• Amazon

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il 25 Marzo 2017 torna Earth Hour – l’Ora della Terrala più grande mobilitazione globale dei cittadini e delle comunità di tutto il Pianeta per la lotta al cambiamento climatico, promossa dal WWF Internazionale che quest’anno compie 11 anni.

Le luci si spegneranno per un’ora anche quest’anno: dalle ore 20.30 alle 21.30, attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche. La partecipazione all’iniziativa si fonda sulla semplicità ma nello stesso tempo la significatività di un gesto: spegnere la luce di una casa, di un edificio, di un monumento, l’illuminazione di una strada o di una particolare area di una città per un’ora, partecipando ad un’iniziativa di forte valenza simbolica, un’occasione per rendere esplicita la volontà di sentirsi uniti in una sfida globale.

 Anche Terracina parteciperà a questo evento mondiale spegnendo per un’ora le luci del Tempio di Giove.

 In attesa dell’Ora della Terra in città si mobiliteranno alcuni studenti del Liceo “Da Vinci” che nell’alternanza Scuola/Lavoro hanno scelto il gruppo Eventi nazionali e internazionali.

 

Nel pomeriggio alle ore 17 nell’aula magna del Liceo verrà proiettato il docu/film “BEFORE THE FLOOD”, in italiano “PUNTO DI NON RITORNO“, di Leonardo Di Caprio in collaborazione con il National Geographic (2016).

 

 “Punto di non ritorno” ha come unico protagonista lo stesso Leonardo Di Caprio, che in un viaggio durato due anni in giro per il mondo, intervista scienziati e politici per capire gli effetti che il cambiamento climatico ha avuto e sta avendo sulle nostre vite.

Di Caprio durante il suo discorso di ringraziamento dopo la vittoria dell’Oscar come migliore attore nel 2016 per Revenant disse:

“Penso alla vergogna che proveremo, quando i nostri figli e i nostri nipoti capiranno che noi avevamo la possibilità di fermare questo scempio, ma che semplicemente non c’era la volontà politica di farlo.” 

TUTTI I CITTADINI SONO INVITATI ALLA PROIEZIONE DEL FILM CHE AVRA’ INGRESSO LIBERO

In serata, al momento dello spegnimento del nostro monumento simbolo è possibile partecipare ad una cena a lume di candela presso l’Albergo Neapolis di via Lombardia ad un costo contenuto se ci si prenota.

 

Video importato

YouTube Video

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per ulteriori informazioni visitate la pagina dell’ Associazione Culturale “Anxur-Tarracina”

al seguente link: https://www.facebook.com/Anxur.Tarracina/

Video importato

YouTube Video

 

 

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ARTE ED EMOZIONI. PERCORSI E PROPOSTE DI ESPERIENZE LABORATORIALI
Incontro con il Prof. Vezio Ruggieri già docente di Psicofisiologia Clinica e attualmente docente di Fondamenti psicologici per le arti dello spettacolo. Università di Roma La Sapienza. Dirige la scuola di Artiterapie ad orientamento Psicofisiologico integrato.

Venerdì 24 Marzo ore 18:00 presso l’Albergo Mediterraneo a Terracina,

Cosa sono le emozioni?

Rispetto all’individuo e al suo modo di vivere e di funzionare le emozioni sono come le onde del mare rispetto al mare…non è possibile separare le onde dal mare perché sono modi di essere del mare!

E così le emozioni positive, negative, l’umore di fondo nei suoi sbalzi …sono modi di essere delle persone nella generale avventura della vita.

Lo studio del funzionamento psicofisico dell’individuo ha messo in evidenza il significato funzionale delle emozioni stesse che presentano un doppio volto. Da una parte c’è quello di comunicare i propri vissuti profondi al mondo esterno, basti pensare al comportamento emotivo del pianto del bambino che segnala alla madre il proprio malessere a cui si contrappone il segnale del sorriso che indica il proprio benessere. L’altro aspetto mostra invece come il soggetto attraverso cambiamenti psicofisici racconta a se stesso il proprio vissuto di benessere o malessere.

La ricerca scientifica ha fatto in questo caso notevoli progressi e comunque piacere e dolore sono il sale della vita che ci rende diversi da semplici robot meccanici il cui funzionamento è perfetto ma pur sempre non umano!

E allora…perché l’Arte?

Pensiamo al teatro, la danza, la pittura, la musica…, linguaggi universali perché raccontano e traducono le esperienze e le vicende dell’umana specie.

L’arte sviluppa un linguaggio specifico, che elude il pensiero dividente e logico e che esprime e genera emozioni!

La ricerca scientifica ha messo in evidenza il legame tra la fisiologia, cioè il funzionamento del corpo, e l’espressività emozionale.

Talvolta nel caso di emozioni negative l’individuo è pervaso da un’emozione sgradevole che non riesce a controllare mentre in altri casi un controllo eccessivo delle emozioni, spesso legato a “fattori educativi inadeguati”, fa sì che le emozioni non compaiano per niente generando un’assenza di vitalità e di esperienza umana che incide notevolmente sullo sviluppo pieno della personalità.

L’arte rappresenta dunque una via che proprio per la sua intrinseca sensorialità (non c’è musica senza suoni, non c’è pittura senza pigmenti, teatro senza parole, danza senza gesti e movimenti) può rappresentare un veicolo che attraverso l’impiego dei suoi linguaggi può riattivare la personalità coartata.

L’apprendimento e l’utilizzo dei linguaggi artistici appare in questo modo importante non solo nell’ambito della patologia, ma senza dubbio anche nello sviluppo di ogni personalità che impara ad esprimere e modulare così, le proprie emozioni.

A cura di Vezio Ruggieri ed Elena La Puca

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Nel 1968, a Strasburgo, il Consiglio d’Europa promulgò la “Carta Europea dell’Acqua”. Nel 1992, nella Conferenza di Rio, l’ONU istituì la “Giornata Mondiale dell’Acqua”, prevista all’interno delle direttive di Agenda 21. Essa cade regolarmente ogni 22 marzo e costituisce un momento importante per promuovere, da parte delle istituzioni, una maggiore conoscenza e consapevolezza dei cittadini, delle imprese, degli organismi sociali e di categoria in genere, verso la tutela e l’uso responsabile, corretto e sostenibile delle risorse idriche naturali, oltre che verso l’accesso all’acqua dolce, la prevenzione dei rischi per la salute umana e la sostenibilità degli habitat acquatici. Il tema annuale della “Giornata Mondiale dell’Acqua” 2017 è “FRESHWATER” e “WASTEWATER”: il primo termine si riferisce alle azioni mirate per la rimozione dei microinquinanti nelle acque potabili; il secondo termine si riferisce invece ai reflui che vengono scaricati nei corpi d’acqua dagli impianti di depurazione civili e industriali e alle azioni per prevenire, in senso più ampio, le possibilità che tutte le acque inquinate raggiungano le acque superficiali. Per l’occasione, il Forum di Agenda 21 Locale ha invitato tutti gli organi competenti a promuovere iniziative di conoscenza, di informazione, di educazione, di sensibilizzazione e di concreta azione per sostenere la tutela, l’uso responsabile delle risorse idriche naturali, il contrasto allo spreco, la salvaguardia della salute e l’ecosostenibilità della città e del territorio. Il Forum di Agenda 21 Locale, inoltre, come negli anni passati, ha organizzato, per la ricorrenza del 2017, in collaborazione con il WWF Litorale Pontino e l’Archeoclub d’Italia-Sede di Terracina, una visita culturale ad alcuni dei più significativi “Luoghi dell’Acqua” cittadini, dal titolo “Sorgenti, acquedotti, fontane, reti idriche ed altro ancora attraverso il Centro Storico alto e il Centro Storico basso di Terracina”. L’iniziativa si svolgerà domenica 26 marzo 2017, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, con appuntamento, per i partecipanti, fissato alle ore 9.30 presso il Parco della Rimembranza, in Via S. Francesco nuova.

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »


Mercoledì 15 marzo, durante la consueta udienza generale in piazza San Pietro , l’artista Pasquale Basile ha consegnato
al Pontefice la scultura “ANGELUS MISERICORDIAE”, realizzata a conclusione del recente Giubileo della Misericordia. 
Un dono molto apprezzato da Papa Francesco il quale, durante l’incontro privato presso “L’Arco delle Campane”, ha 
ringraziato lo scultore mostrando entusiasmo e interesse per la teologia espressa dall’opera “un angelo teso a spiegare 
il dono della Misericordia attraverso un viso con la capigliatura alata che è la rappresentazione della mano di Dio. 
Un’immagine protesa verso il basso che esprime la volontà di Dio non solo nel perdonare, ma anche nel comprendere. 
E’ l’inversione del concetto di direzione delle istanze che da Dio ora, attraverso l’Angelo, giungono all’intera umanità. “ 
Una scultura monumentale, alta più di tre metri, perfetta espressione di quella Misericordia che lo stesso Papa ha definito 
”L’atto ultimo e supremo con il quale Dio ci viene incontro”. 
Presente alla consegna anche Poste Italiane, nella persona di Arcangelo Palmacci, che ha omaggiato il Santo Padre con
un folder filatelico ed un “Foglio Erinnofilo” realizzato appositamente per questo evento. 
A supporto dell’iniziativa, inoltre, il Club per l’UNESCO di Roma rappresentato dalla Presidente Avv. Maura
Gentile e dal Prof. Paolo Calabrese, Il Club per l’UNESCO di Terracina dal Presidente Pasquale Basile, Il
Club per l’UNESCO di Lucca dal Presidente Prof. Raffaello Nardi e dalla Dott.ssa Annateresa Rondinella,
la Commissione Nazionale Italiana UNESCO e l’Associazione per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile dal
Presidente Prof. Giovanni Puglisi. Era presente anche lo sponsor Ufficiale il Presidente Pierluigi Testi
per la Testi Group di Verona.
A vegliare sull’intero svolgimento del programma, con competenza e professionalità, il Prefetto Gianni Bellesini ed i 
suoi collaboratori. 
Una giornata sicuramente indimenticabile per l’artista originario di Messina, ma residente a Terracina, che da anni 
ormai si distingue in Italia e all’estero per la sua arte raffinata, scenografica e originale che trova
espressività in particolare nella realizzazione di opere bronzee.
Si può dire quindi che da oggi in Vaticano, tra i tanti angeli, spicca anche l’Angelo della Misericordia di Pasquale Basile. 

 

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Associazione LA PEDAGNALONGA in collaborazione con A.S.D. ATLETICA HERMADA il 23 Aprile 2017 Presenta la
44^ PEDAGNALONGA di Borgo Hermada.

La Pedagnalonga

Un piacevole percorso nelle strade e nel verde delle campagne di Borgo Hermada, che attraversa i caratteristici poderi della Bonifica Pontina ed i luoghi più significativi che hanno segnato la storia antica e moderna di questa parte del territorio dell’Agro Pontino.
Lungo il percorso è possibile degustare le tipiche specialità gastronomiche e vinicole locali nei numerosi punti di ristoro tradizionalmente gestiti dalle famiglie del borgo.

 

 

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PRIMA RAPPRESENTAZIONE A SAN MAGNO (VEDI SECONDA LOCANDINA)

LA SECONDA A TERRACINA (VEDERE PRIMA LOCANDINA)

 

 

 

 

 

 

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Primo appuntamento con “A spasso nel Medioevo”, laboratorio di storia dell’arte per bambini!
Nel nostro viaggio nel tempo ci trasformeremo in veri artisti medievali e realizzeremo la vetrata di una cattedrale gotica e un mostruoso Gargoyle!

Comments Nessun commento »

 

Domenica 19 Marzo 2017  alle ore 11:30 presso Piazza Santa Domitilla, Terracina.

Appuntamento tematico, questa volta riguardante la Bonificazione della Palude Pontina, o meglio le tante bonifiche, da quelle tentate a quelle riuscite. Un cambiamento topografico radicale che ha permesso l’urbanizzazione di una terra inospitale. 
Visita guidata con contributo 5.00€ 

Info e prenotazione obbligatoria 3274529431

Note del WebMaSTeR

Organizzatore: Ar.Te.S

Fonte della notizia: Evento Facebook

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si informa l’utenza che è stato ripristinato le funzionalità della centrale di Ponticelli dopo gli atti vandalici avvenuti nella nottata.

Unità Pronto Intervento Acqualatina S.p.A.

 

Prot. num. 1439 Latina, martedì 14 marzo 2017

Oggetto: Abbassamento idrico nel Comune di Terracina causa atti vandalici

Si informa l’utenza che, a causa d’atti vandalici presso la centrale di Ponticelli, avvenuti nella nottata, si potrebbe verificare un abbassamento della pressione con probabile mancanza d’acqua ai piani più alti sull’intero territorio del Comune di Terracina. I tecnici Acqualatina sono già al lavoro per verificare il danno e risolvere il problema. Sarà cura di Acqualatina fornire tempestive informazioni sull’orario di ripristino del servizio. Unità

Pronto Intervento Acqualatina S.p.A.

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per ulteriori informazioni visitate la pagina della nostra

Associazione Culturale “Anxur-Tarracina”

al seguente link: https://www.facebook.com/Anxur.Tarracina/

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il lavoro costituisce l’ideale continuazione del volume Terre di Confine, pubblicato nel 2013 a cura del Dipartimento Sperimentale – Area Storico-Ambientale del Liceo “Leonardo da Vinci” di Terracina. In quell’occasione, si vollero analizzare le testimonianze scritte dei viaggiatori stranieri che, nel corso dei secoli, avevano attraversato la frontiera fra lo Stato Pontificio e il Regno di Napoli, concentrando l’attenzione soprattutto sulle sensazioni e sui giudizi riguardanti il contesto sociale da essi incontrato.
Se, quindi, con il volume precedente si è preferito esaminare la letteratura odeporica riguardante la zona posta fra Terracina e Fondi, in questa seconda fase si è scelto di studiare le memorie dei viaggiatori stranieri relativamente al territorio delle Paludi Pontine, che essi dovevano attraversare per giungere alla frontiera fra i due Stati. Anche in questo caso le traduzioni dall’inglese sono state affidate a gruppi di studenti, seguiti dai propri insegnanti di lingua, consentendo in tale modo un nuovo approccio didattico alla disciplina, finalizzato all’ampliamento delle conoscenze, delle competenze e delle abilità.
Allo scopo di contestualizzare tali informazioni, il gruppo di lavoro ha ritenuto opportuno affrontare l’analisi del territorio pontino prima della Bonifica integrale degli anni Trenta del Novecento. Sono stati, così, dedicati capitoli sia alla situazione precedente l’età moderna, dalla Preistoria al Medioevo, sia alla società e all’economia della zona dal Settecento all’inizio del Novecento, fino ad esaminare la vita quotidiana nelle paludi, la cui descrizione ha trovato riscontri nelle notizie fornite dai viaggiatori del Grand Tour.
Un ultimo capitolo è stato destinato allo studio della malaria sul piano medico-scientifico, allo scopo di consentire una visione moderna ed aggiornata di tale morbo, rispetto ai pregiudizi e alle credenze che per secoli hanno contrassegnato l’origine e gli effetti della malattia.

Comments Nessun commento »

Video importato

YouTube Video

Comments Nessun commento »

il 9 Aprile dalle ore 18:00 avrà luogo la rappresentazione:

“LA PASSIONE DI CRISTO” in Piazza Municipio, Terracina

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Venerdì 24 febbraio alle ore 17,00, presso la Biblioteca Adriano Olivetti, presentazione del libro “Melodie e Salpiglossis” del Dott.  Fabio Renzi. Sarà presente l’autore.

il Libro Melodie e Salpiglossis ha il titolo di una poesia che è nel volume; è una raccolta di poesie con alcuni disegni a pastello di parti di piante come foglie, fiori, frutti, o la pianta per intero. I soggetti sono la pianta e il mondo vegetale in rapporto con i seguenti argomenti: il mondo femminile, la cosmesi, l’abbigliamento da donna, la musica, la pittura e le arti, i lavori artigianali, i viaggi turistici e culturali, la geografia, la storia, la fotografia, camminare, passeggiare, la cucina con le relative ricette, il giardinaggio, la letteratura, il mare, gli enigmi, i rebus, gli anagrammi, le sciarade, i neologismi. Ci sono molte rime classiche e nel verso, come tra tiglio e salsapariglia, oppure le rime tra mirtillo, alchemilla, tormentilla, pulsatilla. Tra i miei disegni ci sono: il pungitopo, la vite del Canada, l’angelica, la quercia, la soia.

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

GFNY Italia Stage Race è prova di qualificazione per il  Campionato Mondiale Campagnolo GFNY che si terrà a New York il 21 maggio.  Corridori provenienti da oltre 90 paesi competono in Italia, nella patria delle granfondo, per il prestigioso titolo statunitense. E ‘il culmine della serie mondiale di granfondo con 14 gare disputate in Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Germania, Francia, Indonesia, Italia, Malesia, Messico e Uruguay.

Alla GFNY Italia Stage Race, il primo 10% di ogni categoria si qualificheranno per la griglia “elite” del Campionato Mondiale Campagnolo GFNY a New York. Inoltre, tutti i “finishers” del GFNY Italia Stage Race godranno di una speciale griglia. 

Sarà un week end lungo quello della GFNY Italia 2017. L’evento dal sapore italo-americano sarà infatti spalmato su 3 giorni: da venerdì 17 a domenica 19 marzo. Le strade di Terracina (Lt) saranno prese d’assalto dai ciclisti provenienti da tutto il mondo per l’evento che promuove in Italia la Campagnolo Gran Fondo New York. 

La GFNY Italia diventa una gara a tappe. Al costo di 69 euro è possibile abbonarsi a tutte e tre le gare che si terranno dal venerdì alla domenica, partecipando quindi anche alla classifica generale finale. La cronoscalata avrà luogo il 17 marzo alle ore 14, mentre il giorno seguente, sempre alla stessa ora, avrà luogo la gara in linea; infine, domenica 19 marzo alle ore 9, prenderà il via la Gran Fondo. Quartier generale dei tre giorni sarà la città di Terracina (Lt). 

Per chi vuole partecipare anche solo una delle tre gare è possibile iscriversi singolarmente: la crono ha un costo di 10 euro, la gara in linea del sabato di 15 euro e la gran fondo della domenica 50 euro. Sia l’iscrizione alla singola granfondo che quella all’interaGFNY Italia Stage Race, includono nel pacco gara la maglia tecnica made in Italy, prodotto di alta qualità per materiali e manifattura.

Le opportunità non finiscono qui: il comitato organizzatore di GFNY Italia mette a disposizione degli appassionati anche una classifica combinata con il percorso lungo della Granfondo Pissei dei Laghi. Al costo di 70 euro (entro e non oltre il 28 febbraio) è infatti possibile partecipare al percorso lungo della Granfondo Pissei dei Laghi del 12 marzo e alla granfondo della GFNY Italia Stage Race: verranno premiati i primi 3 di ogni categoria che avranno preso parte alla classifica combinata, partecipando a entrambe le manifestazioni. 

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Noi siamo i miti che leggiamo…

I.P.S. “A. FILOSI di TERRACINA
INDIRIZZO SERVIZI SOCIO-SANITARI 
Conferenza per il percorso didattico 
“IL LABORATORIO DELLE EMOZIONI”

“Perché Ulisse torna sempre”… con Simone Di Biasio

VENERDI’ 17 FEBBRAIO ORE 15.00 
PALAZZO DELLA BONIFICA 
TERRACINA

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 16 al 28 Febbraio 2017, dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 10,00 alle 12,00, presso l’Ufficio Trasporti ( Via Appia km. 99,600, accanto ex sede Vigili del Fuoco) saranno rilasciate le tessere per le agevolazioni tariffarie per il Trasporto Pubblico Locale.

I PENSIONATI, dovranno presentare l’ultima dichiarazione dei redditi, CUD, UNICO, o 730;

Gli ULTRASETTANTENNI dovranno presentare il certificato ISEE in corso di validtà (2016);

Gli INVALIDI dovranno presentare la cerificazione dì INVALIDITA’ rilasciata dalla Commissione Medica.

Ogni categoria dovrà inoltre presentare una foto tessera e un documento di riconoscimento valido

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tempio di Giove e Museo della Città: neii mesi di febbraio e marzo INGRESSO GRATUITO e visite guidate su prenotazione.

Apertura al pubblico dal Venerdì alla Domenica nei seguenti orari:

Tempio di Giove dalle 10.00 alle 13.00 dalle 14.00 alle 17.00

Museo della Città dalle 10.00 alle 13.00 dalle 15.00 alle 19.00

Info. e Prenotazioni: artes.onlus@libero.it cell.3274529431

Comments Nessun commento »

 

LUNEDÌ 06 MARZO ALLE ORE 21:00 PRESSO IL CINEMA TEATRO TRAIANO
L’INCASSO SARÀ COMPLETAMENTE DEVOLUTO AL “PROGETTO SORRISO”

“Progetto Sorriso” è il progetto al quale abbiamo aderito. Questa iniziativa raccoglie fondi per costruire dei centri polifunzionali finalizzati ad attività didattiche,ricreative ecc. delle zone terremotate (Amatrice,Arquata del Tronto ed Accumoli).
Il progetto è consultabile su Internet.
In collaborazione con LE ASSOCIAZIONI:
AL A NON
ANNA LAURA
AVATAR
AVIS
AVO
CENTRO D’AIUTO ALLA VITA
CARITAS
COORDINAMENTO ITALIANO LEF
CROCE ROSSA ITALIANA
FIDAPA
GRUPPO ERMADA
ISTITUTO GREGORIO ANTONELLI
NADYR
OASI
PARCO OASI
RETE SOLIDALE
SIAMO LA VITA
WWF LITORALE LAZIALE GRUPPO ATTIVO

NOI CI SIAMO E VOI?

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

(comunicato del comune di Terracina)

La Delibera di Giunta comunale n.26 del 7 febbraio scorso, ha approvato lo schema di un protocollo d’intesa tra Comune di Terracina ed Enel Energia Spa.
Quello licenziato è un documento che viene incontro alle politiche di mobilità sostenibile dell’Ente ed è in linea con quelle ambientali, il tutto finalizzato alla sensibilizzazione all’uso della bicicletta e dell’auto elettrica.
In particolare il protocollo d’intesa con Enel Energia prevede iniziative gratuite da offrire al pubblico attraverso giornate sperimentali di “bike test” (biciclette a pedalata assistita), l’organizzazione di eventi “test–drive” (con auto elettriche), ma anche per la promozione all’utilizzo dei veicoli elettrici e delle relative infrastrutture di ricarica, oltre alla realizzazione di eventi collegati alla sensibilizzazione delle nuove tecnologie di Energy storage per impianto fotovoltaico.
Dopo il positivo passaggio in Giunta comunale adesso c’è da attendere la firma del Sindaco sul protocollo d’intesa, e solo successivamente l’avvio della parte operativa sottoscritta.

Comments Nessun commento »

Video importato

YouTube Video

Credits: Daddo Frainetti

Comments Nessun commento »

Sono disponibili presso la Biblioteca Comunale di Terracina “ libri a grandi caratteri”

Grazie al loro formato tipografico e alla particolare impaginazione, consentono una lettura più agevole alle persone con difficoltà visive, agli anziani e ai dislessici. 

Sono disponibili presso la Biblioteca Comunale di Terracina

libri a grandi caratteri”

Grazie al loro formato tipografico e alla particolare impaginazione, consentono una lettura più agevole alle persone con difficoltà visive, agli anziani e ai dislessici.

Queste caratteristiche grafiche «mirano» a soddisfare

IL PIACERE DI LEGGERE SENZA FATICA.

Per “LEGGERE”

in tanti modi diversi…

Il libraio che imbrogliò l’Inghilterra-Lo scrittore automatico di Roald Dahl -

Ediz. a caratteri grandi Edizioni Angolo Manzoni – 2000

Due racconti pieni di ironia sul mondo dei libri. Qual è il segreto che consente a un (apparentemente) rispettabile libraio antiquario londinese di condurre una vita lussuosa e spregiudicata con la sua amante segretaria? Di che cosa trattano quei libri che tanti clienti rispettabili gli richiedono con la massima discrezione? Nel secondo racconto, “Lo scrittore automatico”, un giovane aspirante scrittore, rifiutato da tutte le riviste letterarie e da tutti gli editori, inventa una strana, misteriosa macchina… Due racconti intelligenti e divertenti, tipici di quell’affilata vena ironica e satirica che contraddistingue le opere di Dahl.

Donna Lucrezia. Sposa di Guido Aldobrandino, generale dalla doppia casacca. Ediz. a caratteri grandi di Anna M. GallettoEdizioni Angolo Manzoni – 2012

Novembre 1929. Il Priore dell’Abbazia di Pomposa ritrova un diario di carta pergamena, con due iniziali che riportano a Lucrezia Trivulzio… È lo spunto per una ricostruzione liberamente romanzata della vita della devota Principessa, nata a Milano nel 1582, vissuta a Torino e a Casale Monferrato. Sposa di Guido San Giorgio di Biandrate detto l’Aldobrandino, patrizio monferrino e generale coi colori del Gonzaga e con quelli del Duca di Savoia. Dai sogni di fanciulla alle nozze, dalle aspettative deluse alla scoperta della libertà del pensiero, fino alla morte di peste nelle lagune ferraresi del delta del Po, accanto all’unico uomo forse mai amato: una visione umana e alta della donna, aperta, per quei tempi splendidi ma pervasi di fanatismo e di ignoranza.

Una bambina e basta di Lia LeviEdiz. a caratteri grandi Edizioni Angolo Manzoni

Questo è la storia di una bambina ebrea e del suo rapporto con la madre. La piccola viene nascosta in un convento cattolico alle porte di Roma per sfuggire alla deportazione. È attratta dal dio “buono dei cristiani e non da quello sempre arrabbiato degli ebrei”, dalla sicurezza di quel mondo cattolico non minacciato, da una lieve vertigine mistica ambiguamente incoraggiata da qualche monaca, dalla speranza d’interpretare la Madonna alla recita di Natale. Ma quando è a un passo dall’abbracciare la nuova fede, interviene la madre, “tigre, leonessa, che ha poco tempo per libri e sinagoghe perché deve difendere le figlie”, la loro vita ma anche la loro identità minacciata. Solo a guerra terminata potrà dire alla figlia: tu non sei una bambina ebrea, sei una bambina e basta.

Maricela. Ediz. a caratteri grandi di Marzio BertottiEdizioni Angolo Manzoni – 2009

La vicenda prende spunto dai drammatici fatti di cronaca nera italiana che coinvolgono gang giovanili latinoamericane. Le indagini dell’ispettore Lorenzo Sacco partono dal borgo San Salvario, luogo in cui da un secolo s’infrangono i sogni di tutti gli immigrati giunti a Torino, e proseguano per arrivare ai ghetti di Los Angeles, ai barrios del Centro America, dove regna la Mara Salvatrucha, frutto violento del liberismo economico e della globalizzazione dell’ingiustizia…. Una discesa agli inferi delle megalopoli, pattumiere popolate da disperati disposti a tutto, dove gli orfani di tutte le guerre, ragazzini intossicati dalla propria violenza, non hanno altra storia se non quella che portano tatuata sul corpo.

La repubblica con Masaniello Re. Ediz. a caratteri grandi di Emidio Tomai PitincaEdizioni Angolo Manzoni – 2012

Frat’Eutichio, ultimo monaco ortodosso di San Basilio, racconta al piccolo Rafiluccio le vicende che pochi anni prima hanno sconvolto un paese del tarantino, Pulsano, 600 anime appena in quel 1647: contadini e pescatori analfabeti, che alla notizia della rivoluzione napoletana di Masaniello si ribellano alla tirannia del loro feudatario. Mentre Raffaele, giovane mercante e capo dei rivoltosi, alla cacciata del viceré di Spagna propugna un re napoletano, la comunità invoca una paradossale “repubblica con Masaniello re”. Dopo il fallimento della rivoluzione, Raffaele scompare… Storico e corale, per la partecipazione alla vicenda di un intero paese, il romanzo fa rivivere episodi e personaggi, le espressioni colorite del parlato e quelle della liturgia, il tutto registrato in documenti d’archivio. Postfazione di Alberto Altamura.

Il mandarino – La buonanima Seguito da “La buonanima“di Jose Maria Eca de Queiros

L’imprevedibile avventura di un tranquillo impiegato di Lisbona che, suonando un campanello piovuto dal nulla, provoca la morte di un Mandarino cinese, ereditandone così le ricchezze. Una storia magica ma allo stesso tempo ironica, ricca di colpi di scena

 Terra del Fuoco di Francisco Coloane Ediz. a caratteri grandi –

Edizioni Angolo Manzoni

Avventurieri disperati, cercatori d’oro, rivoluzionari in fuga, marinai sfortunati e capitani coraggiosi: sono questi i personaggi che popolano i nove racconti riuniti in questa raccolta. Figure indimenticabili che gravitano tutte attorno al protagonista indiscusso delle storie: la natura. Quella natura d’inquietante e desolata bellezza che domina il paesaggio aspro e selvaggio della Terra del Fuoco e che assurge a simbolo ideale e totale della elementare e incessante drammaticità delle passioni umane.

Il vecchio e la sirena. Ediz. a caratteri grandi di Mauro Marcone

Edizioni Angolo Manzoni – 2014

Comments Nessun commento »

Gli archeologici hanno sempre evidenziato come nella zona compresa tra la punta di Monte Leano e

l’ingresso alla città vi siano evidenti tracce della centuriazione dell’agro terracinese, effettuata in

epoca romana, e dello stesso periodo vestigia importanti.

Siti archeologici sono infatti segnalati nella zona di Monte Leano, Monte Romanelli, Piano di Roja

e nella contrada “I Monumenti” o “Valle dei Santi”, così come nella contrada San Cesario ove è

attestata, presso la chiesa omonima, una vasta necropoli di età romana e medievale, nelle

contrade Mellone e Le Mole e in località Caselle.

Resti notevoli sono stati poi rinvenuti in contrada Scifelle, in quella di San Silvano e in contrada

Campolungo, dove vi è un piccolo ma interessante santuario rupestre ricavato nella roccia,

nonché i resti di un edificio in opus mixtum con tracce di un pavimento musivo caratterizzato

da un motivo a girali di foglie. 

Con questi cromosomi storici è ovvio che in queste zone ogni volta si procede a lavori di scavo

vi è la possibilità riportare alla luce reperti archeologici di enorme valore, che permettono

anche di scrivere pagine nuove sulla storia di quella che fu la città e il suo territorio in epoca

romana. 
Ed è proprio durante i lavori di sistemazione di una conduttura in contrada San Silviano da

parte della ditta Snam che è comparsa dall’oblio una vasta area funebre, ma anche un

basamento, forse di un mausoleo, un cippo capovolto, il coperchio di un’urna funeraria, una

fondazione muraria con strada e ciottoli, un muro di cinta di circa 50 metri, una struttura

perimetrale forse appartenente ad una villa romana, una strada basolata con marciapiedi.

Il tutto in perfetto stato di conservazione, anche se dalla loro realizzazione ad oggi sono

trascorsi circa 2000 anni.
Queste scoperte sono state presentate ieri in un incontro con la stampa locale alla quale

hanno partecipato il sindaco Nicola Procaccini, la dottoressa Nicoletta Cassieri della

Sovrintendenza ai Beni Archeologici, l’assessore alla Cultura Barbara Cerilli, l’ingegner

De Castro della società Snam e l’archeologo Stefano Mini, della società cooperativa di

archeologia e promozione culturale.


A breve, come ha annunciato la dottoressa Cassieri, si svolgerà un altro incontro stampa

dove verranno illustrati gli sviluppi relativi agli scavi effettuati nell’area archeologica della

stazione Agip di via Roma.

Nota: quanto sopra è il Comunicato tratto dal sito comunale

 

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Associazione AnXuR-TaRRaCina ( https://www.facebook.com/Anxur.Tarracina/)

presenta la registrazione integrale della conferenza stampa

del 01/02/2017 dal titolo “Memorie dal sottosuolo. 

Scoperte a margine di un metanodotto nella Valle di Terracina".
Sono intervenuti il sindaco di Terracina Nicola Procaccini, Nicoletta Cassieri della Sovrintendenza 
ai Beni Archeologici, Barbara Cerilli assessore, l'ingegnere De Castro della società SNAM e Stefano Mini, archeologo. 
La conferenza si è svolta con l'ausilio di foto che mostravano i ritrovamenti e le 
scoperte sino ad oggi avvenute durante i lavori di posa delle tubazioni di un metanodotto
lungo la strada di San Silviano.
Video importato

YouTube Video

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Archeoclub di Terracina comunica che sull’ultimo numero

della rivista “Annali del Lazio Meridionale”, disponibile presso

la libreria BookCart di Terracina, è stato pubblicato un saggio

sulla più antica carta archeologica della città, risalente al 1854

e conservata presso l’Archivio di Stato di Latina.

Lo studio è stato svolto da Rosario Malizia,

Segretario dell’Archeoclub di Terracina.

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per ulteriori dettagli visitare la pagina della Associazione AnXur – Tarracina al seguente Link:

https://www.facebook.com/Anxur.Tarracina/

Comments Nessun commento »


Pochi sanno che, secondo fonti antiche, vicino a Terracina e precisamente nella
piana di Fondi sorgeva l'antica città di Amyclae.
Sempre secondo le fonti sarebbe stata una colonia greca, fondata dai Laconi, 
sotto la guida dei Dioscuri e di Glauco, figlio del re di Creta Minosse: 
le fu dato un nome che ricordava molto quello di Amicla, figlio del fondatore 
di Sparta, Lacedemone. 
I Laconi si fusero poi con la popolazione indigena degli Ausoni, e
il loro re Camerte, giovane e biondo figlio del rutulo Volcente, avrebbe
combattuto contro Enea come alleato di Turno, venendo ucciso proprio dal capo
troiano.
La leggenda narra che Amyclae sarebbe stata abbandonata per un'invasione di
serpenti, oppure perché i suoi abitanti, legati ad una setta pitagorica votata
al silenzio, si sarebbero rifiutati di dare l'allarme all'arrivo dei nemici e
sarebbero quindi stati sterminati in un attacco. La città era già data per
scomparsa da tempo nel II secolo a.C.
Vi è una grossa disputa tra gli storici su dove fosse situata esattamente ma a 
noi piace pensare che fosse vicinissima a Terracina e a questa ipotesi ci è
di conforto il testo di un libro di circa un paio di secoli fa che recita quanto segue:
"Nella piccola curva, che forma la strada Appia dall'Epitaffio nel venire a 
Portella esisteva una Villa ad un tale Giulio Frontino appartenente.
Passando un poco più innante s'incontra un luogo denominato Canneto
Qui fa duopo intrattenerci per poco e percorrere quei siti per curiosare i
ruderi della distrutta Amicle, Città da tutti glì istorici, e poeti rammentata, 
Città che secondo il Solino fu fabbricata da Greci. [...]
I ruderi di questa celebre, ma sventurata Città, che oggigiono si osservano
dopo l'asso di circa trentatre secoli, non ci danno a divedere, se non pochi
avanzi di bagni, e di un circo destinato ai giuochi pubblici, e che volgarmente
Vasche di Amicle si addimandano: altre anticaglie rimangono postutto sepellite
nelle arene del contiguo mare. Nella foce di S.anastasio osservasi piccoli 
rottami degli ancoraggi dell'antico porto Amiclano, che questa foce per rada
teneve, e che furono distrutti come dicemmo (parte I.a) tra per impedire 
l'entrata delle flotte dei pirati levantini, come per le ultime bonificazioni
in tal punto fatte. Il mare Tirreno che ne bagna la sponda si chiamava
Amiclano, ed il Lago grande istesso che piuttosto braccio di mare dir si potrebbe
per la sua considerevole estensione, si chiamò Amiclano."
in altro libro un po' piu' vecchiotto si legge:
"La città di Amicle, alla quale condur dovette questa vie, e poscia a Spelonca,
fu circa due miglia più in quà di Terracina, nel luogo ove anche al presente
si veggono rovine, e che dal volgo "A Micano" si appella quasi "Ad Amiclanum", 
in poca distanza dal mare, e dal lago cotanto rinomato di Fondi. "
infine, in un ulteriore testo antico si legge;
"...dal sig. Notarjanni finalmente si scrisse, che passato il fiumicello Canneto
presso Terracina si trovino le ruine di Amicle, di cui sono ancora visibili
alcuni rottami di edifici, ed alcune conserve di acqua, che si chiamano
"le vasche di Amicle, ed anche "le grotte di Amicle, quantunque gran parte sia sepolta
sotto le arene del mare."

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aspettando la mezzanotte: Capodanno a Ponza
Per chi ama il mare e la splendida Ponza, un capodanno nel cuore dell’isola pontina potrebbe essere un’occasione imperdibile, e arrivando a Ponza proprio nella sera di San Silvestro troverà una festa in piazza ad accoglierlo organizzata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con la Pro Loco di Ponza.

A partire dalle 23.00 in piazza Carlo Pisacane si potranno ammirare diverse attrazioni e spettacoli a cura della Shape Company: dal classico spettacolo pirotecnico ai più innovativi spettacoli realizzati con fasci di luci al led, danze acrobatiche come la pole dance e discipline mozzafiato come il verticalismo e la acrobalance e spettacoli con il fuoco.

Non mancherà la musica dal vivo e un dj set per ballare tutta la notte, a cura di Massimo e Mario.

Allo scoccare della mezzanotte panettone e spumante per tutti i presenti.

 

Comments Nessun commento »

A Formia doppio appuntamento di Piazza. In Piazza Vittoria la notte di San Silvestro è dedicata alle famiglie con le note funky-soul della “Wonderband”, formazione di otto elementi capitanata da Claudio Zitti, già tastierista di Fiorella Mannoia, Biagio Antonacci, Laura Pausini, Amii Stewart, Paul Joung, Al Bano & Romina e molti altri. In Largo Paone invece la festa dedicata ai giovani con la grande notte dance che trasformerà la piazza in una discoteca all’aperta. Ad esibirsi al dj set Max Guadalaxara, Erasmo Pannone, Fabrizio Fontana e Pepos Dj. Entrambi gli eventi partono alle 23.30.

Comments Nessun commento »

 

Musica in piazza e Cinzia Leone al teatro D’Annunzio sono le iniziative proposte dall’Amministrazione Comunale alla città per festeggiare l’arrivo del nuovo anno, entrambe organizzate in sinergia con la Pro Loco e inserite nel programma di eventi “A Latina è due volte Natale”.

Alle 22.30, sul palco allestito in Piazza del Popolo, salirà il coro gospel “Big Soul Mama” diretto dal Maestro Roberto del Monte. Allo scoccare della mezzanotte brindisi di buon augurio cui seguirà il dj set di Massimo De Martino.

L’appuntamento al Teatro comunale è alle 22.15 con Cinzia Leone e lo spettacolo “Mamma sei sempre nei miei pensieri. Spostati” interpretato dall’attrice romana e scritto a quattro mani con Fabio Mureddu che firma anche la regia. «E’ uno spettacolo sulla “mammità” – ha anticipato la Leone nella conferenza stampa di presentazione delle iniziative per il Natale – sul distacco dal cordone ombelicale, su come la mamma condiziona i nostri atteggiamenti, i nostri pensieri e tutto il nostro essere, e viene “analizzata” comicamente l’impronta che ogni madre lascia sulla propria figlia e che la figlia lascerà a sua volta sui propri figli».

(Biglietti disponibili al botteghino del D’Annunzio).

Il D’Annunzio aprirà anche il primo gennaio per il tradizionale Concerto di Capodanno organizzato dal Campus Internazionale di Musica e dalla Federlazio. Per la trentesima edizione dell’evento suonerà a partire dalle 19.00 l’Orchestra Roma Classica composta da oltre 40 elementi diretti dal Maestro Benedetto Montebello.

Comments Nessun commento »

 

Capodanno in piazzetta a Sperlonga… si festeggia il 2017

Un Capodanno in piazza tra musica e divertimento è quello che si svolgerà a Sperlonga in Piazza della Libertà, più conosciuta come la piazzetta.

Una lunga tradizione di festeggiamenti che quest’anno vedranno la partecipazione come conduttore di Corrado Gentile, voce storica di RDS e il dj Felix Giuliani che mixerà musica house e vintage per tutta la notte.

Tra bellezze naturali e lo splendido borgo di Sperlonga, non solo si potrà ballare e ascoltare musica, ma si potrà cenare e brindare all’arrivo del 2017.

Appuntamento a Sperlonga per la serata di sabato 31 dicembre.

 

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

  • Amazon

    Amazon
  • Circolo Scacchistico di Terracina