delle proposte sul Turismo di Terracina al fine di dar voce a tutti gli operatori del Settore Turismo per l’avvio della definizione di un documento operativo-politico da presentare, nel corso di un successivo, incontro, all’Ente locale.
All’incontro saranno presenti:
• Operatori Balneari
• Operatori dell’Agro-alimentare
• Operatori della Pesca
• Operatori della Ristorazione
• Operatori Turistici
• Operatori della Ricettività Alberghiera
• Operatori del Campeggio
• Operatori delle Agenzie Immobiliari
• Operatori delle Associazioni Culturali
• Operatori delle Associazioni Ambientaliste
• Altri Operatori comunque interessati
Si evidenzia che l’incontro sarà una occasione per fare delle proposte a breve, medio e lungo termine di cui si terrà conto nella stesura di un “Piano del Turismo” finale.
Grazie per la collaborazione che ognuno di voi vorrà dare per la riuscita dell’iniziativa finalizzata alla crescita della nostra Città. L’incontro sarà coordinato da Carmelo PALELLA.

PS: Si chiede a coloro i quali leggono questo invito di diffonderlo con una gradita condivisione per una più capillare informazione. GRAZIE

Comments Nessun commento »

Dettagli

Il frutto di un’esperienza durata 5 mesi tra una fotografa e 7 ragazzi della comunità, sperimentando l’arte della fotografia.
Saranno esposte le loro opere nella Sala Appio Monti e sarà aperta al pubblico da venerdì 2 a domenica 4 giugno.

Orari:
Venerdì 2 Giugno
Opening dalle ore 18:00 in poi + piccolo buffet

Sabato 3 Giugno
ore 10:00 – 13:00 | 16:00 – 20:00

Domenica 4 Giugno
continuato ore 10:00 – 17:00

Comments Nessun commento »

«La storia dei maratoneti Gianni e Janai – scrive nella sua prefazione l’ex atleta e giornalista Franco Fava -, in cui svolge un ruolo solo apparentemente marginale Aldo, un allenatore d’altri tempi, riesce ad andare oltre i concetti puramente agonistici. Ma che anzi, proprio partendo dall’abusato concetto di amicizia e rivalità da sempre presente nello sport, va a scavare con sensibilità nel profondo di due personalità ben distinte per darci alla fine, se non proprio una risposta, almeno una buona dose di speranza verso una convivenza più partecipata».

Giuseppe Scarpino, mente dalla quale è partito l’incipit della storia, è nato a Colosimi in Calabria, ma vive a Terracina (LT). E’ autore di brani musicali, alcuni dei quali pubblicati nel suo primo cd con il gruppo Alta Quota (anche titolo del disco), “Lassù sugli Altopiani” è il suo romanzo d’esordio.

Fabio Arduini, nato a Roma, ma anche lui residente a Terracina, ha vinto il primo premio al concorso letterario Terracina Book Festival e il premio Maestro della Cultura 2013. “Bella prof!”, pubblicato da Prospettivaeditrice, è il suo terzo libro ed il suo primo romanzo seguito da, sempre per la stessa casa editrice, “Il parroco degli invisibili”. “Lassù sugli Altopiani” è il suo primo romanzo a quattro mani.

Comments Nessun commento »

A richiesta, ancora un’uscita di trekking!
Si riparte con La Ciana-Santo Stefano, percorso ad anello.
Difficoltà media. Panorama mozzafiato su lago di Fondi.
Colazione da condividere alla Fonte di Santo Stefano.
Bambini sopra i 14 anni, solo se accompagnati da un adulto.
Appuntamento alle 8:30 di Sabato 27 Maggio 2017 nel Piazzale del Cimitero.
Non devono mancare: acqua, cappello.
Si consigliano scarpe da trekking, abbigliamento che copra sia le braccia che le gambe, bacchette da trekking.
Durante l’evento è vietato fumare!
Evento gratuito, come sempre.

Evento organizzato dal gruppo Facebook: “Sei di Terracina se”.

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

PROGRAMMA 12 GIUGNO 2017

Ore 09:00 - 10:00
Stabilimento Grappolo d’uva
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
YOGA DINAMICO: LA PRATICA INTEGRALE CHE DONA CONSAPEVOLEZZA, EQUILIBRIO ED ENERGIA E AL SISTEMA CORPO-MENTE.
Anna Maria Perugini e Gianluca Zocchi
Ore 10:30 - 11:30
Terracina – Luogo da definire
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
RIPRENDERE I SENSI – INTRODUZIONE ALLA MINDFULNESS
Elvira Bianchi, Angela Dei Giudici, Fabrizia Renzetti

PROGRAMMA 13 GIUGNO 2017

Ore 09:00 - 10:00
Stabilimento Grappolo d’uva
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
YOGA DINAMICO: LA PRATICA INTEGRALE CHE DONA CONSAPEVOLEZZA, EQUILIBRIO ED ENERGIA E AL SISTEMA CORPO-MENTE.
Anna Maria Perugini e Gianluca Zocchi
Ore 10:30 - 11:30
Terracina – Luogo da definire
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
GROUNDING SULLA SPIAGGIA
Valentina Capodanno e Roberta Cassetti

 

PROGRAMMA 14 GIUGNO 2017

Ore 09:00 - 10:00
Albergo Torre del Sole
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
IL BENESSERE ATTRAVERSO LO YOGA. UNA PRATICA PER AIUTARCI NELLA QUOTIDIANITÀ. 
Francesca Paola Russo
Ore 09:00 - 10:00
Stabilimento Grappolo d’uva
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
YOGA DINAMICO: LA PRATICA INTEGRALE CHE DONA CONSAPEVOLEZZA, EQUILIBRIO ED ENERGIA E AL SISTEMA CORPO-MENTE.
Anna Maria Perugini e Gianluca Zocchi
Ore 10:30 - 11:30
Terracina – Luogo da definire
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
MOVIMENTO LIBERO CREATIVO, ESPERIENZE DI BIODANZA
Maria Rosa Spagnolo

PROGRAMMA 15 GIUGNO 2017

Ore 09:00 - 10:00
Albergo Torre del Sole
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
IL BENESSERE ATTRAVERSO LO YOGA. UNA PRATICA PER AIUTARCI NELLA QUOTIDIANITÀ. 
Francesca Paola Russo
Ore 09:00 - 10:00
Stabilimento Grappolo d’uva
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
YOGA DINAMICO: LA PRATICA INTEGRALE CHE DONA CONSAPEVOLEZZA, EQUILIBRIO ED ENERGIA E AL SISTEMA CORPO-MENTE.
Anna Maria Perugini e Gianluca Zocchi
Ore 10:30 - 11:30
Terracina – Luogo da definire
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
MOVIMENTO LIBERO CREATIVO, ESPERIENZE DI BIODANZA
Maria Rosa Spagnolo
Ore 18:30 - 19:30
Piazza Santa Domitilla (da confermare)
INAUGURAZIONE
PERCHÉ NON C’È COMUNICAZIONE SENZA EMOZIONE
Annamaria Testa

PROGRAMMA 16 GIUGNO 2017

 

 

Ore 09:00 - 10:00
Stabilimento Grappolo d’uva
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
FAMILY YOGA: UN INTENSO E DIVERTENTE VIAGGIO NELLE EMOZIONI E NELLE RELAZIONI TRA GENITORI E FIGLI ATTRAVERSO IL GIOCO, LA CONDIVISIONE E LA PRATICA DELLO YOGA “FORMATO FAMIGLIA”. 
Anna Maria Perugini e Gianluca Zocchi
Ore 09:00 - 10:00
Albergo Torre del Sole
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
IL BENESSERE ATTRAVERSO LO YOGA. UNA PRATICA PER AIUTARCI NELLA QUOTIDIANITÀ. 
Francesca Paola Russo
Ore 10:30 - 11:30
Terracina – Luogo da definire
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
ABITARE LA CASA DEL TUO CORPO. INTRODUZIONE ALL’ANTIGINNASTICA
Pina Zannella
Ore 17:00 - 18:00
Chiesa del Purgatorio (da confermare)
EMOZIONARIO
IL CERVELLO IN AMORE: LE EMOZIONI DELLE DONNE, LE EMOZIONI DEGLI UOMINI
Grazia Attili
Ore 17:30 - 18:30
Parco della Rimembranza (da confermare)
EMOZIONI E CORPO
RIDI, AMA, VIVI. SCEGLI DI ESSERE FELICE
Lara Lucaccioni
Ore 17:30 - 18:30
Palazzo Bonifica Sala Abbate (da confermare)
VITA E LAVORO
IL NEUROMARKETING DEL VINO E DEL CIBO
Vincenzo Russo
Ore 18:00 - 19:30
Palazzo Vescovado (da confermare)
EMOZIONI E ARTE
IL PROCESSO CREATIVO: PERCEPIRE, ESPRIMERE, TRASFORMARE LE EMOZIONI. LABORATORIO PRATICO-ESPERIENZIALE
Sandra Pierpaoli
Ore 18:30 - 19:30
Atrio Palazzo Comunale (da confermare)
EMOZIONI E ARTE
VIVERE INSIEME. L’ARTE COME AZIONE EDUCATIVA 
Maria Rosa Sossai, Maria Pia Bevilacqua, Sara d’Onofrio, Parco Passaro (ALAgroup), Marianna Fazzi
Ore 18:30 - 19:30
Palazzo Bonifica Sala Abbate (da confermare)
VITA E LAVORO
CIÒ CHE VA QUASI BENE NON VA BENE. IL LAVORO BEN FATTO CHE CAMBIA L’ITALIA
Vincenzo Moretti
Ore 19:00 - 20:00
Palazzo Bonifica Sala Abbate (da confermare)
EMOZIONI E CORPO
YOGA, COME CI RELAZIONIAMO ALLE NOSTRE EMOZIONI? UN MEZZO ANTICO AL SERVIZIO DELL’ESSERE UMANO DEL NOSTRO TEMPO.
Mario Cistulli, Francesca Russo
Ore 21:45 - 23:00
Terrazza Palazzo Braschi
SPETTACOLI
RIDING TRISTOCOMICO
Arianna Porcelli Safonov, Manuel Attanasio

PROGRAMMA 17 GIUGNO 2017

Ore 10:30 - 11:30
Terracina – Luogo da definire
MARE E BENESSERE: ESPERIENZE EMOTIVE SULLA SABBIA
LA MENTE E IL RESPIRO. INTRODUZIONE ALLA MINDFULNESS 
Elda Andriola
Ore 17:00 - 18:00
Chiesa del Purgatorio (da confermare)
EMOZIONARIO
“… SOLO NELLA NOTTE SI VEDONO LE STELLE”. ELABORARE I TRAUMI DELLA VITA, SCOPRENDO IL POTERE DELLA RESILIENZA. 
Roberta Lombardi
Ore 18:00 - 19:00
Palazzo del Vescovado (da confermare)
EMOZIONI E ARTE
OTELLO DI WILLIAM SHAKESPEARE. LABORATORIO DI DRAMMATERAPIA AD ORIENTAMENTO PSICOFISIOLOGICO
Vezio Ruggeri
Ore 18:30 - 19:30
Atrio Palazzo Comunale (da confermare)
DIALOGHI
L’ALTRA NOTTE HA TREMATO GOOGLE MAP. RITORNARE NEI LUOGHI CHE NON ESISTONO PIÙ
Michela Monferrini
Ore 19:00 - 20:00
Parco delle Rimembranza
EMOZIONI E CORPO
PILLOLE DI MINDFULNESS – ACCETTAZIONE E VALORI PER IL BENESSERE PSICOLOGICO
Elda Andriola
Ore 19:00 - 20:30
Terrazza Palazzo Braschi (da confermare)
EMOZIONI E CORPO
ALIMENTAZIONE, STILE DI VITA, MULTIDISCIPLINARIETÀ IN MEDICINA – NUTRIRSI È ANCHE PIACERE. RICONNETTERE LA MENTE CON IL CORPO.
Pietro Forlano, Maria Cecilia Santarsiero

PROGRAMMA 18 GIUGNO 2017

Ore 17:00 - 18:00
Terrazza Palazzo Braschi (da confermare)
EMOZIONARIO
“SENTO” DUNQUE SONO. LA COMPRENSIONE DI SE’ NEL RICONOSCIMENTO DELLE PROPRIE EMOZIONI.
Paola Gaetano e Roberta Ravagnani
Ore 18:30 - 20:30
Parco della Rimembranza (da confermare)
EMOZIONI E CORPO
GESTIRE L’ANSIA. COME CONOSCERLA, AFFRONTARLA E VINCERLA.
Marina Pompei
Ore 18:30 - 20:30
Chiesa del Purgatorio (da confermare)
SPETTACOLO
ALTER/AZIONI
Giuseppe Ruggeri
Ore 21:00 - 23:00
Piazza Municipio
CONCERTO
VIAGGIO IN ITALIA. LA MUSICA E I BALLI DEL BELPAESE
Ambrogio Sparagna
NOTE DEL WEBMASTER DEL TERRACINABLOG:
PER ULTERIORI DETTAGLI, AGGIORNAMENTI E INFORMAZIONI CONSULTATE IL SITO UFFICIALE DEL FESTIVAL DELLE EMOZIONI

Comments Nessun commento »

Pellegrinaggio Cittadino – Terracina
Sabato 03 giugno 2017

ore 06:00
Appuntamento Piazzale Don Fausto Frateloreto
Davanti alla Chiesa di San Silviano

ore 06:30
Partenza dal piazzale per il pellegrinaggio

All’arrivo:
Santa Messa presieduta da S.E. Mons. Mariano Crociata

Comments Nessun commento »

Ia PARTE dalle 17 alle 18.30

- PERFORMANCE DI CATIA MOSA SUL RITO DEL PANE, RECITAZIONE POESIA DI RODARI.
- Ore 17,00 Caffè letterario con Roberto Tumbarello , Massimiliano Mancini e Angelo Amato De Serpis ,
Interviste e presentazione a cura dei proff. Arduini, Iannelli.
- Premiazione Maestro della Cultura 2017 delle eccellenze del territorio e della nazione e che quest’anno verrà dedicato alla scoperta della statua della “ Diana cacciatrice” avvenuta da pochissimo a Terracina:
- Premio alla carriera Filippo Coarelli, Nicoletta Cassieri, Pietro Longo.
- Premio centenario: Gigi Nofi.
- Premio alla memoria: Ernesto Pasquali, Rocci.
- Premio nazionale: Manacorda.
- Premio maestro della cultura : Venceslao Grossi, Rosario Malizia, Piercarlo Innico, Giordano Antonelli, Onlus Arcobaleno.
- Menzioni d’onore a :
- Daniele Vogric,
- Cristiana Cervelloni,
- Anna Giannetti,
- Maestro Gaetano Palmacci,
- Gigino D’Onofrio.
- Giuseppe Scognamiglio
- Tiziana Briguglio e Cerealia Anteprima nazionale
- Apericerealia

IIa PARTE dalle 19 alle 21

- Conferenza della dottoressa Gloria Gazzelloni su “ Prevenzione e salute con i grani antichi”
- Prof. Giuseppe Nocca “Cerealia. Archeonutrizione e Archeonutrizione nell’evoluzione delle strategie alimentari dei cereali”
- Intervento di Fabio Arduini “ l’antico mestiere del fornaio: Terracina e gli antichi forni”
- Prof. Libero Iannelli : “ Le tre anime di Terracina”

LETTURE E RECITAZIONE A CURA DI CATIA MOSA
CONDUZIONE A CURA DI FABIO ARDUINI

Durante tutta la manifestazione sarà allestita una mostra fotografica su “Feronia ritrovata e, una nuova visione di Terracina”
Si terranno workshop a cura dei proff. PISTERZI E MARESCHI.
Si ringrazia il Maestro Prof. Nunzio Milo e la prof.ssa Federica Simonelli per gli interventi musicali durante il Premio Maestro della cultura.

Comments Nessun commento »

Domani 25 maggio, con una cerimonia che inizierà alle ore 11, presso l’Isola Ecologica di Borgo Hermada, ci sarà la premiazione delle scuole che hanno partecipato al Gran Premio del Riciclo, l’iniziativa promossa da Amministrazione Comunale e De Vizia che ha visto per circa sei mesi gli alunni della scuola primaria protagonisti del conferimento consapevole dei rifiuti. “È un’iniziativa che mi piace sottolineare perché le nuove generazioni cominciano a prendere coscienza di quanto sia importante l’educazione ambientale per avere un futuro garantito. Ringrazio la De Vizia per aver partecipato in maniera così importante al progetto”. Anche l’assessore Emanuela Zappone esprime la propria soddisfazione: “Domani sarà un giorno importante per i ragazzi della scuola primaria che hanno partecipato poiché procederemo alla premiazione degli istituti protagonisti del “Gran Premio del Riciclo”. In questi mesi i bambini hanno provveduto a conferire rifiuti riciclabili presso questa isola ecologica ottenendo in cambio uno scontrino con degli “eco-punti” da portare a scuola per entrare a far parte del monte di punti di ogni plesso. I premi consistono in materiali didattici realizzati con prodotti riciclati. Il valore complessivo dei prodotti, offerti dalla De Vizia, è di 3500 euro suddivisi tra primo, secondo e terzo classificato. Il Gran Premio del Riciclaggio rientra appieno nelle politiche di sensibilizzazione, educazione e prevenzione che cerchiamo di promuovere in campo ambientale, affiancate alla necessaria opera di controllo e repressione di fenomeni di inciviltà che può sfociare in veri e propri reati.” La giornata non si esaurisce con la premiazione. Infatti, contestualmente, è in programma l’intitolazione dell’Isola Ecologica a Paolo Colli, fondatore dell’associazione ambientalista Fare Verde. Il sindaco Nicola Procaccini, che conosceva bene Paolo Colli, presenta l’evento e lo ricorda con queste parole cariche di emozione: “Intitoliamo l’isola ecologica di Borgo Hermada a Paolo, un uomo dolce e determinato che ci ha insegnato ad amare l’ambiente con semplicità, senza ridurlo a campo di battaglia ideologico, ma a dono da rispettare per garantire un mondo pulito a chi verrà dopo di noi. Paolo è morto a soli 44 anni, il 25 marzo di 12 anni fa, a causa di una malattia infame, probabilmente conseguenza dei suoi tanti viaggi in Kosovo fatti per portare giochi e assistenza ai bambini di tutte le etnie vittime di quella guerra assurda. Tenne a Terracina uno dei suoi ultimi convegni pochi giorni prima di morire. Si scusò di non sentirsi molto in forma perché aveva una febbre fastidiosa. In realtà, fu illuminante e cristallino, come il vetro che tanto amava contro la plastica assassina dell’ambiente. Anche quella febbre era assassina, ma nessuno, nemmeno lui, lo sapeva. Una delle sue battaglie più incredibili fu quella contro i cotton fioc: teneva noi, giovani attivisti politici, ore a parlarci di questi oggetti tanto minuscoli quanto infernali per l’ambiente. Bene, grazie soprattutto a Paolo, dal 2002 non si possono più produrre cotton fioc in plastica. È stato animatore di innumerevoli campagne a tutela dell’ambiente, in particolar modo era un sostenitore accanito del riciclo dei rifiuti e della pulizia del mare e delle spiagge. Straordinaria la campagna Mare d’inverno che ancora oggi Fare Verde promuove in tutta Italia. Ora forse si comprenderà ancora meglio perché ho così fortemente voluto Terracina pulita, la raccolta differenziata e il raggiungimento della Bandiera Blu. Paolo lo ricordo così: un uomo a cui il tempo stava stretto perché insufficiente per le mille cose che aveva da fare per il mondo. E per tutti noi”.

Nicola Procaccini
Sindaco della Città di Terracina

Terracina, 24 maggio 2017

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Si comunica che venerdì 26 maggio 2017, presso l’Aula Magna dell’ITS “A. Bianchini” dalle ore
9.30 alle ore 13.00, si terrà la premiazione della prima edizione del concorso di Rete Solidale
“Gioco di squadra”


Anche quest’anno Rete Solidale ha realizzato con la collaborazione delle scuole il progetto “GIOCO DI SQUADRA” con la finalità di continuare l’opera di sensibilizzazione della nostra comunità sul tema della disabilità.
Il concorso si pone, infatti, in continuità con “Necessariamente Diversi” il progetto che per tre anni ha coinvolto decine e decine di scuole dell’intera provincia. GIOCO DI SQUADRA cambia l’ottica con cui si affronta il tema della diversità e dell’inclusione: non solo l’esperienza dei bambini e ragazzi raccontata creativamente ma la condivisione di buone prassi orientate a costruire reali occasioni inclusive.

La giuria di cui facevano parte neuropsichiatri, psicologi, insegnanti, ha premiato per ogni ordine di scuola il lavoro più interessante, ma l’imbarazzo della scelta è stato molto forte: segno, nonostante le difficoltà in cui versa la scuola, di un impegno costante, orientato all’innovatività.

Venerdì 26 maggio alle 9.00 presso l’ITS Bianchini si terrà la premiazione dei lavori risultati più interessanti e sarà assegnato ad ogni lavoro un premio di 200 euro finalizzato all’acquisto di materiale didattico ed educativo.

Interverranno il sindaco e l’assessore alle politiche sociali del Comune oltre a rappresentanti dell’ufficio scolastico provinciale.

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Parte anche quest’anno “Libri d’ aMare”, progetto innovativo di promozione del libro e della lettura finalizzato ad avvicinare, in un contesto diverso dai tradizionali luoghi deputati alla lettura, un pubblico di non lettori e di lettori abituali, turisti e residenti, in forma inconsueta, avvalendosi della collaborazione di alcuni stabilimenti balneari che hanno aderito all’ iniziativa della biblioteca comunale “A. Olivetti”.
L’ iniziativa si svolgerà dal 01 giugno al 15 settembre 2017.
Gli operatori balneari che aderiscono all’iniziativa allestiranno un punto lettura
presso il loro stabilimento ospitando i volumi della Biblioteca Comunale.

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INVITO a PARTECIPARE
Sabato 20 maggio ore 12.00 conferenza stampa SETTIMANA MOZARTIANA 2017 presso la biblioteca del liceo L. da Vinci.

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

L’associazione “Alfredo Fiorini” onlus, presieduta da Giovanna Mammaro, in occasione del 25° anniversario della morte del medico missionario terracinese Alfredo Fiorini, ha organizzato un convegno dal titolo “Flussi migratori – la follia del partire…la follia del restare… La grande sfida umana”.

L’evento avrà luogo il 19 maggio, con un doppio appuntamento, presso l’istituto Bianchini di Terracina e l’aula magna del locale ospedale intitolato proprio al missionario. Alle 11 il convegno nell’istituto scolastico sarà rivolto agli studenti delle scuole superiori, mentre nel pomeriggio, alle 15, presso l’ospedale agli studenti del Polo universitario e al personale del nosocomio.

Nel 25° anniversario della morte del suo ispiratore, ucciso nel 1992 in Mozambico, dove svolgeva il suo operato, l’associazione presieduta da Mammaro rivolge lo sguardo alle problematiche dei flussi migratori.

Per l’occasione relatore del convegno sarà il professo Renato Briganti, docente e ricercatore di Istituzioni di Diritto Pubblico dell’Università di Napoli Federico II, e coordinatore dell’associazione “Mani Tese Campania”, per la quale si occupa di questioni di carattere locale e globale. Il professor Briganti ha partecipato ai Comitati sull’acqua e sui rifiuti e formato tanti futuri volontari e cooperanti; ha inoltre preso parte ad attività organizzate da Amnesty International e Greenpeace. Per “Mani Tese” si occupa di problemi che riguardano i paesi del Sud del mondo e le realtà locali.

Comments Nessun commento »

corso anita garibaldi, 80 - Terracina

Comments Nessun commento »

 

Venerdì 19 maggio 2017, alle ore 17,30 presso la Biblioteca del Liceo “Leonardo da Vinci” di Terracina, verrà presentato dagli Autori, Lorenzo e Stefania Quilici, il nuovo volume Per la Via Appia tra i Monti Ausoni e Aurunci, pubblicato da Claudio Grenzi Editore. L’iniziativa, organizzata dalla Libreria BookCart di Terracina in collaborazione con il Liceo, intende promuovere la conoscenza e la valorizzazione del tratto dell’importante strada romana che attraversa il nostro territorio.

Il percorso dell’Appia da Terracina a Itri è uno dei più spettacolari dell’intero tracciato, da Roma ?no a Brindisi. Oltre ad annoverare bellissimi monumenti, è straordinariamente arricchito dal paesaggio e dall’ambiente in cui corre: tra i canali di Terracina, le rupi dei Monti Ausoni ed Aurunci, il lago e la piana di Fondi, le gole di Itri. La via antica, spesso ancora magnificamente terrazzata e lastricata, è affiancata da complessi di prima grandezza, che hanno fatto la storia dell’architettura antica, attraversa inoltre città stupende, scrigno d’opere d’arte, quali Terracina, Fondi e Itri. Proprio l’aspetto cosi unico, monumentale e paesaggistico di questo tratto della via, tra i Monti Ausoni e Aurunci, ha ispirato la pubblicazione del volume: perché, come affermano gli Autori, questa storia stupefacente venga compresa da chi ha la fortuna di abitare o di percorrere questi territori; perché la maturazione di una coscienza civile possa continuare ad essere di stimolo al recupero di tanti monumenti e paesaggi; perché nessuno si volti dall’altra parte davanti a incuria e distruzioni e ognuno si impegni a fare tutto quello che può.

 

Lorenzo Quilici ha insegnato dal 1990 al 2010 nell’Università di Bologna, come Professore Ordinario di Topografia dell’Italia Antica. Nello stesso Ateneo è stato Direttore dell’Istituto di Archeologia e Coordinatore del Dottorato in Topografia Antica. Numerosi i progetti dei quali è stato Responsabile Scientifico, Direttore di Ricerca e Coordinatore Nazionale (Progetti di Rilevante Interesse Nazionale del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica; Progetto Finalizzato Beni Culturali del Consiglio Nazionale delle Ricerche), volti allo studio e ricostruzione diacronica della forma del territorio e alla redazione di Carte archeologiche. Ricercatore del Consiglio Nazionale delle Ricerche dal 1969 al 1990, ha svolto la propria attività prima nell’Istituto per gli Studi micenei ed egeo-anatolici, poi nel Centro di Studio per l’Archeologia etrusco-italica.

Stefania Quilici Gigli ha insegnato dal 1995 al 2016 nella Seconda Università degli Studi di Napoli, quale Professore ordinario di Topografia Antica. Nello stesso Ateneo è stata Preside della Facoltà di Lettere e Filosofia dal 2000 al 2008, ha diretto il Dipartimento di studio delle componenti culturali del territorio dal 1997 al 2000 e dal 2008 al 2012 e la Scuola di Dottorato in Scienze Umane e Sociali. Dirige la Scuola di Specializzazione in Beni archeologici interuniversitaria (Università Suor Orsola Benincasa – Università della Campania “Luigi Vanvitelli”).

Entrambi gli Autori sono soci di prestigiose Accademie nazionali e straniere e hanno pubblicato centinaia di studi archeologici di carattere strettamente scientifico o di alta divulgazione, sia in forma di articolo che di monografia.   

 

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 14 Maggio 2017 alle ore 19:00 in Piazza del Municipio a Terracina con:

Roberto Cardinali: Chitarra
Valentina Del Re: Violino

Semplicemente una chitarra ed un violino. Un duo insolito ed originale quello di Roberto Cardinali e Valentina Del Re che riesce a coinvolgere ed emozionare un pubblico sempre più vasto ad ogni loro concerto. Forse è grazie alla particolarità dell’ensamble, all’evidente energia e alla loro voglia di divertisi suonando, alle sonorità non consuete che si lasciano comunque apprezzare spontaneamente. In realtà c’è tanta esperienza e professionalità, una musicalità ed un feeling reale (frutto di una frequentazione anche fuori dal palco), una versatilità nel repertorio e nell’approccio alla musica. Il quadro che si manifesta agli occhi durante il loro show è davvero bello: una solare e carismatica violinista che riesce a riprodurre le melodie più disparate con il suo violino (facendoti ricredere che questo strumento possa essere associato soltanto all’ambiente più propriamente classico), dando la dimostrazione di leggerezza, dolcezza ed una padronanza nell’esecuzione e nell’improvissazione che catturano l’attenzione dello spettatore; un chitarrista esperto e poliedrico che è il contenitore armonico della band, il collante che permette il continuo dialogo sonoro tra gli strumenti, riempiendo con tatto e maestria ogni spazio come se fosse una “mini orchestra”. Appare quindi evidente l’affiatemento tra i musicisti e la loro capacità di arrangiare i brani in maniera personale, comunicatica e spesso provocatoria, mantenendo sempre una solida fluidità e coerenza nel’esecuzione. Il repertorio del “R. Cardinali/ V. Del Re Duo” è improntato principalmente sul repertorio Jazz, spaziando dai grandi classici di Django Reinhardt dino ai ritmi della bossa nova, senza temenre folli riarrangiamenti in stile di brani irish, pop, colonne sonore di film, country, rock, blues, musica d’autore ed addirittura musica classica. Roberto Cardinali, oltre alla chitarra, molto spesso imbraccia anche il suo bouzouki, uno strumento particolarissimo di origine greca, una sorta di grosso mandolino ad otto corde, utilizzato nella musica mediterranea e celtica, da tanti cantautori (uno fra tutti De Andrè), dando una freschezza diversa e rendendo ancora più caratteristico il fascino del duetto. Il Duo ha già all’attivo numerosi concerti nei club, festival jazz ed eventi musicali più rappresentativi; in uscita il primo disco di recente produzione.

HTTP://www.facebook.com/robertocardinaliband

Comments Nessun commento »

Dalla prefazione di Simona Baldelli

“[…] Le poesie di Daniele Campanari, in questa sua nuova opera CORPO DISUMANO, ci consegnano uno sguardo denso e disilluso su una realtà che è fatta di solitudine e dolore, attonito contenitore di vicende difficili da codificare.
Le parole sono disperatamente soggettive, scritte nella carne (nella realtà o nella finzione, poco importa, giacché sulla carta tutto diventa vero) e, proprio perché così credibilmente ancorate al suo essere, parlano all’orecchio di chiunque le ascolti, in virtù di quel desiderio di connessione, o tensione all’assoluto, cui ogni essere umano aspira.

Il volume è diviso in due parti, notturna e diurna.
Il corpo disumano nella notte, offre uno sguardo intimo, rivolto a sé, analizza il proprio privato, la vanità e l’esteriorità dei rapporti di coppia, i vincoli familiari, le incomprensioni, le inevitabili delusioni che affliggono l’uno nel momento in cui si “aspetta” di ottenere qualcosa che l’altro, non può, non sa, o non vuole dargli. Il fallimento delle ambizioni personali, del nostro essere amanti, padri, madri, fratelli, l’inadeguatezza alla coerenza. La totale mancanza di etica.

Di giorno, quel corpo, tanto più disumano quanto più si fa carico dell’insensibile sguardo dei molti, osserva oggettivamente, ciò che è sotto gli occhi di tutti.
Ecco quindi entrare nella visuale della telecamera il bambino siriano e il suo sonno eterno sulla sabbia. I diseredati in fila alle mense caritatevoli, i morti degli attentati e di tutte le stupide e inutili guerre.

Quel perverso meccanismo, in virtù del quale, una realtà spiattellata davanti ad un obiettivo diventa narrazione, contrariamente alle fiction, che sembrano aver preso il posto della realtà di cronaca. […]”

ESTRATTI
Da: Corpo disumano, Oèdipus (2017)

se mai con le mani ci suonerai qualcosa

non eravamo buoni in quella lista da depennare
non eravamo il momento;
ma nella parola momento c’è il tempo impegnato
dalla lingua per scavalcare i denti e cos’altro.
quanto eravamo lenti, vero, la mattina è il preascolto della giornata
e per gli altri, questi in fila, come fai a tenere l’angolo in disuso.
cosa non va nell’apparire come carne propria
le cose che fai e non dici, queste cose sono fasi
semmai infilzaci, infilaci il berretto semmai
se mai con le mani ci suonerai qualcosa

le cose sono come miopia

lo scoglio appena bianco, vedi, è un pescatore di pinne
e l’attrazione è il pescato di tutte le albe vicino a casa tua.
è qui che vieni ogni martedì di scuola e io che non pensavo di venire qui:
non avevo contato le meraviglie del mondo ma sapevo della tua faccia.
le cose, qui, le cose sono l’immenso, le cose come questo mare
le cose elementari che mangiano questi pesci si chiamano organismi
è che non sapevo di vederli qui.
quaggiù, proprio sotto ai mignoli, c’è lo scoglio appena bianco:
ti chiedo se sei felice e io non sono felice, non te lo dico
è che le cose, qui, le cose sono come miopia

___

Daniele Campanari (Latina, 1988) è giornalista, speaker radiofonico, autore, attore e doppiatore. Collabora con diverse testate cartacee e online, si occupa di cultura (letteratura, teatro, cinema) oltre che di cronaca bianca. Ha pubblicato le raccolte di poesie “Giocatore di whisky Bevitore di poker” (Lettere Animate; pref. Davide Rondoni e postf. Simone di Biasio) e “In guerra non ci sono mai stato” (Lettere Animate; pref. Paolo Di Paolo e Nicola Bultrini). È membro dell’Associazione Libero de Libero di Fondi che promuove la cultura in versi e organizza il Festival annuale di poesia “Verso Libero”.

www.danielecampanari.com

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
L’Appia Day (www.appiaday.it), alla sua seconda edizione, rappresenta una grande giornata di promozione promossa da Legambiente, assieme a Touring Club, FederTrek, Italia Nostra, Velolove, ed altre associazioni locali e nazionali con la collaborazione di Roma Capitale, del Parco Archeologico dell’Appia Antica, del Parco Regionale dell’Appia Antica, della Sovrintendenza Capitolina e con il patrocinio del MiBACT, della Regione Lazio e dell’Enit e il supporto di COOPCULTURE. L’evento si terrà domenica 14 maggio a Roma, per celebrare tutto il tracciato italiano dell’Appia Antica aprendo al pubblico – esclusivamente a piedi e in bici – il più straordinario museo a cielo aperto del mondo per raccontare come proprio dalla Regina Viarum possa partire un’idea nuova di sviluppo del territorio.
Il Circolo Legambiente Terracina è membro del Comitato Promotore nazionale e l’Amministrazione Comunale di Terracina, tra le tante Amministrazioni dei Comuni della Via Appia, ha aderito all’evento non solo patrocinandolo ma intervenendo domenica 14 maggio a Roma con una propria Delegazione promuovendo i propri prodotti tipici e le bellezze del proprio territorio, insieme al Circolo, e saluterà la partenza della delegazione dell’APPIA TRAIL previsto dal 14 maggio al 19 maggio, sostenuto da Coopculture e Regione Lazio, che partirà da Roma, in concomitanza con l’Appia Day, per arrivare a Santa Maria Capua Vetere – Capua incontrando operatori, istituzioni e comunità locali con eventi organizzati sul territorio, in particolare con tre incontri e convegni realizzati a Terracina, Minturno e Santa Maria Capua Vetere.

Terracina è una delle tappe più importanti dell’Appia Trail dopo Roma e prevede una serie di eventi, in stretta collaborazione con ARTES- Arte Territorio Storia, con il supporto dei media partner Visit Terracina e Lazio TV, e la partecipazione attiva delle Scuole IC Don Milani, IPS Alessandro Filosi e sarà sede di un importante Convegno Nazionale “Terracina – La Regina della Via Appia” con la presenza della Amministrazione Comunale, Regione Lazio, MiBACT, Agenzia del Demanio e CoopCulture.

Questo è il programma dell’evento: Il 16 maggio alle ore 17.30 ci sarà l’accoglienza della Delegazione Appia Trail da parte di una rappresentanza della Amministrazione Comunale, Circolo Legambiente Terracina, Artes- Arte Storia e Territorio, Visit Terracina, Lazio TV, delle Scuole e di tutta la Cittadinanza, presso il cosidetto Fanum Feroniae (presso Molino Cipolla) da dove si partirà tutti insieme percorrendo, per circa 4,5 km, il tratto dell’Appia Antica, l’antico decumano, con tappe ricche di storia e aneddoti, fino al Foro Emiliano (ora Piazza del Municipio), con una importante pavimentazione perfettamente conservata fatta eseguire da Aulo Emilio, con visita al cosiddetto Capitolium con i resti della Via Appia Antica, il Teatro romano, e l’ Arco cosiddetto di “Galba” dal nome dell’imperatore Servio Sulpicio Galba nato a Terracina il 24 dicembre 3 a.c, tutti importantissimi monumenti sulla Via Appia, che vanno dall’età sillana alla piena età imperiale. A seguire alle 21 sempre a Piazza Municipio un insolito reading poetico-storico-letterario a cura della Prof. Catia Mosa (IC Don Milani) con la collaborazione di ARTES. Il 17 maggio alle ore 9.30 , dopo una colazione tipica terracinese da Ilvana a Piazza della Repubblica, ci sarà una visita guidata a cura di ARTES ad un tratto di Appia antica (variante cosidetta “traianea”) perfettamente conservato, all’interno di una Villa privata, denominata “Villa Salvini” (tratto curato e manutenuto dal Circolo Legambiente di Terracina) e all’imponente taglio cosidetto “traianeo” di Pisco Montano, che ha permesso anche un importante sviluppo della città di Terracina, già sede di un importante porto commerciale in epoca romana.

Alle 11.30 presso la Sala F. Abbate del Palazzo della Bonificazione Pontina- Museo della Città ci sarà un importante Convegno Nazionale sul tema “Terracina – La Regina della Via Appia” organizzato dal Comune di Terracina in collaborazione con Legambiente nazionale e con il Circolo Legambiente Terracina e con il contributo di Coopculture, dedicato ad un reperto storico di importanza eccezionale, anch’esso perfettamente conservato, ritrovato a Terracina, il più antico miliare romano relativo alla Via Appia, datato tra il 255 e 253 a.C., che menziona gli edili Publio Claudio, figlio del censore Appio Claudio Cieco, e Caio Furio. Il Convegno sarà introdotto dal Sindaco Nicola Procaccini e moderato da Anna Giannetti, Presidente Circolo Legambiente Terracina, e vedrà la partecipazione dell’Assessore alla Cultura e Turismo Barbara Cerilli, di Federtrek nazionale Francesco Senatore, del Direttore del Museo della Città di Terracina Piero Longo, di ARTES Giuseppe Recchia, del Dirigente Sc. IC Don Milani Giusy Di Cretico, del Dirigente Sc. IPS Alessandro Filosi Anna Maria Masci, di Legambiente nazionale Alessandra Bonfanti, di CoopCulture Alessandro La Porta, del Consigliere Regione Lazio Cristiana Avenali, dell’Agenzia del Demanio Francesca Graziani, e sarà concluso dal Consigliere MiBACT Paolo Piacentini e dal Vice Presidente della Regione Lazio, Assessore Formazione, Ricerca, Scuola, Università e Turismo Massimiliano Smeriglio (in attesa di conferma), con un aperitivo a cura dell’IPS Filosi offerto da Legambiente.

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sabato 13 maggio alla SALA APPIO MONTI a Terracina in via Roma la prima iniziativa di Possibile . Parleremo di ambiente della petizione ” Prima del diluvio” . A livello nazionale Possibile e Green Italia stanno sostenendo la petizione perché riteniamo sia giusto investire sulle rinnovabili, iniziare a ragionare di Green Economy, parlare di cambiamenti climatici e mettere al centro dell’agenda politica il tema ambiente. Il comitato ” Possibile sud-pontino Giulio Regeni” proprio dall’ambiente vuole partire come prima iniziativa, e invita tutti ad ascoltare i relatori Annalisa Corrado dirigente nazionale di Possibile membra del comitato scientifico e Francesco Ferrante fondatore di Green Italia e già direttore di Legambiente. Noi vi invitiamo a partecipare all’evento a intervenire e fare domande ai relatori.

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SABATO 13 MAGGIO PRESSO L’ASSOCIAZIONE DEMETRA
Corso Anita Garibaldi n.80 – Terracina

dalle 21.30 PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI POESIE IN DIALETTO TERRACINESE:

“EVE PIU’ MEJ QUANNE SE STEVA PIU’ PEGGIE”

SCRITTO DA ANGELO MARZULLO – FOTO A CURA DI STEFANO DEL MONTE – EDITO DA “INNUENDO EDITORE”

DURANTE LA SERATA VERRANNO LETTE ALCUNE POESIE
ACCOMPAGNATE MUSICALMENTE DALLA CHITARRA DI STEFANO MARZULLO.

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La 10^ edizione di SKY WINE a Terracina dal 13 al 15 maggio 2017 con un ricco programma di appuntamenti. Il tema della rassegna enologica: “La riscoperta degli autoctoni”
La manifestazione di valorizzazione enologica “SKY WINE” si svolgerà, nel weekend di sabato 13 e domenica 14 maggio nel magnifico e millenario Centro Storico della Città di Terracina.
La tradizionale kermesse itinerante giunge alla 10^ edizione, con la continua riscoperta dei centri storici della Provincia di Latina, mediante l’ideazione di “inconsueti” e caratteristici percorsi enologici.
La scelta della Città di Terracina come ubicazione dell’evento è voluta sia per la grande ricchezza di storia e cultura, sia perché il luogo rappresenta la tradizione vitivinicola nostrana con la presenza di uno dei vitigni autoctoni più rinomati e conosciuti: il “Moscato di Terracina” per il quale è stata riconosciuta la relativa zona di produzione DOC.
Le location prescelte, site nel cuore del ricco centro storico del paese, coniugheranno la storia dei luoghi e la volontà di conferire importanza ed eleganza alla presentazione dei prodotti nostrani, autentici tesori delle nostre terre.
Al vino saranno infatti affiancate degustazioni di altre preziose eccellenze agroalimentari del nostro territorio.
Nel percorso enologico avente come tema “La riscoperta degli autoctoni”, il vino si racconterà con storie, profumi e tradizioni con partenza dall’agro pontino ed un successivo sguardo rivolto alle altre provenienze geografiche sia vicine che distanti.
Novità dell’edizione è senz’altro l’introduzione di una giornata aggiuntiva (lunedì 15 maggio dalle 10.00 alle 14.00) riservata esclusivamente agli operatori di settore appositamente invitati (albergatori, ristoratori, esportatori, enoteche ecc.) al fine di incentivare le eventuali relazioni commerciali.
Gli strumenti di una degustazione di qualità, “calice e tracolla” saranno forniti al pubblico con una esclusiva personalizzazione a tema in onore della città ospitante.
In Piazza del Municipio ci sarà la postazione Cooking Show condotta dal noto contest YU CHEF by TRONY (Riccardo Di Fazio e Francesco Cataldi), dove ogni ora troveranno esibizione i piatti della tradizione locale preparati da cuochi e ristoratori della città.
Importante appuntamento il sabato 13 maggio alle ore 19.30 con la finalissima della competizione FILOSI MASTER CHEF dove i ragazzi di cucina e sala dell’I.P.S. A Filosi si sfideranno per decretare il miglior piatto ed il miglior abbinamento cibo-vino Moscato di Terracina, con una giuria d’eccezione.
Nelle due giornate sono inoltre previsti quattro convegni di approfondimento enologico sulle caratteristiche dei vitigni autoctoni (Abbuoto, Bellone, Biancolella, Moscato di Terracina, Nero Buono) e due correlate presentazioni letterarie (“Amyclae – Il silenzio che uccide”, di Irene Chinappi e “Viaggi nell’Agro Pontino – Vita Vitis Vinum”, di Mauro D’Arcangeli e Antonio Scarsella).
Sarà inoltre presente l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino (ONAV) – delegazione di Latina, con un punto informativo.
Nei percorsi esterni di collegamento, tra gli edifici destinati ad ospitare le aziende espositrici (Palazzo della Bonificazione – Atrio del Palazzo Comunale – Palazzo del Vescovado), vi saranno intrattenimenti con la presenza di artigiani, musica ed i giocolieri del fuoco “Fire Animation”.
La manifestazione prevede nel weekend l’apertura al pubblico dalle 17.00 alle 24.00.
L’evento tra gusto e riscoperta storico-artistica della città è promosso dall’Associazione “Gradazione Tredici” in collaborazione con il Comune di Terracina.
La manifestazione è patrocinata dal Comune di Terracina e dalla Provincia di Latina.

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per ulteriori informazioni visitate la pagina

dell’ Associazione Culturale “Anxur-Tarracina”

al seguente link: https://www.facebook.com/Anxur.Tarracina/

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Video importato

vimeo Video

Comments Nessun commento »