Archivio Marzo 2014

terracina-ponte-maggiore-1913_bis

il Comune di Terracina e il Comitato Cittadino “Terracina nell’UNESCO” collaborano per promuovere l’iniziativa riguardante la proposta di iscrizione del Centro Storico alto nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità/UNESCO. Anche quest’anno, come concordato con l’Amministrazione Comunale, è stato predisposto dal Comitato Cittadino, in collaborazione con l’Archeoclub d’Italia/ Sede di Terracina, un apposito programma di visite culturali relative al periodo primaverile (aprile-maggio).

Le prime tre visite, da effettuarsi nel mese di aprile, avranno il seguente calendario:

 

Domenica 6 aprile: Il Castello Frangipane. Appuntamento a Piazza Municipio (presso il Museo Civico), ore 10.15 (durata: 2 ore).

 

Domenica 13 aprile: L’acropoli di San Francesco. Appuntamento a Piazza Municipio (presso il Museo Civico), ore 10.15 (durata: 2 ore).

 

Domenica 27 aprile: Le case torri degli Acso e dei Rosa. Appuntamento a Piazza Municipio (presso il Museo Civico), ore 10.15 (durata: 2 ore).

Comments Nessun commento »

La repressione del brigantaggio nei secoli passati si realizza con strumenti crudeli, come efferati sono i delitti dei malviventi. Scannare una persona, per gente che è abituata ad ammazzare periodicamente agnelli, è una pratica che i briganti realizzavano senza tanti turbamenti; mazzolare, impiccare o fucilare e poi squartare il cadavere sono atti previsti dalla giustizia dell’epoca, o, come si dice, con una definizione aristotelica, della giustizia punitiva. I briganti catturati, se feriti e morti o se uccisi dalla “giustizia punitiva” poi vengono mazzolati e squartati: le membra disiecta sono racchiuse in gabbie di ferro ed esposte sopra le porte del paese murato. Stanno lì per molto tempo, a memoria del malfattore e a monito degli scellerati, affinché non percorrino la medesima strada.
Come sappiamo bene, il monito spesso è ignorato (malgrado la feroce messa in scena!).
Il brigante terracinese Giuseppe Mastrilli è passato all’epopea anche perché è stato cantato nella canzone epica popolare ed il nome corre ancora di bocca in bocca. Magari gli fa concorrenza, quanto a fama, il sonninese Antonio Gasbarrone.
C’è un episodio che idealmente collega i due e che qui ricordiamo brevemente.
Nell’autunno 1822 a Terracina, siamo in pieno brigantaggio detto post napoleonico il cui ultimo capo protagonista è appunto il Gasbarrone, si deve demolire la Porta Napoletana “per migliorare la salubrità dell’Aria di questa città”. Su questa porta campeggia una gabbia di ferro con dentro il macabro trofeo della testa del brigante Giuseppe Mastrilli, e, sostiene il governatore di Terracina: “Fin dall’Anno 1750 entro una Cabbia di ferro fù inalzata … la Testa [del] famoso Malfattore … Giuseppe Mastrilli, che ai tanti Omicidj commessi, riunì uno spirito così insubordinato alle Leggi …”. E vicino è eretta una lapide che ricorda il nome del delinquente e “l’Anno della seguita giustizia”.
Il governatore pontificio della città marina, Paolo Consoni, in un primo momento vuole mantenere
: “Un monumento così esemplare alla vendetta pubblica per la conservazione dell’Ordine Civile” e chiede alla Segreteria di Stato in Vaticano che: “venisse passata all’altra Porta, che conduce alla via di Roma, perche in tal guisa conosceranno ancora gli Assassini di nostra vicinanza, che l’infamia della loro memoria viene conservata dalla severità delle Leggi alla perpetuità dei Tempi”.
Ma, come riconosce lo stesso governatore, la testa del Mastrilli è poco accetta alla popolazione ed ai maggiorenti i quali vedono il reperto dell’antica giustizia settecentesca come un obbrobrio che ha fatto rammaricare i terracinesi per settanta anni. E, per questo, a metà ottobre, comincia a circolare per Terracina una petizione diretta al Segretario di Stato card. Consalvi, affinché si elimini la testa e la poco apprezzata memoria. E’ il gonfaloniere (il sindaco del tempo) Paolo Fiorenza a scrivere in questi termini a Consalvi il 19 ottobre allegando alla sua richiesta la petizione popolare.
Dopo questa presa di posizione la proposta del governatore Consoni di spostarla a Porta Romana diventa conflittuale e si può aprire uno scenario preoccupanti perché, come appunto afferma il governatore, tutto allarmato: “per non aumentare le odiosità, che sono tanto facili a contrarre i Primarj di questo Luogo, quando non vengono secondati nei Loro desideri”. Lo spettro evocato fa pensare ad uno scenario di intrighi, pettegolezzi, odi feroci e inimicizie radicali. Tutto vero perché le chiuse comunità del primo Ottocento vivono di riflesso gli accadimenti e tutto diventa personale. Del resto la lotta politica è un conflitto tra famiglie e fra persone.
Onde evitare tutto ciò, il governatore chiede che quanto aveva proposto, lo spostamento a Porta Romana della testa e della lapide, non venga rivelato, anche se l’adesione all’idea del Consoni da parte della Segreteria di Stato era stata espressa con le seguenti parole, rivelatrici della mentalità punitiva ma anche di un certo entusiasmo: “lo spettacolo [della testa e la lapide] risvegli l’idea della punizione estrema delle Leggi, e trattenga l’inclinazione di Coloro, che volessero intraprendere la carriera del suddetto Mastrilli. Si riconosce alla vostra proposta [quella avanzata dal governatore Paolo Consoni] uno scopo assai provido ed un prudenziale espediente per prevenire i delitti di Malvivenza, e perciò sarà vostra cura di adottare i debiti, ed opportuni mezzi, affinche quell’esemplare monumento di giustizia punitiva venga elevato in altro publico luogo, e resti esposto alla publica vista, come per il passato”.
Malgrado questi giudizi perentori, la Segreteria di Stato fa marcia indietro al momento in cui il gonfaloniere presenta la supplica popolare. Motivazioni? Nessuna giustificazione ci dà l’ Eminentissimo Principe Segretario di Stato, ma non è difficile scorgere che motivi di “ordine pubblico” in anni drammatici come questi della Restaurazione (a Terracina si era consumato da non molto la tragedia del sequestro di un gruppo di collegiali, con morti e feriti; nella stessa città il gruppo dei carbonari era molto forte e radicato in ogni dove) guidino l’azione del Consalvi il quale preferisce evitare fratture con i “primari” locali, anche perché sa che fra i maggiorenti si annidano molti nemici della Chiesa e dello Stato Pontificio. E, pur continuando a credere che l’esposizione della testa di briganti uccisi sia un deterrente, concede ai terracinesi di non vedere più l’obbrobrio della testa del Mastrilli. Facendo continuare però ad esporre teste e parti del corpo dei briganti che in quegli anni infestavano l’attuale Lazio meridionale e, certamente, anche a S. Stefano hanno eretto tali macabri trofei.

Le fonti si trovano in Archivio Segreto Vaticano, Segreteria di Stato, 1822, r. 154, fsc. 7. La trascrizione dei documenti è letterale.

Comments Nessun commento »

Venerdì 14 Marzo

Latina

Aula Magna
Liceo Scientifico
“G.B.Grassi”
ore 10.00

Conferenza dal titolo
Da Terra Bonificata a Terra di Mafia
analisi e idee per il contrasto alle infiltrazioni mafiose nell’Agro Pontino

partecipazione libera

Spazio “Sarfatti”
c/o Galleria Pennacchi
ore 17.30

Presentazione del libro
Le ragioni della vita vissuta
di Gianluca Bernasconi
Incontro con l’autore e con i correlatori, la dott.ssa Viviana Foniciello ed il dott. Giuseppe Castellaneta

partecipazione libera

Libreria
“Piermario&Co.”
via Armellini 26
ore 18.30

Presentazione del libro dal titolo
Regine della Scienza
di Serena Manfrè

info:
0773488145

Ristorante
“Sale&Pepe”
S.S. 156 dei Monti Lepini
ore 20.30

Venerdì Magico!
Singles e non solo
musica a 360 in uno dei più belli ristoranti pizzeria di latina…menu cena o menu pizza da 10 – 12 – 15 euro – dopo cena con consumazione obbligatoria euro 5
(compresi cocktail veramente speciali)

info:
3886549149

Teatro
“G. D’Annunzio”
ore 21.00

Un’Orchestra a Teatro
concerto della
Orchestra Sinfonica “Ottorino Respighi”
Compagnia di balletto Città di Latina
Corpo di ballo della CBCL
musiche di  Puolens e Copland
durante la serata si svolgerà la
la cerimonia di consegna del
Premio “Frumento D’oro” 14° edizione, ideato negli anni 90 dall’arch. Patrizia Fanti, rivolto ad esponenti del mondo femminile che nel loro percorso di vita si sono particolarmente distinte, tanto da costituire esempio per la cittadinanza.

ingresso
da euro 8,00
ad euro 15,00
info:
0773605551

Bacco & Venere
via P.R. Giuliani 12
ore 22.00

Concerto della
Storie di Storia Band

info:
3284129002

Aprilia

Quartiere Nord,
Via veneto 2,
ore 17.00

Convegno dal titolo:
“La realizzazione delle opere pubbliche, evoluzione e sviluppi tra Aprilia e il territorio”.

info:
3487512384

Teatro Europa
C.so Giovanni XXIII 32
ore 21.00

Spettacolo dal titolo
Quando La Moglie è In Vacanza
con Massimo Ghini e Elena santarelli
regia di Alessandro D’Alatri

info:
069271965

Fondi

Beltempo Casa delle Arti
C.so Appio Claudio 80
ore 21.30

Concerto della band
La Dodicesima Notte

info:
3397034755

Formia

Teatro
“R. Paone”
ore 21.00

JazzFlirt Festival
concerto del
Bardaro – Villani Trio

ingresso euro 10,00
info:
3928229224
vai al dettaglio

Pontinia

Teatro
“F. Fellini”
ore 21.00

Rassegna Folk a Metà
concerto de
I Circolabili

info:
3807222231

Sezze

Museo Archeologico
L.go B. Buozzi
ore 18.00

I Venerdì Letterari
presentazione del libro dal titolo
Un sentimento tenace. Riflessioni sulla politica e sul senso dell’umano
di Goffredo Bettini e Pietro Ingrao.

ingresso libero

Sabato 15 Marzo

Latina

Teatro
“G. D’Annunzio”
ore 21.00

Spettacolo dal titolo
Grido D’Amore Edith Piaf
diretto e interpretato da Gianni De Feo
testi di Ennio Speranza
con: fisarmonica, Cristiano Lui; violino, Oscar Di Raimo; chitarra, Stefano Ciotola

info:
3473143422

Circolo Hemignway
P.zza A. Moro 36
dalle ore 20.00

Hariel Fest
con le metal band
Chronic Hangover  - Electric Whale  - Elephante  - Cartagine  - Godwatt – Il Malpertugio – Misantropus

info:
3933364694

Aprilia

Spazio47
S.S. 148 Pontina
km. 47,015
ore 21.00

La Compagnia Fuoco Sacro presenta lo spettacolo dal titolo
I Pupa

info:
3396072426

Pontinia

Map
P.zza J.F. Kennedy
ore 17.00

Presentazione della graphic novel
Canale Mussolini
dall’omonimo libro di Antonio Pennacchi

partecipazione libera

Spigno Saturnia

Teatro Limosa
ore 20.30

Spettacolo dal titolo
Papavero
liberamente tratto da Gente di Dublino di James Joyce
a 100 anni dalla pubblicazione
con Agnese Chiara d’Apuzzo

ingresso euro 12,00
(con cena)
info:
3393679869

Domenica 16 Marzo

Latina

Teatro
“G. D’Annunzio”
ore 17.30

La Bohème
opera in quattro quadri
di Giacomo Puccini
libretto di L. Lillica e G. Giacosa
M° Claudio Maria Micheli
regia Sandro Santillo

ingresso euro 35,00 (galleria)
euro 45,00 (platea)
info:
0773691391
3334783817

Teatro Cafaro,
ore 17

La Compagnia “Luna & Gnac”
presenta lo spettacolo
Rodari & Munari – Pam! Parole a matita.

info:
0773652642

Ristorante
“Sale&Pepe”
S.S. 156 dei Monti Lepini
ore 20.30

DOMENIKARAOKE
Singles e non solo!
si canta tutta la sera e ogni tanto… un ballo… Nello stesso tempo allarghi le tue amicizie..aperitivo con stuzzichini – spazio relax in giardino

info:
3886549149

Spigno Saturnia

Teatro Limosa
ore 20.30

Spettacolo dal titolo
Papavero
liberamente tratto da Gente di Dublino di James Joyce
a 100 anni dalla pubblicazione
con Agnese Chiara d’Apuzzo

ingresso euro 12,00
(con cena)
info:
3393679869

Mercoledì 19 Marzo

Cisterna di Latina

Parco naturale Pantanello,
Via provinciale ninfina 66,
ore 16.30

Per il ciclo di presentazione di libri organizzato dalla Fondazione Roffredo Caetani,
“Storia della natura d’Italia” di Fulco Pratesi, presidente Onorario WWF, Rubbettino Editore.

richiedi info qui

Itri

Centro Storico
ore 20.00

I Fuochi di San Giuseppe
Una serata magica durante la quale, come ormai da decenni, verranno accesi in tutto il paese immensi falò per celebrare l’arrivo della primavera

scarica il programma dettagliato

Giovedì 20 Marzo

Latina

New Bird
via Milazzo
ore 22.00

Born Again
concerto della rock’n'roll band
The Backstreets

info:
3281461337

Venerdì 21 Marzo

Latina

Ristorante
“Sale&Pepe”
S.S. 156 dei Monti Lepini
ore 20.30

Venerdì Magico!
Singles e non solo
musica a 360 in uno dei più belli ristoranti pizzeria di latina…menu cena o menu pizza da 10 – 12 – 15 euro – dopo cena con consumazione obbligatoria euro 5
(compresi cocktail veramente speciali)

info:
3886549149

Pontinia

Teatro
“F. Fellini”
ore 21.00

Spettacolo dal titolo
Callas
vissi d’arte, vissi d’amore

adattamento e regia di Tito Vittori

info:
3807222231

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

Il Terracina ritrova il sorriso con una vittoria sul Palestrina che vuol dire
secondo posto in classifica. Super Oggiano, autore della doppietta decisiva.
Partita surreale causa l’assenza di spettatori al Colavolpe per le note vicende
degli ultimi giorni. Il vantaggio arriva grazie a una prodezza di Oggiano che
aggancia da campione un assist di Vitale e lo tramuta in rete con un sinistro
imparabile. I tigrotti amministrano il parziale senza rischiare praticamente
nulla. Inoperoso Porcaro, il portiere della promozione in Serie D ha dimostrato
alla prima quest’anno sicurezza nelle uscite e nei rilanci. I biancocelesti
hanno avuto alcune opportunità per chiudere la gara nel primo tempo. Vano,
atterrato in area al 23’. Rigore sacrosanto? Simulazione secondo il direttore di
gara. Nella ripresa dopo un’occasione sprecata da Gallaccio è arrivato il 2-0 di
Oggiano, che ha tramutato in rete una corta respinta di Apruzzese dopo un
sinistro a giro di Genchi. Marzullo ha sfiorato il gol con una punizione
velenosa. «Ho ritrovato la mia squadra – conferma Agovino a fine gara – Lo
spirito è quello dei tempi migliori, già con l’Astrea avevo visto dei
miglioramenti. Ci godiamo questo secondo posto, consci della nostra forza.
Lottaremo fino alla fine per vincere questo campionato».

TERRACINA-PALESTRINA 2-0

Terracina: Porcaro, Bernisi, Madeddu, Vitale, Varchetta, Sbardella, Oggiano (45’
st Costantino), Nuvoli, Vano (30’ st Fava), Marzullo, Genchi (43’ st Falco).
All. Agovino Palestrina: Apruzzese, Rossi, Ruggiero, Lanni (26’ st Paz),
Covetti, Antico, Delgado, Palermo, Gallaccio, Della Penna (31’ st Fagioli),
Falco (31’ st Anyadike). All. Cangiano Arbitro: De Luca di Ercolano Marcatori:
15’, 31’ st Oggiano, Note: ammoniti Ruggiero, Vano, Delgado, Rossi; corner 3-1
per il Terracina; partita giocata a porte chiuse.8 [8]

 

 

 

Incontro con il Direttore Generale della ASL di latina, Dott. Michele Caporossi

Il 5 marzo scorso, il coordinamento del comitato in difesa del presidio
ospedaliero centro, ha avuto un incontro con il Direttore Generale della ASL di
latina, Dott. Michele Caporossi, per affrontare i problemi inerenti sulla
conservazione e miglioramento dell’assistenza nelle due strutture ospedaliere di
Terracina e Fondi. L’incontro si e’ svolto con un confronto, cordiale e
costruttivo, affrontando le varie problematiche esistenti, sull’assistenza
ospedaliera nel presidio ospedaliero centro, tenendo conto della situazione
esistente e i problemi ancora da risolvere. I rappresentanti del comitato in
difesa del presidio ospedaliero centro è intervenuto illustrando i motivi per
cui si sono costituiti e le iniziative che hanno intrapreso con i cittadini,le
associazioni e gli operatori della sanità. In modo particolare hanno contestato
la volontà del precedente direttore Generale della ASL di Latina Dott.
R.Sponzilli che nel redigere il nuovo atto Aziendale, ha proposto per il
presidio ospedaliero centro, l’incorporamento all’ICOT di Latina dell’ospedale
di Terracina e a quello di Fondi con l’ospedale di Formia,sancendo,di fatto, lo
scioglimento del presidio ospedaliero centro Inoltre, hanno illustrato la storia
dell’assistenza ospedaliera nella provincia di Latina, facendo presente che nel
corso degli anni, per il rientro dal deficit sono stati chiusi ben cinque
ospedali, revocata la convenzione con delle cliniche private e ridotto i posti
letto nei restanti ospedali. Per quanto riguarda il presidio ospedaliero centro,
hanno fatto presente che il cui territorio corrisponde alla ex ASL LT5 e che i
posti letto sono stati ridotti negli anni dai circa 420 presenti negli ospedali
di Terracina e Fondi, con quelli presenti nella clinica Villa Azzurra, agli
attuali 179, con quelli dell’università Da considerare, inoltre, che dopo la
chiusura dell’ospedale di Priverno, molti utenti dei Monti Lepini sono venuti a
pesare nell’ospedale di Terracina, di conseguenza la provincia di Latina e il
Presidio ospedaliero centro,per il rientro dal deficit,hanno già dato tanto.
Pertanto, oltre a non dover più chiedere niente, adesso bisogna solo provvedere
a migliorare l’attuale assistenza con,tra l’altro, con una migliore
razionalizzazione e riqualificazione dei vari reparti e servizi esistenti, con
particolare riferimento:
1. osservazione breve di pronto soccorso e di medicina d’urgenza;
2. Ostetricia e Ginecologia e Pediatria di Fondi;
3. servizio di cardiologia;
4. assunzione degli Operatori Socio-Sanitario;
5. Stabilizzazione dei lavoratori precari;
6. Diminuzione delle liste d’attesa;
7. Anestesia e rianimazione;
8. Day Hospital Oncologia Universitario Rafforzamento Neonatologia;
9. Servizio di radiologia;
10. Rafforzamento Distretti con Percorsi assistenziali (Case Management oppure
il Chronic Care Model ) per i pazienti Cronici;
11. Mantenimento e rafforzamento h 24 del Servizio di Patologia Clinica
Lab. Analisi); Assunzione del necessario personale, per il normale funzionamento
di tutti i reparti e servizi;
12. Assunzione del necessario personale, per il normale funzionamento di
tutti i reparti e servizi.
Inoltre, i rappresentati del comitato in difesa del presidio ospedaliero centro,
hanno anche: 1) consegnato al Direttore Generale, un documento di cinque pagine
con i problemi esistenti e da risolvere nel presidio ospedaliero centro con i
problemi da risolvere; 2) alla consegna delle circa 7 mila firme raccolte della
petizione promossa dal comitato. Il Direttore Generale della ASL nel rispondere
ai problemi posti, ha fatto presente di non condividere la proposta dell’ex
Direttore della ASL R.Sponzilli di collegare l’incorporamento all’ICOT di Latina
dell’ospedale di Terracina e a quello di Fondi con l’ospedale di
Formia,sancendo,di fatto, lo scioglimento del presidio ospedaliero centro; che é
in attesa delle direttive e delle risorse che la Regione Lazio gli metterà a
disposizione; che provvederà alla organizzazione,razionalizzazione e
riqualificazione della rete ospedaliera nella provincia di Latina, ivi incluso
il presidio ospedaliero centro, nei tempi e nei modi dovuti, dando maggiore
risposte per il miglioramento dei servizi e dei reparti rispetto alla situazione
attuale. I rappresentanti del coordinamento del presidio ospedaliero centro, nel
prendere atto degli impegni presi dal nuovo Direttore Generale della ASL di
latina, sospendono il proprio giudizio, in attesa di verificare, nel concreto,
le proposte che si prenderanno, per la conservazione del presidio ospedaliero
centro e per il miglioramento dell’assistenza nei vari reparti e servizi.

Il coordinamento del comitato in difesa del comitato cittadino del presidio centro di Terracina.

8 [16]“Giardini Pensili” di Villa Tomassini
Qualcuno potrebbe essere portato a pensare che trattasi di trasposizione in
salsa moderna dei Giardini Pensili di Babilonia. Qualcun altro potrebbe
ipotizzare che sia in atto una sperimentazione di soluzioni avveniristiche
riguardanti lo sviluppo del verde urbano. Non vogliamo deludere nessuno, però
quella rigogliosa vegetazione sul tetto e sulle grondaie di Villa Tomassini non
è purtroppo nulla di tutto questo: è semplicemente incuria. Il problema è che il
peso del materiale che si è depositato con le piogge ha piegato le grondaie e
c’è il rischio che crollino. E’ possibile che nessuno abbia notato mai che
quelle lamiere di raccolta delle acque dal tetto sono intasate da anni e le
grondaie stanno ormai lì a marcire costituendo un pericolo per chiunque si trovi
a passare sotto di esse? Eppure, l’edificio ospita alcuni uffici comunali, per
cui non deve essere raro che qualche assessore passi di lì. E allora, non
vogliamo pretendere troppo dai nostri amministratori, auspicando in futuro una
loro più ampia visione sul decoro degli edifici pubblici, ma almeno, qualche
volta, alzate lo sguardo. Si tratta prima di tutto di un problema di sicurezza.
Molte persone ogni giorno transitano sotto quei cornicioni. Ci sono i bambini
che vanno al parco e spesso si mettono a giocare proprio a ridosso della villa.
Ci sono gli impiegati che si recano a lavoro presso gli uffici comunali.
Sappiamo tutti che la sala è uno dei pochi luoghi in città dove si organizzano
convegni o assemblee. Tutto a testimoniare il fatto che c’è una frequentazione
di quel luogo che impone una attenzione immediata. Questo è uno dei tanti
simboli negativi che fa riemerge la questione della manutenzione degli edifici
di proprietà comunale che è praticamente inesistente da anni, e che ha ridotto
in condizioni pessime gran parte delle strutture pubbliche. Di fronte a queste
critiche, l’Amministrazione reagisce sempre con la solita giustificazione che
non ci sono i soldi. Ma se consideriamo questo caso specifico, quanto può
costare la pulizia e la sostituzione delle grondaie del tetto della villa? Noi
siamo sicuri che costi decisamente poco. La verità è che la mancanza di un piano
di manutenzione ordinaria degli stabili di proprietà comunale fa sì che un
problema risolvibile con pochi euro oggi, si trasformi in un lavoro di
ristrutturazione che comporterà dei costi molto maggiori in futuro. Lo sanno
anche i sassi. Eppure non si fa nulla per prevenire. Villa Tomassini è un
edificio che si trova all’interno di un parco pubblico, cosicché il problema di
sicurezza diventa anche questione legata alla qualità estetica dei nostri
giardini. Purtroppo di fronte all’assenza assoluta di progetti che prevedono
l’incremento delle aree verdi, assistiamo addirittura al decadimento della
qualità estetica dei parchi pubblici esistenti. Ci si limita a tagliare l’erba
quando capita e si istalla qualche nuovo gioco per i bambini, magari nella
posizione sbagliata, proprio come è accaduto nel parco di Villa Tomassini, dove
si è avuta la brillante idea di posizionare i nuovi giochi in un’area che per
tutta la stagione estiva sarà sotto il sole cocente. Solo qualche metro più in
là, si potevano mettere all’ombra degli alberi. Complimenti per la
progettazione. Tra i tanti esempi di degrado abbiamo voluto denunciare quello di
Villa Tomassini perché si tratta di una questione veramente semplice che si può
risolvere con una spesa minima. Eppure sta lì nell’indifferenza generale a
testimoniare il fatto che troppo spesso i tempi di reazione dell’Amministrazione
sono biblici quando si tratta di intervenire per la tutela e l’interesse di
tutti i cittadini; al contrario, bastano pochi giorni per decidere di spendere
soldi per farsi propaganda inutile, o di non far pagare le tasse a pochi
privilegiati.
Speriamo vivamente che i “Giardini Pensili di Terracina” abbiano le ore contate.
Il Coordinatore del Circolo SEL Terracina
Giuseppe De Santis

8 [28]Istituto “A. Filosi” l’intervento del PRI
Valerio Golfieri
Valerio Golfieri
Al Sindaco di Terracina Dott. Nicola Procaccini
Al Presidente del Consiglio Comunale Rag. Giovanni Zappone
In questi giorni abbiamo visto che gli studenti terracinesi hanno più volte
manifestato per le strade della nostra Città per chiedere a gran voce ciò che è
un loro diritto: avere una scuola nella quale poter studiare e costruire il
proprio avvenire. Abbiamo anche visto come, purtroppo, questa sacrosanta
richiesta possa incidere su dinamiche complesse come, ad esempio, la difficile
coesistenza di ordini di scuole diversi in spazi angusti e del tutto
insufficienti. A nostro parere, il problema non può ridursi a sterile polemica,
né, tanto meno, ad un ingiustificata guerra tra scuole. Crediamo, invece, che
tutti dobbiamo farci carico delle competenze che la legge pone in capo ad ogni
Istituzione per poter immaginare una soluzione a questo problema. E’ chiaro a
tutti che la responsabilità delle Scuole Superiori è posta nelle mani delle
Province e che, fino a quando non interverrà un ordinamento diverso, sono loro a
dover porre in essere tutte le attività necessarie a dotare l’Istituto “A.
Filosi” degli ambienti e delle strutture che gli studenti in modo legittimo
rivendicano. E’ altrettanto chiaro che in tutti questi anni il Comune ha svolto
il suo ruolo consentendo a questo Istituto di poter comunque assicurare una
rilevante Offerta Formativa e Didattica che ha permesso a tanti ragazzi di poter
acquisire conoscenze e competenze in settori strategici quali, ad esempio, il
Turismo o i Servizi Sociali. Ora è tempo di chiedere alla Provincia di rompere
definitivamente gli indugi e di recitare la sua parte fino in fondo. L’occasione
ce la dà il neo Premier Renzi che, nella sua lettera ai Sindaci, chiede di
indicare entro il 15 Marzo le priorità riguardanti l’edilizia scolastica.
Chiediamo, quindi, al Sindaco ed al Presidente del Consiglio Comunale che,
raccogliendo le esigenze così fortemente manifestate dalla popolazione
studentesca, mettano in atto tutte le iniziative necessarie e facciano pressione
verso la Provincia di Latina perché essa indichi alla Presidenza del Consiglio
dei Ministri, entro la data del 15 Marzo, tutti i problemi legati alle strutture
dell’Istituto “A. Filosi” ed individui come priorità la costruzione del nuovo
Istituto.
I Consiglieri Comunali del P.R.I.:
Lino Lauretti
Valerio Golfieri

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Venerdi 7 Marzo l’Inaugurazione della X Sagra della Salsiccia di Monte San Biagio!
Sbandieratori di Cori
sfilata di carri carnevaleschi a cura dell’Associazione Ex Ragazzi del Borgo di Borgo Vodice
Demo Morselli e la sua band!

Sabato 8 Marzo la Sagra dedica il suo spettacolo alle #donne con il #cabaret di Oscar Biglia e l’intrattenimento di una band tutta al femminile: L’orchestra Briosa Le Monelle!
ore 9:30 Prima pedalata amatoriale “salsiccia di monte san biagio” con la Terracirce Blue Bikers
ore 10:30 apertura stand
ore 11:00 esposizione auto e moto d’epoca
ore 11:30 apertura stand enogastronomici e visite guidate per il centro storico a cura del comune di monte san biagio
ore 15:00 spettacoli per bambini con sfilata di carri carnevaleschi a cura dell’associazione “ex ragazzi del borgo” di borgo vodice
ore 19:00 offerta a sorpresa per le donne
ore 20:30 spettacolo dell’Orchestra Briosa Le Monelle
ore 21:15 spettacolo di cabaret di Oscar Biglia
ore 22:00 continua lo spettacolo dell’Orchestra Briosa Le Monelle

Domenica 9 Marzo grande spettacolo con la Tribute Band “Versione di Vasco” ed estrazione dei biglietti vincenti della Lotteria “X Sagra della Salsiccia di Monte San Biagio”
ore 10:30
apertura stand
ore 11:00
esposizione auto e moto d’epoca
ore 11:30
apertura stand enogastronomici
visite guidate per il centro storico
a cura del comune di monte san biagio
ore 14:30
Esibizione di danza classica e moderna dell’Asd Palestra Body Gym
ore 15:00
spettacoli per bambini
ore 17:30
esibizione della scuola di ballo New Melody a cura della maestra Cinzia Ciofo
ore 20:30
Concerto della tribute band La Versione di Vasco
ore 21:00
Estrazione della lotteria
ore 22:00
continua lo spettacolo

Comments Nessun commento »

terracina-tre-giovani-sul-lido-anni-50_bis_a

Giovedì 6 Marzo

Latina

Libreria
“La Feltrinelli”
via A. Diaz
ore 18.00

Presentazione del libro
Omicidio a Piazza Bologna
Interverranno gli autori Fabio Sanvitale e Armando Palmegiani
Presentazione e reading a cura di Filomena Cecere e Cinzia Volpe.

partecipazione
libera

Teatro
“G. D’Annunzio”
ore 21.00

Spettacolo dal titolo
LOVE LETTERS
di A. R. Gurney
con Valeria Valeri e Paolo Ferrari
a cura di Guido Governale e Veruska Rossi

info e
prevendita:
0773652642
vai al dettaglio

Circolo Hemignway
P.zza A. Moro 36
ore 22.00

Concerto della band
Maybe I’m
opening
The Cheers

info:
3933364694

Irish Pub Doolin
via Adua
ore 22.00

Concerto della ZZ Top Tribute Band
ZZ What?

info:
0773662545

Pontinia

Teatro
“F. Fellini”
ore 21.00

Rassegna Folk a Metà
concerto di
Gianni Perilli

info:
3807222231

Venerdì 7 Marzo

Latina

Strada Riserva Caccianova 305,
dalle ore 17.00

Conferenza dal titolo:
“Il calcolo e la geometria dalle noccioline all’algebra”.

info:
0773600553
3487352320

vai al sito

Circolo Hemignway
P.zza A. Moro 36
ore 22.00

Concerto della band
Hyaena Reading

info:
3933364694

Sottoscala9
circolo ARCI
via Isonzo 194
ore 22.00

Mattia Barro DJ Set
e concerto della band
The Swimmer

info:
3397145977

Monte San Biagio

Centro Storico

Sagra della salsiccia

info:
3408505381

Pontinia

Teatro
“F. Fellini”
ore 21.00

Lina Bernardi 
Concerto Per Viola,Violino E Voce Sola

info:
3807222231

Sabato 8 Marzo

Latina

Piana delle orme
via Migliara 43,5
dalle ore 9.00
alle ore 19.00

La Radio, Il Suono
mostra – scambio

info:
3386155146
vai al dettaglio

Teatro
“G. D’Annunzio”
ore 21.00

Spettacolo dal titolo
L’amore e la follia
Scritto e diretto da Max Tortora con Stefano Sarcinelli

info e
prevendita:
0773414521
vai al dettaglio

Teatro
“Moderno”
via Sisto V
ore 21.00

Spettacolo dal titolo
Più Vera del Vero
di Martial Courcier
regia di Fabio Ferrari
con Giancarlo Ratti, Emy Bergamo e
Felice Della Corte

info:
0773471928
3469773339
vai al dettaglio

Circolo Hemignway
P.zza A. Moro 36
ore 22.00

Concerto di
Vera Di Lecce
opening
Piccola Pietroburgo

info:
3933364694

Sottoscala9
circolo ARCI
via Isonzo 194
ore 22.00

Girls Jus Want Have Fun
concerto delle band
The Mentos
e
Bruno Marcio

info:
3397145977

Monte San Biagio

Centro Storico

Sagra della salsiccia

info:
3408505381

Domenica 9 Marzo

Latina

Piana delle orme
via Migliara 43,5
dalle ore 9.00
alle ore 19.00

La Radio, Il Suono
mostra – scambio

info:
3386155146
vai al dettaglio

Teatro
“Moderno”
via Sisto V
ore 17.30

Spettacolo dal titolo
Più Vera del Vero
di Martial Courcier
regia di Fabio Ferrari
con Giancarlo Ratti, Emy Bergamo e
Felice Della Corte

info:
0773471928
3469773339
vai al dettaglio

Fondi

Beltempo Casa delle Arti
C.so Appio Claudio 80
ore 19.30

AperiLive
con la cantante Flo
presentazione del suo album
D’amore e di altre cose irreversibili

info:
3397034755

Monte San Biagio

Centro Storico

Sagra della salsiccia

info:
3408505381

Pontinia

Teatro
“F. Fellini”
ore 18.00

Il Collegium Musicum di Latina presenta
l’evento concerto
Mujeres del Tango
firmato da
Ana Karina rossi
nell’anno internazionale della Donna
degustazione di vini offerta dall’Az. Agr.la
Casale del Giglio

info e
prevendita:
3296150600
3356954061

Sezze

Auditorium
“M. Costa”
ore 18.00

Il gruppo Folkloristico “I Turapitto
presenta lo spettacolo dal titolo
Nu Terno a Lotto
opera dialettale di Arianna Bernasconi e Piero Formicuccia

scarica la locandina

Lunedì 10 Marzo

Latina

Libreria
La Feltrinelli
via A. Diaz 10
ore 18.30

Presentazione del libro dal titolo
Appena Ieri Eravamo Felici
di Renato Gabriele

partecipazione libera

Martedì 11 Marzo

Gaeta

Cinema -
Teatro
Ariston
ore 21.00

Spettacolo dal titolo
Ti Presento Mio Fratello
con Gino Riveccio, di Sarcinelli – Quintale – Rivieccio con la partecipazione di Gianni Ferreri regia di Gaetano Liguori

info:
0771463067

Mercoledì 12 Marzo

Gaeta

Cinema -
Teatro
Ariston
ore 17.30
20.00
22.00

Rassegna Cinematografica
Ci Rifletto Su
proiezione del film
NOI NON SIAMO COME JAMES BOND 
di Mario Balsamo.
Ore 20.00, intervento di Alessandro Izzi, critico cinematografico ed incontro con il regista Mario Balsamo

info:
0771463067

Venerdì 14 Marzo

Latina

Teatro
“G. D’Annunzio”
ore 21.00

Un’Orchestra a Teatro
concerto della
Orchestra Sinfonica “Ottorino Respighi”
Compagnia di balletto Città di Latina
Corpo di ballo della CBCL
musiche di  Puolens e Copland

ingresso
da euro 8,00
ad euro 15,00
info:
0773605551

Aprilia

Quartiere Nord,
Via veneto 2,
ore 17

Convegno dal titolo:
“La realizzazione delle opere pubbliche, evoluzione e sviluppi tra Aprilia e il territorio”.

info:
3487512384

Pontinia

Teatro
“F. Fellini”
ore 21.00

Rassegna Folk a Metà
concerto de
I Circolabili

info:
3807222231

Sabato 15 Marzo

Latina

Teatro
“G. D’Annunzio”
ore 21.00

Spettacolo dal titolo
Grido D’Amore Edith Piaf
diretto e interpretato da Gianni De Feo
testi di Ennio Speranza
con: fisarmonica, Cristiano Lui; violino, Oscar Di Raimo; chitarra, Stefano Ciotola

info:
3473143422

Circolo Hemignway
P.zza A. Moro 36
dalle ore 20.00

Hariel Fest
con le metal band
Chronic Hangover  - Electric Whale  - Elephante  - Cartagine  - Godwatt – Il Malpertugio – Misantropus

info:
3933364694

Domenica 16 Marzo

Latina

Teatro
“G. D’Annunzio”
ore 17.30

La Bohème
opera in quattro quadri
di Giacomo Puccini
libretto di L. Lillica e G. Giacosa
M° Claudio Maria Micheli
regia Sandro Santillo

ingresso euro 35,00 (galleria)
euro 45,00 (platea)
info:
0773691391
3334783817

Cisterna di Latina

Parco Naturale Pantanello
Str. Prov.le Ninfina 66
ore 16.30

Un libro nella Natura
iniziativa culturale della Fondazione Roffredo Caetani al Parco Naturale Pantanello di Cisterna
presentazione del libro
Storia della natura d’Italia
di Fulco Pratesi, presidente onorario WWF

partecipazione libera
vai al programma completo

8 [15]

Comments Nessun commento »

Un piccolo video sulla sfilata di ieri…

Video importato

vimeo Video

Comments Nessun commento »