Comments Nessun commento »

L’Amministrazione Comunale di Terracina e la De Vizia Transfer informano i cittadini che dal prossimo venerdì 31 luglio fino al 6 settembre 2015, saranno attivate, nelle aree turistiche della città (lidi, strutture ricettive, ecc.)specifiche attività di promozione della raccolta differenziata, rivolte, principalmente a turisti italiani e stranieri. 

Dal prossimo week end turisti e visitatori vedranno presso le principali aree della città, dei giovani informatori ambientali in sella a delle speciali biciclette informative. Il loro compito sarà quello di sensibilizzare con specifici materiali informativi in multilingua, turisti e visitatori, sulle principali regole da seguire per tutelare il territorio comunale di Terracina e per contribuire alla pratica della raccolta differenziata 

Il Comune ha deciso, inoltre, di promuovere la raccolta differenziata anche in spiaggia. Infatti, nel corso del mese di agosto, degli attori esperti in tematiche ambientali terranno degli spettacoli di animazione presso i principali lidi, che coinvolgeranno piccoli e grandi.

 

 

 

Di seguito le date e l’elenco dei Lidi che ospiteranno gli animatori ambientali:
1       31/07 – ITAL CANADA
2       01/08 – FOCE SISTO
3       06/08 – PUNTO BRASIL 
4       07/08 – PRIMO CIRCOLO RENIERO
5       11/08 – SIRENELLA
6       12/08 – WHITE BLACK

 

Per mantenere le spiagge pulite, nel corso dei prossimi giorni, saranno consegnati alle direzione dei lidi, degli speciali posacenere da spiaggia.
Per saperne di più sui nuovi servizi è possibile:
·        Contattare il NUMERO VERDE 800.99.29.90 (attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00);
·        Recarsi presso l’INFO POINT in Piazza Mazzini (aperto: lunedì/mercoledì/venerdì/sabato dalle ore 10:00 alle ore 13:00 e martedì/giovedì dalle ore 15:30 alle ore 19:00);
·        Consultare il SITO WEB dedicato www.differenziataterracina.it.

 

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Giovedì 30 Luglio
Latina
Giardini
Palazzo comunale
P.zza del Popolo 1
ore 21.00
L’Ass.ne Cult.le Eleomai presenta
I Salotti Musicali - Summer Edition
Concerto della
Med Free Orkestra
e il rapper romano
Amir
info:
3384874115
vai al
programma
completo
Cori
Caffè del Cardinale
via Umberto I
loc. Giulianello
ore 22.00
Concerto del duo di musica popolare del Lazio
Canusìa
ingresso libero
info:
069665200
Sabaudia
Centro Eventi
via Lungo Sisto
B.go Vodice
ore 19.30
FESTA DELLA BIRRA
Musica, gastronomia e …
tante birre bavaresi!
FINO AL 2 AGOSTO
vai al dettaglio
Sperlonga
P.zza Fontana
ore 21.15
Incontro con
Marisa de’ Spagnolis
archeologa e scrittrice
autrice de
La grotta di Tiberio a Sperlonga e le sculture di soggetto omerico
partecipazione libera
Terracina
Groovy
P.zza della Republica
ore 22.00
Concerto dei
Mama Oxum
reunion tour
info:
3287582803
Venerdì 31 Luglio
Latina
Park Hotel
Via dei Monti Lepini km. 25,000
ore 19.00
L’A.I.S. di Latina presenta
Wine & Beer
Gli amanti della Birra e del Vino, operatori del settore, curiosi del buon bere avranno modo di entrare in contatto con questa particolare realtà nazionale e degustare nei banchi di assaggio oltre ai Vini spumante anche Birre tra le principali realtà italiane accompagnati da piccoli stuzzichini, il tutto “raccontato” da esperti sommelier della delegazione di Latina
ingresso banchi degustazioni euro 10,00 
El Paso Summer
ore 22.00
Concerto di
Joe D’Urso with the Backstreets.
info:
vai al sito
Bacco&Venere
via P.R. Giuliani
ore 22.00
Concerto del duo di musica popolare del Lazio
Canusìa
info:
3284129002
Pontinia
P.zza Indipendenza
dalle ore 21.00
Sonic Factory IV
concorso per artisti con più di 20 artisti provenienti da tutta Italia si sfideranno sul palco. Due giorni di grande musica live ricca di ospiti e sorprese
ingresso libero
Priverno
B.go S. Antonio
ore 22.00
Concerto della
Savioli Big Band
ingresso libero
Borgo di Fossanova
ore 22.00
Fossanova in Musica
concerto della
Estaciòn Esperanza Ukulele Street Band
ingresso libero
Sabaudia
P.zza del Comune
ore 21.00
Libri da Scoprire
Caro poeta, caro amico
di Andrea Del Monte
un album, un libro, un milione di emozioni dedicate
al grande Pier Paolo Pasolini
ingresso libero
Terracina
Parco della Rimembranza
dalle ore 20.30
Ecosuoni 2015
Presentazione del libro
Le trasformazioni del paesaggio costiero e lo sviluppo del turismo balneare, da Civitavecchia a Minturno
di Marcello Trabucco a cura dell’autore
Musiche dei popoli con il
Duo Benigni – Rocca -
Ensemble Etnosonica
A seguire degustazione enogastronomica
info:
0773727496
3393885338
vai al dettaglio
Sabato 1 Agosto
Latina
Az. Agr. Ganci
via Isonzo km. 5,300
B.go Grappa
ore 21.00
Serata Jazz Pop Fusion
concerto della band
NoPi
concerto +
apericena euro 23,00
concerto +
passito e dolce euro 10,00
solo concerto euro 5,00
info e prenotazioni:
0773208219
Pontinia
P.zza Indipendenza
dalle ore 21.00
Sonic Factory IV
concorso per artisti con più di 20 artisti provenienti da tutta Italia si sfideranno sul palco. Due giorni di grande musica live ricca di ospiti e sorprese
ingresso libero
San Felice Circeo
Lungomare
Europa
ore 22.00
Circeo Summer Beat
electronic music event
ingresso libero
Sonnino
Centro Storico,
dalle ore 17.30
Sagra della “Zazzicchia”
percorso enogastronomico nel Centro Storico
vai al dettaglio
Sermoneta
Castello
Caetani
ore 21.00
Festival Pontino di Musica 2015
 CAMERATA DU LÉMAN
ROBERTO PROSSEDA pianoforte
vai al
programma
dettagliato
Domenica 2 Agosto
Priverno
Infermeria
Abbazia di
Fossanova
ore 19.30
Festival Pontino di Musica 2015
CAMERATA DU LÉMAN
FABRIZIO VON ARX   violino
ROBERTO PROSSEDA  pianoforte
vai al
programma
dettagliato
Sermoneta
Abbazia di Valvisciolo
ore 19.00
Concerto del
Coro Polifonico dell’Associazione Polifonica Pontina
di B.go Sabotino(LT)
ingresso libero
Sonnino
Centro Storico,
dalle ore 17.30
Sagra della “Zazzicchia”
percorso enogastronomico nel Centro Storico
vai al dettaglio
Lunedì 3 Agosto
Sermoneta
Castello
Caetani
ore 21.00
Festival Pontino di Musica 2015
GIOVANI ARTISTI DAL MONDO
concerto a cura di Roberto Prosseda
vai al
programma
dettagliato
Ventotene
Auditorium
Polivalente
ore 21.30
Caroso Festival
concerto di
Stefano Raponi
vai al dettaglio
Martedì 4 Agosto
Lanuvio
Teatro
Don Bosco
ore 21.00
Caroso Festival
concerto di
Sandro Lazzeri Duo
e
Michele di Filippo
vai al dettaglio
Terracina
P.zza
S. Domitilla
ore 21.30
Tracce
concerto della band
La Batteria
ingresso libero
Mercoledì 5 Agosto
Bassiano
Centro
storico
Norbensis festival 
il folklore per la pace dei popoli
FINO AL
9 AGOSTO
ingresso libero
val al sito
Itri
Castello medioevale,
ore 21.30
Rassegna cinematografica-Krisis-The Human Condition
proiezione del film:
“The Assassination”
di Niels Mueller.
Ingresso libero
Ponza
Sala Comunale
via Roma
ore 21.30
Caroso Festival
concerto del
Duo Firenze
vai al dettaglio

 

Comments Nessun commento »

href=”http://paologiannetti.blog.tiscali.it/files/2015/07/PIC_0025_OK.jpg”>

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi 26 Luglio 2015, alle ore 20.00 – INGRESSO GRATUITO

Dopo il successo delle prime quattro edizioni, torna anche quest’anno La Festa Medioevale del Comune di Itri. L’evento denominato “Festa Medievale” organizzato dall’Associazione Comitato Sant’Angelo Itri, con il patrocinio del Comune di Itri, la ProLoco e le diverse Associazioni Culturali del territorio, prevede la rievocazione, in costumi d’epoca, della realtà medioevale.
Nella suggestiva location del centro storico alto di Itri, saranno presenti cortei in costume, giochi medioevali per grandi e bambini, esibizioni di musici che saranno in giro per la festa ad allietare i visitatori tra uno spettacolo e l’altro. Un viaggio nel tempo, tra cavalieri e dame, giullari, saltimbanchi, mangia fuoco, sbandieratori, falconieri e fachiri, danzatrici del ventre, mercati dell’artigianato, itinerari gastronomici e medioevali rappresenteranno i diversi momenti scenografici che tufferanno i numerosi turisti nelle pagine storiche che trovano la loro ambientazione in una location naturale difficilmente riproponibile altrove per terminare nella cornice irripetibile del castello medioevale.
Un appuntamento irrinunciabile per i curiosi e gli appassionati di atmosfere antiche. Il borgo di Itri spalancherà, ai turisti, le sue porte a partire dalle ore 19:00 alle 24:00 di Domenica 26 Luglio 2015.
Insomma un clima e un’emozione di altri tempi.

Un’itinerante caccia alla strega vi guiderà per i vicoli del centro storico………spettacoli ore 21, ore 22, ore 23.
Regia di Diego Sasso e Claudio Musetti ;
Cordinatori di Produzione Robert Erim Rivera Daniele Nardone;
Video e Foto a cura di Luca Corretti

- Isola dedicata ai bambini con animazione e giochi medievali a cura di “Le Stelle di Filo” Filomena Stammegna;
Area dedicata per foto con i personaggi del medioevo…… a cura di Michele Di Vozzo

- Danze Rinascimentali (Largo Staurenghi) a cura di “GDS di Valeriano Vaudo”;

- Sulle note di Paul Dintler, danze Orientali e Danza di Iside (Piazzetta San Michele) a cura della sensuale “Federica Federica Madonna”

Tutti coloro che volessero partecipare attivamente o che volessero sponsorizzare l’evento possono contattare l’Associazione Comitato Sant’Angelo tramite la Pagina Facebook o all’indirizzo ass.comitatosantangelo@gmail.com.

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Per informazioni sul corso…

Contattare uno dei seguenti numeri telefonici:

320.035.0411 – 320.085.4780 – 347.592.6654 – 339.495.9655

Oppure il seguente Indirizzo E-mail: avo.terracina@libero.it

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROGRAMMA

22 Luglio
Piazza Porta Nova h 22.30
Antonello Salis, fisarmonica

23 Luglio
Piazza S. Domitilla h 22.30
Sara Jane & Paolo Ceccarelli duo
Sara Jane Ceccarelli, voce
Paolo Ceccarelli, chitarra

24 Luglio
Piazza Porta Nova h 22.30
Roots Magic
Alberto Popolla, clarinetti
Errico De Fabritiis, sassofoni
Gianfranco Tedeschi, contrabbasso
Fabrizio Spera, batteria

25 Luglio
Piazza S. Domitilla h 22.30
Daniele Captain Sepe & Groove Crew
Daniele Sepe, sassofoni
Tommy De Paola, tastiere
Umberto Lepore, basso
Marco Castaldo, batteria

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROGRAMMA

Sabato 1 agosto
ore 22:30 Saggio di danza delle Maestre Gazzelloni

Domenica 2 agosto
ore 22:30 Galoni

Lunedì 3 agosto
ore 20:30 incontro con Dir. Giovanni Bastianelli: “Presentazione piano triennale del turismo regione Lazio”
ore 22:30 Chicken Production

Martedì 4 agosto
ore 22:30 Muiravale Freetown

Mercoledì 5 agosto
ore 20:30 incontro con Ass. Fabio Refrigeri: “Parchi percorsi naturalistici e itinerari storico religiosi”
ore 22:30 Etnosonica

Giovedì 6 agosto
ore 20:30 “Terracina città delle donne: l’impegno, la passione e la dedizione delle donne”
ore 22:30 Settimio Savioli Band

Venerdì 7 agosto
ore 20:30 incontro con Ass. Rita Visini: “I diritti della persona e il piano di zona”
ore 22:30 Five For Movie

Sabato 8 agosto
ore 20:30 incontro con Ass. Michele Civita: “Sostenibilità, innovazione e mobilità”
ore 22:30 Rete Co’Mar

Domenica 9 agosto
ore 20:30 “Terracina: prospettive di governo. Il PD incontra i cittadini per condividere le prospettive di governo della città in vista della prossima tornata elettorale”
ore 22:30 Area 765

Comments Nessun commento »








Comments Nessun commento »

Creative Europe: strumenti europei per industrie culturali e creative

Terracina, 23 Luglio 2015 Palazzo Vescovile, Piazza del Municipio 10:30/13:30

Il 23 Luglio 2015 il Creative Europe Desk Italia-MiBACT sarà a Terracina per il workshop “Creative Europe: strumenti europei per industrie culturali e creative”, organizzato dal Consorzio Turistico Terracina d’Amare.

Introdurranno i lavori la Dott.ssa Erminia Ocello, Commissario Prefettizio del Comune di Terracina e Andrea D’Onofrio, Presidente Consorzio Turistico Terracina d’Amare, Silvia Costa, Presidente della Commissione Europea per la Cultura e l’Istruzione.

Seguiranno Leila Nista, Coordinating Body del Creative Europe Desk Italia – MiBACT, Marzia Santone, Project Officer del Creative Europe Desk Italia Ufficio Cultura, Enrico Bufalini, Project Manager Creative Europe Desk Italia – Uffici Media, Giuseppe Massaro, Project Officer del Creative Europe Desk Italia – Ufficio Media Roma, che presenteranno le opportunità di finanziamento di Europa Creativa per il settore culturale e creativo: il Sotto-programma Cultura e il Sottoprogramma – Media.

Europa Creativa è un programma quadro di 1,46 miliardi di euro dedicato al settore culturale e creativo per il 2014-2020, composto da due Sotto-programmi (Sotto-programma Cultura e Sotto-programma Media) e da una sezione transettoriale (fondo di garanzia per il settore culturale e creativo + data support + piloting).

Europa Creativa finanzia: progetti di cooperazione transnazionale tra organizzazioni culturali e creative all’interno e al di fuori dell’UE; network che aiutano i settori culturali e creativi a operare a livello transnazionale e a rafforzare la loro competitività; traduzione e promozione di opere letterarie attraverso i mercati dell’UE; piattaforme di operatori culturali che promuovono gli artisti emergenti e che stimolano una programmazione essenzialmente europea di opere culturali e artistiche; sviluppo di opere di finzione, di animazione, di documenti creativi e di videogiochi per il cinema, i mercati televisivi e ad altre piattaforme all’interno e al di fuori dell’Europa; distribuzione e promozione di opere europee; festival cinematografici che promuovono film europei; fondi per la co-produzione internazionale di film; crescita di un pubblico per promuovere la film literacy e suscitare interesse verso i film europei attraverso un’ampia varietà di eventi.

Il Creative Europe Desk Italia rappresenta il Desk ufficiale sul Programma Europa Creativa. Coordinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in cooperazione con Istituto Luce Cinecittà, fa parte del network dei Creative Europe Desks, nominati e cofinanziati dalla Commissione Europea. La rete dei Creative Europe Desks è stata creata dalla Commissione Europea per fornire assistenza tecnica gratuita ai potenziali beneficiari di Europa Creativa e per promuovere il Programma in ogni paese partecipante. In Italia il Creative Europe Desk nasce dall’esperienza pluriennale dell’ex Cultural Contact Point Italy e degli ex Uffici Media Desk Italia e Antenna Media ed è formato dall’Ufficio CULTURA, responsabile del Sottoprogramma Cultura, e dagli Uffici Media di Roma e Torino e Bari (gestiti da Istituto Luce Cinecittà s.r.l.) responsabili del Sottoprogramma Media.

CLICCA QUI PER IL PROGRAMMA COMPLETO

Il workshop è gratuito ed è rivolto a tutti gli operatori del settore culturale e audiovisivo.

Iscrizioni

Per maggiori info:

info@terracinadamare.it

a.donofrio@terracinadamare.it

tel: +39.0773.727496

mobile : +39.339.2786079

Link utili:

Sito italiano di Europa Creativa

Pagina facebook Creative Europe Desk Italia – Ufficio Cultura

Pagina facebook Creative Europe Desk Italia – Ufficio Media

Sito web My Terracina

Comments Nessun commento »

AMBULATORIO MEDICO TURISTICO

Si comunica che anche per l’estate 2015 è stato istituito il Servizio di Ambulatorio Medico Turistico, dal 01 luglio al 31 agosto 2015,  presso i locali del Palazzetto dello Sport  – Viale Europa  n. 204.

 Il Servizio avrà  le seguenti modalità di accesso al pubblico:  

LUN – MER – VEN: DALLE ORE  09,00 ALLE ORE 13,00 

MAR – GIO:  DALLE ORE 17,00 ALLE ORE 20,00

SAB – DOM E FESTIVI:   DALLE ORE  09,00 ALLE ORE 13,00   E   DALLE ORE 17,00 ALLE ORE 20,00

Comments Nessun commento »

Oggi 22 Luglio 2015 alle ore 21.30 presso Arena Molo Terracina
NELL’AMBITO DELLA MANIFESTAZIONE “SOLIDARIETA’ IN FESTA” LA COMPAGNIA TEATRALE “LA TURRETTA” METTERA’ IN SCENA DUE DIVERTENTI ATTI UNICI IN DIALETTO TERRACINESE, SCRITTI E DIRETTI DA PIETRO LOCATELLI. INGRESSO GRATUITO.

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Associazione culturale e di promozione turistica “Le Terre di Ulisse” presentano: – “a spasso per il tempio di Giove” questo pomeriggio ore 19.00, appuntamento nel piazzale antistante il Tempio questa escursione è dedicata alla visita dell’interessante area archeologica del Tempio di Giove, posta sulla sommità del Monte Sant’Angelo a 227 mt sul livello del mare. La veduta qui è straordinaria spaziando dal promontorio di Sperlonga a quello del Circeo, le isole pontine sullo sfondo. Il nostro percorso si snoderà tra le rovine presenti, quali il piccolo Tempio o tempietto utilizzato, anche in epoca medioevale, come chiesa rupestre da alcuni monaci eremiti devoti a San Michele Arcangelo, il podium del grande Tempio, il suggestivo cripto portico nelle cui fondamenta è presente la grotta oracolare; le cisterne, i resti del campo trincerato, la possente cinta muraria voluta dal console Silla e le torri. – “a spasso per il centro storico alto di Terracina” domani sera, giovedi 23, ore 21.00, appuntamento in Piazza Municipio. E’ obbligatoria la prenotazione, per motivi organizzativi, entro le ore 17.00 dello stesso giorno questa escursione è dedicata ad una visita approfondita del centro storico alto tra vestigia del passato romano, medioevale e rinascimentale. Partendo proprio dal suggestivo Foro Emiliano, avremmo modo di vedere luoghi di notevole interesse storico, quali la Cattedrale di San Cesareo e l’imponente campanile, l’arco onorario, il basolato della via Appia, la torre frumentaria dei Rosa, il palazzo Venditti, i resti del teatro romano; passeggeremo tra vicoli, piazzette molto
caratteristici. Poi sarà la volta del Capitolium, la chiesa barocca del Purgatorio, la torre degli Azzi, il camminamento di ronda sulle antiche mura con alune esempi di case-torre, il corso Anita Garibaldi con le botteghe artigianali. I resti di una domus romana, piazza Cancelli, la residenza di Papa Pio VI presso il Palazzo Braschi. E’ previsto il versamento di un contributo di euro 12.00 per ogni evento, comprensivo del biglietto di ingresso nell’area archeologica e di una degustazione per il centro storico alto.
Riduzione per i ragazzi.

Per prenotazione e informazioni:
Carlo 348 0573204 www.leterrediulisse.it

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Fino al 26 Luglio
Sabaudia
Sala Espositiva
Museo
“E. Greco”
dalle ore 19.00 alle ore 23.00
Prima Mostra Pastello in Italia vai al dettaglio
Fino al 26 Agosto
Varie Località La Compagnia dei Monti Lepini
organizza
IL FESTIVAL DELLA COMPLESSITA’
vai al programma dettagliato
Fino al 2 Agosto
Ponza
Varie Località Ponza d’Autore 2015
rassegna culturale
vai al dettaglio
Fino al 30 Agosto
Gaeta
Chiesa della Sorresca
via Duomo
In…Chiostro
segni, suoni e parole che si…incontrano
ingresso libero
vai al programma dettagliato
Pontinia
Varie località Estate 2015 vai al dettaglio
Giovedì 23 Luglio
Latina
CuCù
Cucina&Cultura
P.zza A. Moro 37
ore 22.00
Concerto della band
The Graveltones
info:
3283530928
Terracina
P.zza S. Domitilla
ore 22.30
Terracina Jazz Fest
Sara Jane & Paolo Ceccarelli duo
Sara Jane Ceccarelli, voce
Paolo Ceccarelli, chitarra
info:
3398118648
Venerdì 24 Luglio
Latina
Giardini
Palazzo Comunale
P.zza del Popolo 1
ore 21.00
L’Ass.ne Cult.le Eleomai presenta
I Salotti Musicali - Summer Edition
Concerto del
DOCTOR 3 
DANILO REA pianoforte ENZO PIETROPAOLI contrabbasso FABRIZIO SFERRA batteria
info:
3384874115
vai al
programma
completo
Cori
Centro Storico
dalle ore 21.00
Palio di Sant’Oliva
cena propiziatoria nelle taverne
info:
0696617205
Pontinia
Museo Agro Pontino
P.zza J.F. Kennedy 1
ore 19.00
Presentazione del libro
Dinosauri
di Giorgio Specioso
ingresso libero
San Felice Circeo
Vigna La Corte
ore 19.00
Perlage al Circeo
degustazione di vivi
info:
3490750182
Sermoneta
Castello Caetani
ore 21.00
Festival Pontino di Musica 2015
GIOVANI ARTISTI DAL MONDO
Concerto a cura di Mariana Sirbu e Bruno Giuranna
vai al
programma dettagliato
Terracina
Lungomare G. Matteotti
dalle ore 21.30
Anxur Festival
esibizione delle band
One last project
MEG
Apes on Tapes
ingresso libero
P.zza Porta Nuova
ore 22.30
Terracina Jazz Fest
Roots Magic
Alberto Popolla, clarinetti
Errico De Fabritiis, sassofoni
Gianfranco Tedeschi, contrabbasso
Fabrizio Spera, batteria
info:
3398118648
Sabato 25 Luglio
Bassiano
Centro Storico Sagra del Prosciutto
8^ edizione
vai al dettaglio
Cori
P.zza Signina
ore 19.00
Palio di Sant’Oliva
Sfilata del corteo storico per le vie del paese da Piazza Signina a Stoza.
ore 21.00: Campo di gara di Stoza disputa del Palio di S. Oliva.
info:
0696617205
Norma
P.zza Plebiscito
ore 21.30
Notte Rosa vai al dettaglio
San Felice Circeo
Vigna La Corte
ore 19.00
Perlage al Circeo
degustazione di vivi
info:
3490750182
Sermoneta
Castello Caetani
ore 21.00
Festival Pontino di Musica 2015
DUO GAZZANA 
vai al
programma dettagliato
Terracina
Lungomare G. Matteotti
dalle ore 22.30
Anxur Festival
esibizione delle band
Polar Station
Anudo
Niagara
ingresso libero
P.zza S. Domitilla
ore 22.30
Terracina Jazz Fest
Daniele Captain Sepe & Groove Crew
Daniele Sepe, sassofoni
Tommy De Paola, tastiere
Umberto Lepore, basso
Marco Castaldo, batteria
info:
3398118648
Domenica 26 Luglio
Bassiano
Centro Storico Sagra del Prosciutto
8^ edizione
vai al dettaglio
Norma
Parco Archeologico
antica Norba
dalle ore 9.00
Rievocazione Storica
spettacoli sportivi visite guidate rievocazioni in costume
vai al
dettaglio
Priverno
Infermeria
Abbazia di Fossanova
ore 19.30
Festival Pontino di Musica 2015
MARIANA SIRBUviolino
BRUNO GIURANNAviola
CLARA DUTTO e LINDA DI CARLO  pianoforte
vai al
programma dettagliato
Roccagorga
P.zza G. Marconi
ore 17.30
La Vita Vale
Musica, cucina, libri, poesia. Una giornata di beneficenza in ricordo di Valentina Bevilacqua
partecipazione libera
Terracina
Arena Il Molo
ore 22.00
Concerto della Rino Gaetano tribute Band
Rino Gerard Band
ingresso libero
Lungomare G. Matteotti
dalle ore 22.30
Anxur Festival
esibizione delle band
Indian Wells
Populous
ingresso libero
Lunedì 27 Luglio
Latina
Logos Studio
ore 22.00
Concerto di

Joe D’Urso & The Backstreets

info:
vai al sito
Sabaudia
Corte Comunale
ore 21.00
Festival Pontino di Musica 2015
VITALY PISARENKOpianoforte
vai al
programma dettagliato
Mercoledì 29 Luglio
Aprilia
Al Quadrato,
ore 22.00
Concerto di

Joe D’Urso & The Backstreets

info:
vai al sito
Sermoneta
Castello
Caetani
ore 21.00
Festival Pontino di Musica 2015
Concerto JuniOrchestra
dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Simone Genuinidirettore
vai al
programma dettagliato
Giovedì 30 Luglio
Latina
Giardini
Palazzo comunale
P.zza del Popolo 1
ore 21.00
L’Ass.ne Cult.le Eleomai presenta
I Salotti Musicali - Summer Edition
Concerto della
Piccola Orchestra Lumière
info:
3384874115
vai al
programma
completo
Sabaudia
Centro Eventi
via Lungo Sisto
B.go Vodice
ore 19.30
FESTA DELLA BIRRA
Musica, gastronomia e …
tante birre bavaresi!
FINO AL 2 AGOSTO
vai al dettaglio
Terracina
Groovy
P.zza della Republica
ore 22.00
Concerto dei
Mama Oxum
reunion tour
info:
3287582803
Venerdì 31 Luglio
Latina
El Paso Summer
ore 22.00
Concerto di
Joe D’Urso with the Backstreets.
info:
vai al sito

 

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ancora una volta la poesia. Ancora una volta un poeta di oggi.

Michele Papa si presenta ai lettori nel suo ruolo: poeta irriverente del tempo:

“di nuovo scrivo il tempo/e descrivo il ventre”.

La poesia è per lui uno strumento musicale. Le ottantotto dita sono quelle di una mano che meccanicamente, ubbidiscono all’istinto e cominciano, frenetiche, ad agitarsi sugli ottantotto tasti di un pianoforte. Fa della sua penna ritmo, tempo e note di belle e sconvolte immagini, arrivando ai minacciosi intrecci. Ama giocare con le parole e con il suono della loro voce. Le piega alla sua volontà estetica e soprattutto morale. Ama i controsensi che nella sua poesia diventano nuovi e più forti sensi. Le immagini diventato quadri cubisti e seppur non si sa bene cosa e non si sa bene come, ne si conosce il dove, nel cemento e nell’asfalto di ogni cuore umano:

“mi dia qualcosa di forte/come un pugno nello stomaco”

L’abbiamo chiesto un po’ tutti in quel preciso momento della nostra vita. E se non l’abbiamo chiesto, l’abbiamo bevuto, d’un sorso e d’un colpo.

Papa eleva ed immortala la lotta tra cuore e stomaco eternizzandola in soli due occhi, quelli del lettore, che non si staccano ma contemplano: contemplano quell’illusione che si spalanca al mondo, ma che a tratti a va in frantumi.

La realtà intima del poeta è quella del ventre del lettore. Nel profondo, il lettore sa che quelle sono le immagini più belle, i ricordi più forti, la poesia più vera. Quella vissuta, desiderata, contemplata.

Ottantotto dita meccaniche è la raccolta di poesie di Michele Papa edita da Ensemble.

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’utente del TerracinaBlog “Teresa” ci ha segnalato questa bizzara situazione rilevata questo pomeriggio nelle vicinanze della scuola Don Milani. Se avete altre “curiosità” che riguardano la nostra città vi ricordo che potete inviarle presso questo indirizzo E-mail: TDR125@GMAIL.COM

 

 

Comments Nessun commento »

“L’albero è un segno di vita e raccoglie in sé il concetto di crescita”.
Partiamo da questa riflessione per chiedere al Comune di Terracina di applicare la legge n. 10, approvata lo scorso 14 gennaio del 2013, in merito allo sviluppo di spazi urbani verdi e contenente le disposizioni per la tutela e la salvaguardia degli alberi monumentali, dei filari e delle alberate di particolare pregio paesaggistico, naturalistico, monumentale, storico e culturale. Richiesta presentata e protocollata lo scorso 2 luglio. http://files.meetup.com/18618029/richiesta%20censimento001.pdf
La suddetta legge coinvolge Comuni, Regioni e Corpo forestale dello stato e, con il decreto del 23 ottobre 2014 del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, definisce in modo dettagliato le modalità, i tempi e i criteri operativi del censimento da effettuare.
Il Terracina Anno Zero Meetup Cinque Stelle chiede all’amministrazione commissariale l’attuazione della legge: l’istituzione dell’elenco degli alberi monumentali ed il loro censimento, predisponendo l’elenco da inoltrare alla Regione Lazio e rendendo noti gli alberi inseriti nell’elenco nazionale ricadenti nel territorio amministrativo di competenza, mediante affissione all’albo pretorio.
Tenendo conto che l’art. 7 di questa legge introduce la definizione normativa di albero monumentale, con criteri univoci in tutto il territorio nazionale:
a) l’albero ad alto fusto isolato o facente parte di formazioni boschive naturali o artificiali ovunque ubicate ovvero l’albero secolare tipico, che possono essere considerati come rari esempi di maestosità e longevità, per età o dimensioni, o di particolare pregio naturalistico, per rarità botanica e peculiarità della specie, ovvero che recano un preciso riferimento ad eventi o memorie rilevanti dal punto di vista storico, culturale, documentario o delle tradizioni locali;
b) i filari e le alberate di particolare pregio paesaggistico, monumentale, storico e culturale, ivi compresi quelli inseriti nei centri urbani;
c) gli alberi ad alto fusto inseriti in particolari complessi architettonici di importanza storica e culturale, quali ad esempio ville, monasteri, chiese, orti botanici e residenze storiche private.
Il comune, dunque, dovrà provvedere ad effettuare il censimento degli alberi monumentali del territorio entro il prossimo 31 luglio 2015 e la Regione Lazio redigerà gli elenchi sulla base di quanto pervenuto dai comuni entro il 31 dicembre dello stesso anno.
Il censimento potrà essere realizzato, non solo tramite ricognizione territoriale con rilevazione diretta e schedatura del patrimonio vegetale, ma anche grazie a segnalazioni provenienti da cittadini, associazioni, istituti scolastici, enti territoriali, strutture periferiche del Corpo forestale dello Stato – Direzioni regionali e Soprintendenze competenti del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.
L’importanza di questo censimento è legato anche al deterrente che può rappresentare per la speculazione edilizia in quanto, per garantire la massima tutela agli esemplari monumentali, la legge stabilisce anche che chi ne provoca il danneggiamento o addirittura l’abbattimento andrà incontro a sanzioni amministrative di varie migliaia di euro.
Finalmente una tutela civile e legale per quelle forme di vita che sono in grado di farci abbandonare il grigiore e l’inquinamento delle città, mettendoci in contatto con una realtà naturale che ci rigenera e ci permette di guardare oltre. Chissa’… se fosse stata già attuata nei mesi scorsi, forse oggi non avremmo dovuto assistere ai risultati del costosissimo rifacimento del piazzale Lido. La mancata manutenzione del verde esistente e le stravaganti idee di un ingegnere comunale, corredate del beneplacido del politicotto di turno, non avrebbero potuto produrre la “triste” colata di cemento che ci è stata servita. Trenta, quaranta anni della storia di un albero, e dell’ambiente circostante, cancellati con un colpo di motosega. In cambio la promessa, nei migliori dei casi, di sostituirlo con altre giovani piante che ci metteranno parecchi anni a diventare belle e utili come solo un “vecchio” albero sa fare!

Nota del WeBMaSTeR del TerracinaBlog: Questo Post è stato gentilmente offerto  e ripreso dal sito web del : 

TERRACINA ANNO ZERO
Meetup Cinque stelle

E-mail : terracinastellata@gmail.com
Meetup : 5stelleterracina.eu
Sito Web: terracina5stelle.altervista.org
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/groups/TerracinaAnnoZero.M5S/

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROGRAMMA DEGLI EVENTI

 

SABATO 1 AGOSTO

ore 17.30 Apertura stand dei produttori locali in via C. Battisti – eccellenze olearie, formaggi, vini ed artigianato
ore 19.00 Centro storico: apertura percorso enogastronomico da Piazza Garibaldi a Porta Riore – attraversando vicoli e piazzette dall’atmosfera millenaria, un percorso di circa un km alla ricerca di prelibatezze locali a base di salsiccia cucinate dai migliori chef della zona, tra musica, arte ed antichi mestieri
ore 21.30 “Pirati Lunari Music Festival” VI edizione: ospiti della serata i “R3zophonic” – tappa del R3zo On Tour con cui questa band, che pare la nazionale italiana del rock, mette insieme i migliori musicisti del momento e li fa interagire a rotazione con i nomi più illustre della scena nostrana; il loro scopo è benefico, costruire pozzi d’acqua in Africa
ore 02.00 Chiusura delle manifestazioni

DOMENICA 2 AGOSTO

ore 17.30 Apertura stand dei produttori locali in via C. Battisti – eccellenze olearie, formaggi, vini ed artigianato
ore 18.00 Ospite d’eccellenza: Giorgio Barchiesi, in arte “Giorgione” – cooking show del celebre cuoco e veterinario attualmente protagonista della nuova serie tv in onda su Gambero Rosso Channel dal titolo, appunto, “Giorgione – Orto e Cucina”
ore 19.00 Centro storico: apertura percorso enogastronomico da Piazza Garibaldi a Porta Riore – attraversando vicoli e piazzette dall’atmosfera millenaria, un percorso di circa un km alla ricerca di prelibatezze locali a base di salsiccia cucinate dai migliori chef della zona, tra musica, arte ed antichi mestieri
ore 21.30 Musica di qualità: Giuliano Gabriele e gli Ensamble – performance di musica popolare di questo organettista che ha già una carriera di altissimo livello, coronata dalla vincita nel 2014 dell’ Umbria Mei Folk Festival e da collaborazioni eccellenti, come quella con il maestro Sparagna e alla Notte della Taranta salentina
ore 02.00 Chiusura delle manifestazioni
A partire dalle 17 fino al termine delle manifestazioni, sarà disponibile un servizio navetta che collegherà le diverse aree parcheggio al centro del paese.

Mappa del percorso enogastronomico:

Comments Nessun commento »

Video importato

YouTube Video

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Video importato

YouTube Video

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Continua la rassegna “Fotografie d’autore” nel parco della Rimembranza di Terracina.
Oggi Lunedì 13 luglio alle ore 21.30 Ettore Maragoni presenterà il suo progetto Italiani di Chipilo portandoci in una comunità di italiani insediatasi in terre lontane.

Chipilo è una comunità di discendenti di coloni veneti (la maggior parte di Segusino, nell’alta trevisana) emigrati in Messico verso la fine del XIX secolo.

A Chipilo sono arrivati 500 coloni italiani nel 1882. Per 20 anni sono rimasti tutelati, almeno ufficialmente, dal governo messicano che voleva risolvere “il problema indigeno” colonizzando con contadini bianchi, europei.

Ancor oggi si continua a parlare il veneto portato dagli avi (una varietà linguistica nota come chipileño), come anche alcune tradizioni (al rigoletoal bon di bond’an,al curarecele pierine, ecc). La popolazione cipilegna è attualmente costituita da circa 4.000 individui, e la maggioranza sono discendenti degli Italiani emigrati a fine Ottocento.

Gli abitanti di Chipilo si sono dedicati per molti anni all’allevamento di bestiame e ai lavori rurali, ma in questi ultimi tempi hanno cominciato anche a fare lavori di falegnameria, industria che recentemente è entrata in crisi.

Chipilo è un caso unico nell’emigrazione messicana poiché mantiene ancora oggi una numerosa comunità (circa i 2/3 del totale cittadino di 4.000 abitanti) che parla il veneto in famiglia.

Gli Italiani di Chipilo in passato si sono caratterizzati per un notevole attaccamento al Regno d’Italia, al punto di arrivare a chiamare “Monte Grappa” la collina sovrastante la cittadina.

La scelta di questo nome deriva dalla battaglia del 25 gennaio 1917 in cui un centinaio di abitanti di Chipilo tenne testa a circa 4.000 rivoluzionari di Emiliano Zapata, trincerandosi nella collina che per l’occasione venne battezzata “Monte Grappa”. Il Presidente del Messico Carranza nominò “generale” Giacopo Berra, il capo degli Italiani di Chipilo, che per questo successo venne successivamente celebrato anche dalla stampa del Regno d’Italia e dal Fascismo.

L’economia di Chipilo risente dell’influenza della cultura italiana si producono prodotti lattiero-caseari, ma vi è anche una fiorente industria del mobile. Gli abitanti sono rinomati per la loro grande maestria nei mobili, con influenze stilistiche venete.

 

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ancora una volta lo staff del TerracinaBlog.com vi offre una importante testimonianza storica sulla nostra città. Dopo aver già pubblicato, tempo fa, rarissime foto della Terracina dello stato Pontificio oggi vi proponiamo un brevissimo filmato che probabilmente è il primo in assoluto che illustra uno scorcio della nostra città a COLORI così come appariva nel Settembre del 1937. La peculiarità di questo filmato è, appunto, che è stato girato a Colori. I filmati a colori nel 1937 erano cosa rarissima; pensate che nel 1947 solo il 12% dei film americani erano a colori e solo nel 1954 questa quota era salita oltre il 50%. Il sistema del Technicolor utilizzato in questa pellicola 16mm era un processo molto costoso: Il costo delle riprese risultava triplicato rispetto a quelle in bianco e nero, e anche i costi di stampa erano elevati. Nel 1932, quando la fotografia a colori in generale era stata quasi abbandonata dalle più importanti case di produzione, venne sviluppato un sistema Technicolor progredito per registrare tutti i tre colori primari. Il primo film con il sistema a tre colori (chiamato anche sistema a tre strisce) fu Flowers and Trees, film d’animazione di Walt Disney (1932); il primo cortometraggio fu La Cucaracha (1934) e il primo lungometraggio fu Becky Sharp (1935) quindi capirete l’eccezionalità del piccolo video che state per vedere. Ma da chi è stato girato e cosa si vede? E’ stato girato, probabilmente, da facoltosi turisti stranieri che arrivati in auto in piazza della Repubblica (al tempo Piazza Vittorio Emanuele) probabilmente non hanno resistito alla tentazione di riprendere il nostro maestoso tempio di Giove (o Venere, secondo alcuni). Nel breve filmato si nota la loro lussuosa auto parcheggiata vicino a dei cavalli proprio all’ingresso di via del Porto ove adesso si trova il nuovo pub oltre a palazzi andati distrutti durante l’ultima guerra. Si notano dei Terracinesi curiosi, la totale assenza di traffico automobilistico e molti terracinesi in bicicletta e, infine, un uomo e una bambina in primo piano. Buona Visione! Video importato

YouTube Video

Comments Nessun commento »

Sapori e storia s’intrecciano a Maenza, il paese pontino al confine con la provincia di Roma e con la Ciociaria.

Domenica 19 luglio l’antico paese medievale sarà al centro dell’attenzione degli appassionati del tartufo e di tutti i turisti che vorranno unire un viaggio tra le storiche mura e il gusto dei piatti tipici della cucina locale con tanto sapore di tartufo.

«L’obiettivo è quello di far conoscere il tartufo e valorizzarlo in maniera interessante anche grazie alla dimostrazione di tutti i passaggi che ci sono dal bosco alla tavola, sottolineando anche l’aspetto del cane da tartufo – chiarisce Angelo Marchetti, presidente dell’Associazione Tartufo del Lazio e organizzatore dell’evento – in contemporanea con la sagra-mercato del tartufo estivo di Maenza abbiamo anche organizzato il convegno dal titolo Tuber Aestium 2015, presso il castello baronale che per l’occasione verrà aperto al pubblico: interverranno figure di spicco come Giovanni Maselli, Gabriele Mauro De Laurentis, Leonardo Baciarelli Falini e il sindaco di Maenza Claudio Sperduti».

L’evento ha il patrocinio della Regione Lazio, della Provincia di Latina, del Comune di Maenza, della Camera di Commercio di Latina, della Compagnia dei Lepini e della Proloco di Maenza.

«Ci saranno molti stand enogastronomici disseminati all’interno del centro storico, sarà un momento di grande festa anche per il paese che si presta molto bene a questo tipo di appuntamenti – aggiunge Angelo Marchetti – riguardo il convegno vogliamo porre l’attenzione sulle tecniche innovative ma anche sulle problematiche che riguardano le aree tartufigene morte, molte delle quali si stanno estendendo e questo è un problema che riguarda tutta la regione».

L’appuntamento di domenica 19 luglio a Maenza inizierà presto, alle 7,30 della mattina si apriranno le iscrizioni alla gara di cerca su ring che inizierà alle 8,30 nella pineta antistante il castello baronale, poi alle 10 è prevista l’apertura del Castello Baronale di Maenza con la visita guidata e a seguire (alle 12) la premiazione della gara.

Nel pomeriggio ci sarà spazio per l’esposizione di rapaci (alle 15), alle 17 inizierà il convegno e in contemporanea ci sarà l’animazione per i bambini e l’esibizione dei gruppi folk di Maenza e Morolo.

Gli stand enogastronomici la faranno da padrone nel corso del pomeriggio mentre in serata spazio alla musica con il gruppo Duo Atmosphere.

Per l’occasione è stato creato l’hashtag

#TartufoMaenza

comunicazionemaenza@gmail.com

L’Associazione Tartufo del Lazio è:

www.tartufodellazio.it

Comments Nessun commento »

La rete in fibra ottica di nuova generazione Next Generation Access Network (NGAN) è in posa anche a Terracina e dovrebbe essere completata per il mese di Settembre 2015.

Il risultato? Le prestazioni della nostra connessione fissa dovrebbero migliorare sensibilmente: una velocità maggiore nel download e nell’upload di dati, la possibilità di collegarsi con diversi dispositivi in contemporanea senza incidere sulla qualità della connessione.

La soluzione tecnica che permette di portare nelle case degli italiani servizi di ultrabroadband si chiama FTTCab (Fiber To The Cabinet, cioè un cavo di fibra ottica che si collega a un armadietto, e di lì alla centrale da cui parte il segnale).

Per i clienti costituisce una soluzione molto semplice da utilizzare perché si basa appunto sul Modem Fibra, cui vengono collegati i telefoni di casa e tutti i dispositivi per navigare su Internet come PC, tablet, smartphone e Smart TV, consentendo anche chiamate voce VoIP (Voice over IP, ovvero trasmessa attraverso la rete).

Nell’ambito delle recenti sperimentazioni nel campo, è stato possibile raggiungere velocità dell’ordine dei 50 Mbits/s in downstream e di oltre 10 Mbits/s in upstream attraverso accessi FTTCab.

A livelli standard, la fibra ottica offre una velocità di trasmissione di 30 Mbits/s in download e 3 Mbits/s in upload garantiti.  Inoltre, la FTTCab consente l’utilizzo in contemporanea di numerose attività online da parte di più utenti tipo: giocare in modalità multiplayer con prestazioni elevate, guardare video in streaming in Full HD senza attese o interruzioni, condividere contenuti come foto, video e musica in maniera immediata, su tutti i device di casa.

Ma cos’è concretamente la FTTCab su cui la distribuzione della fibra ottica si basa?

È un’architettura di rete di nuova generazione, ovvero una vera e propria struttura che porta la fibra ottica fino al cosiddetto cabinet, cioè l’armadio stradale, che dista – in media – 500 metri dalle abitazioni.

A questo punto il resto, ovvero il collegamento dal cabinet ai clienti finali, è praticamente già cosa fatta, e può essere effettuato tramite il classico cavo in rame.

vantaggi di questa soluzione sono numerosi:

  • Maggiore velocità di realizzazione dell’infrastruttura;
  • Minori disagi per i cittadini;
  • Costi inferiori rispetto ad altre soluzioni tecnologiche.

Si tratta della soluzione tecnologica d’eccellenza a livello europeo, come dimostra il fatto che sia in fase di adozione da parte della maggioranza degli operatori di telecomunicazioni europei, in Germania, Francia, Gran Bretagna, Svizzera.

Milano, la tecnologia FTTCab è affiancata dalla tecnologia FTTH (Fiber To The Home), che permetterà di portare la fibra ottica presso abitazioni e uffici con collegamenti fino a 100 Mbits/s in download e di 10 Mbits/s in upload.

Entro il 2016, le città raggiunte, oltre a Terracina, saranno circa 600, con una copertura di circa 12,4 milioni di unità immobiliari.

Con questo progetto Telecom Italia si pone come motore del forte impulso al programma nazionale di sviluppo dell’infrastruttura aultrabroadband o ultrainternet.

 Per la posa dei cavi a fibra ottica vengono sfruttate le infrastrutture esistenti e, dove necessario fare scavi, si utilizzano tecniche e strumentazioni innovative a basso impatto ambientale che minimizzano i tempi di intervento, l’area occupata dal cantiere, l’effrazione del suolo, il materiale asportato, il deterioramento della pavimentazione e, conseguentemente, i ripristini stradali.

Come Scoprire se si è raggiunti dal servizio in fibra ottica?

Abbiamo detto che FTTC presuppone la copertura in fibra ottica del singolo armadio stradale, detto cabinet.
Il portale LIDO di Telecom Italia è, per quanto ne sappiamo, l’unico strumento online che permette d iverificare la copertura in fibra ottica di un’utenza a partire dal suo numero telefonico.

Per procedere con una verifica immediata, è sufficiente visitare questa pagina e digitare il proprio numero telefonico nell’apposito campo.

Sebbene Telecom Italia non abbia pubblicato documentazione in merito, è facile ipotizzare che il “profilo V1” indicato nel menù a tendina Tipo servizio associato stia a significare VDSL mentre “profilo V2“ VDSL2.
VDSL è acronimo di Very High-speed Digital Subscriber Line: la seconda versione consente di spingere la connessione, in downstream, fino a 100 Mbit/s ed oltre (sulla carta si potrebbe arrivare a 250 Mbit/s) mentre nella prima non si dovrebbero superare i 30 Mbit/s, almeno stando a quanto pianificato dalla stessa Telecom Italia.

Per capire se la propria utenza sarà raggiunta, entro i prossimi mesi, dal collegamento in fibra ottica, è possibile fare riferimento ai documenti Excel pubblicati in questa pagina e mantenuti costantemente aggiornati.
In particolare, bisognerà fare dapprima riferimento al file “Centrali pianificate per l’accesso FTTCab e FTTH ai servizi Bitstream NGA e VULA” cercando il proprio comune di residenza e la centrale telefonica sulla quale è attestata la propria numerazione.
Il nome della centrale è chiaramente riportato, in maiuscolo, nella colonna CLLI sede feeder:

Dopo aver appuntato il nome della centrale telefonica d’interesse, si potrà aprire il file denominato “Aree armadio pianificate per l’accesso FTTCab ai servizi Bitstream NGA e VULA“.

In tale documento, anch’esso continuamente aggiornato, è indicato l’elenco completo degli armadi stradali che saranno coperti in fibra nei prossimi mesi.
Con una semplice ricerca testuale (si può digitare l’identificativo della propria centrale), si può arrivare all’elenco degli armadi che saranno a breve coperti dalla fibra ottica:

Il numero del cabinet è infatti riportato nelle colonne successive.

Se si risiede o si lavora in una località molto popolosa è possibile provare ad utilizzare questo servizio per stabilire l’identificativo della centrale telefonica di appartenenza.
Dopo aver inserito l’indirizzo d’interesse (via, numero civico e località), lo strumento di KPNQWEST Italia) fornisce centrale di appartenenza e nome dell’armadio stradale (ma solo ed esclusivamente se il servizio in fibra risulta al momento disponibile).
Scegliendo l’opzione VDSL si effettuerà una ricerca limitatamente al servizio FTTC; selezionando inveceFibra si controllerà la disponibilità del servizio FTTH.
Cliccando su questa pagina ed inserendo, nell’apposito campo, una numerazione telefonica, si otterrà immediatamente la collocazione geografica della centrale di pertinenza  

Prestazioni della connessione in fibra ottica

Come accade per le connessioni ADSL, anche le connessioni in fibra non sono esenti da problemi derivanti, ad esempio, da disturbi ed attenuazione del segnale.
Il fatto che il segnale che arriva su rame (nel caso di FTTC) in ufficio od in casa sia generato nell’armadio stradale distante pochi metri riduce però, e di molto, i problemi.
Utenze che avevamo parametri ADSL mediocri (ci riferiamo in particolare ad attenuazione e rapporto segnale/rumore o SNR; potrebbero beneficiare largamente dall’attivazione di un collegamento in fibra ottica, anche in modalità FTTC. Nel calcolo di parametri “cruciali” quali attenuazione e SNR, infatti, non ci si riferirebbe più alla centrale (che potrebbe essere distante anche qualche chilometro) ma all’armadio in strada (che generalmente non è lontano più di 300 metri dall’utenza). L’attenuazione è di conseguenza comunque minore rispetto a quella che si avrebbe con un collegamento ADSL tradizionale perché minore è la distanza da coprire.
Sempre in forza dello stesso motivo, con FTTC si evidenzieranno meno problemi per ciò che riguarda cross-talk e captazione di rumore.

 

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

COMUNICATO STAMPA

Buonasera come le altre AVIS del Lazio abbiamo ricevuto la segnalazione per la mancanza di scorte Sacche di Sangue ed Emoderivati in Regione (Vedere Allegato).

Inoltre per la Provincia di Latina abbiamo questa altra richiesta di Sangue A Rh Positivo:

Contrariamente al resto della Regione, nella nostra Provincia si registra una grave carenza di sangue di gruppo A Rh Positivo.

Pertanto si invitano le segreterie a contattare in particolare i donatori con questo gruppo sanguigno.

Grazie per la collaborazione!

UOC-SIMT/Latina
Dott.ssa Cipriani

Vi prego di ricordare nei vostri Tg e Giornali, che il 11 e 12 Luglio dalle ore 7.30 alle 10.30, presso la Sede AVIS di Terracina sita nell’Ospedale Fiorini, è possibile donare.

Come sempre, basta presentarsi a “Digiuno”, non servono analisi preliminari (verrano svolte da AVIS e verrà data copia GRATUITA), la colazione sarà offerta subito dopo la donazione.

Per chi non è in zona e volesse donare in altre sedi:

Sedi AVIS Italia e Svizzera

http://www.avis.it/sedi/

Rimango a vostra disposizione per eventuali chiarimenti;

Grazie Fabio Garzaro

Avis Comunale Terracina
Cell.: 338-7537199
Tel.: 0773-700428 (Sede) 

Comments Nessun commento »

PUBBLICATO UN AVVISO PUBBLICO FINALIZZATO ALL’ATTIVAZIONE DI SERVIZI A SPORTELLO A SOSTEGNO DELLA NASCITA DI NEO-IMPRESE DA PARTE DI GIOVANI RESIDENTI NEL TERRITORIO PROVINCIALE

La Provincia, in collaborazione con l’Agenzia “Latina Formazione e Lavoro” promuove l’attivazione di servizi a sportello atti a fornire informazioni riguardo l’accesso a incentivi per la creazione di impresa. L’avviso pubblico è rivolto a giovani residenti nella provincia di Latina, con età compresa tra i 18 ed i 29 anni in possesso dei requisiti previsti dal Programma Garanzia Giovani, i quali potranno accedere ad un bonus di avvio di € 5.000,00 a fondo perduto. Il periodo di presentazione delle domande è molto breve, ossia dal 29/06/2015 al 20/07/2015, per cui invitiamo gli interessati a contattarci quanto prima.

Requisiti :

·Stato di disoccupazione;
·Non risultare iscritto a percorsi di studio, formazione o università.

info per i Terracinesi presso: Europe Center Terracina Parco Villa Chezzi ph +39.388.5656413

https://www.facebook.com/pages/Europe-Center-Terracina/412020568970459?ref=hl

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Venerdì 10 Luglio 2015 alle ore 20,30 presso Monumento Naturale di Camposoriano a Terracina.

ECOSUONI SULLA FRANCIGENA, musica, sapori, trekking, ambiente e territorio

Parte il primo appuntamento del Festival Ecosuoni sulla Francigena. Una serata dedicata al cibo ed al suo rapporto con l’ambiente, la musica, la cucina, l’uomo, i sapori.

Ore 20:30 “I vantaggi dei cibi che rispettano l’ambiente e l’uomo”
Seminario a cura di Roberto Muzi consigliere nazionale Slow Food Italia

Ore 21:30 Concerto: Freon Ensemble
Rossini gastronomo: Baccanale di musica e cucina

Freon Ensemble è composto da:
Giuseppe Pelura, flauto; Paolo Biagini, fagotto;
Stefano Cardi, chitarra; Caterina Bono, violino;
Indiana Raffaelli, contrabbasso

Ore 23:00 Degustazione enogastronomica

E’ previsto un contributo per la partecipazione all’evento.
Intero: € 7,00
Ridotto (13 – 17 anni) € 3,00
I biglietti possone essere acquistati presso Little Italy Tours e presso tutti gli Hotel di Terracina d’aMare consultabili a questo link:
http://www.terracinadamare.it/i-consorziati.html

Comments Nessun commento »

Festival Pontino di musica: venerdì 10 luglio, ore 21.30, Palazzo Caetani di Fondi, il pianista Emanuele Rimoldi eseguirà brani di Bach, Ciaikovskij, Liszt, Chopin, Scrijabin, Schumann.

J. S. Bach, Preludio e Fuga in si bemolle minore 1 Libro
P. I. ?ajkovskij, Tema e variazioni op.19.n.6
F. Liszt, Studio Trascendentale n.12 S. 139 Chasse-neige
F. Chopin, Studio op 25 n.10
A. Scrijabin, Fantasia in si minore op 28
R. Schumann, Humoreske op 20

Nato a Milano nel 1986 da madre rumena e padre italiano, suona il pianoforte da quando aveva 5 anni. Presso il Conservatorio di Musica “G.Verdi” di Milano si è diplomato prima nel 2006 con 110 e lode con menzione speciale e poi, nel 2008, ha ottenuto la Laurea di II° Livello ad indirizzo concertistico, sempre con 110 e lode con menzione speciale. I suoi maestri:Riccardo Risaliti e Vincenzo Balzani.
Contemporaneamente ai sui studi pianistici al Conservatorio di Milano ha studiato clavicembalo e ha seguito i corsi di composizione di Fabio Vacchi. Inoltre, ha studiato all’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola dal 2004 al 2007 con i maestri Leonid Margarius e Boris Petrushansky. Tra gli importanti masterclass frequentati da Rimoldi spiccano quelli di Vladimir Askenazy e William Grant Naboré. Un approfondimento della didattica pianistica presso la Musikhochschule di Monaco nel 2008 ha segnato l’inizio di un lungo periodo di studio al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca (dal 2009 ad oggi) sotto la guida della celebre pianista Elisso Virsaladze.
Durante i suoi studi partecipa al concorso internazionale Ettore Pozzoli di Seregno edizione 2011 e vince il terzo premio più altri due riconoscimenti, uno dei quali il Premio Rotary alla Professionalità come migliore recital della semifinale.
La sua attività concertistica, sia in Italia che nelle capitali mondiali, ha riscosso brillanti successi e calorosi apprezzamenti dal publico e dalla critica: a Mosca per una serie di concerti incluso un recital nella sala Malii del Conservatorio diviso con Elisso Virsaladze, all’“Auditorium Verdi” e per la Società dei Concerti di Milano, all’Opera di Roma dove ha eseguito una sua propria composizione, a Monaco di Baviera al Gasteig sempre con una sua composizione e, poi, una diretta radio per la ARD nell’ambito del Kammermusikfestival, nella Sala Glazunov a San Pietroburgo, a Londra nella Steinway Hall, le lezioni-concerto all’Università Statale di Milano per il dipartimento di filosofia inerenti al significato del sentimento in musica con relazioni filosofiche e, in fine, un invito a tenere un masterclass all’Università di Musica di Kastromà in seguito al successo di un suo concerto con la Filarmonica della stessa città.
Jack Buckley per Music Web International scrive da Latina il 23/10/2009: “La maggior parte dei giovani pianisti cerca di farsi notare……soprafaccendo il publico. Rimoldi ha un approccio molto più rischioso e originale: lui procede seducendo”.
Bill Newman per Music & Vision scrive da Londra il 30/6/2010: “Questa è stata un’esecuzione da ricordare”.
Boris Petrushansky dice “….Emanuel Rimoldi è un grande, originale talento nel mondo musicale”

Comments Nessun commento »

Una città o un ecosistema sono organismi viventi? Possiamo spiegare i nostri comportamenti con una formula matematica? Che significa che nel nostro pianeta tutto è collegato? Siamo in grado di prevedere come sarà nostro figlio tra pochi anni, così come gli astronomi prevedono dove sarà la cometa di Halley tra centinaia di anni?

Il Festival della complessità vuole contribuire a dare delle risposte a queste e ad altre domande. Così viene come proposto in queste righe, invita a fare delle passeggiate con la mente nella complessità in cui è immersa la nostra vita e a riflettere sulla differenza abissale che passa tra complesso e complicato.
Il Festival nasce cinque anni fa con l’idea di aprire una finestra dalla quale osservare la realtà con occhi sistemici. Propone di confrontarci in modo nuovo e fecondo con situazioni e problemi complessi, reticolari, sistemici che riguardano la nostra vita e che vanno dalla biologia alla politica, dalla medicina all’economia, dalla fisica alla scuola, dai rapporti umani al management. L’approccio sistemico più che una nuova scienza è un modo nuovo di guardare alla scienza e alla realtà. Richiede un cambiamento di mentalità. Ma ciò, nella storia dell’uomo, non è una novità…

Gli uomini del XVII secolo
Immaginate di essere un uomo del XVII secolo. Il sapere scientifico ha acquistato una profondità e una circolazione mai conosciute in occidente. Matematica, geometria, fisica, astronomia hanno fatto grandi progressi. Ciò nonostante, se vi avessero chiesto: “Come funziona l’universo?“ avreste risposto che la Terra è al centro dell’universo; che il Sole, la Luna e i pianeti ruotano intorno a noi; che sotto i vostri piedi nulla si muove e che la Terra è ferma; che gli oggetti cadono sempre sulla verticale del punto da cui li lasciamo cadere. Avreste trovato tutto ciò “naturale” e sarebbe stato difficile convincervi del contrario, così com’è stato difficile, solo pochi decenni fa, convincere “i maschi” dei paesi europei che non era “naturale” escludere le donne dal voto. Immaginate ora la difficoltà che trovò Galilei per convincere i suoi contemporanei di guardare il mondo con nuovi occhi e comprenderete quanto sia difficile per noi occidentali del XXI secolo comprendere il significato profondo della complessità del mondo, della società, delle organizzazioni in cui lavoriamo, della famiglia in cui viviamo. Così, prima di avventurarci a esplorare la complessità, dovremmo porci una domanda fondamentale: con quali occhi guardiamo il mondo, la realtà che ci circonda?

Sistemi complicati e complessi
Nel linguaggio comune l’idea di “sistema” rimanda a un’entità costituita da più elementi diversi e
distinti, tra loro complementari e integrati, che danno luogo a un tutto organico. Non tutti i sistemi, però, sono complessi. Una bicicletta, un orologio, una radio, un computer, un aeroplano, una navicella spaziale sono sistemi complicati, anche molto complicati, ma non complessi. Una radio o una navicella spaziale sono sistemi artificiali pensati per uno scopo e, conoscendone il progetto, possiamo replicarli in centinaia o migliaia di esemplari identici. Possiamo smontare una radio, analizzare le sue singole parti, individuare quella mal funzionante e ripararla. Una radio è certamente un sistema: è, infatti, formata da più elementi e svolge funzioni che nessuno di essi da solo può svolgere; è però un sistema statico, non cambia, non evolve, non si riproduce, non interagisce con l’ambiente. Possiamo accendere e spegnere una radio, un computer o un’automobile; funzionano se vi immettiamo energia. Come in ogni sistema meccanico più o meno complicato, in una radio non accade mai nulla di nuovo, tutto si ripete nello stesso ordine fino a che non interviene il logoramento. Non è così nei sistemi complessi: la differenza tra un sistema complicato e un sistema complesso è assimilabile a quella che intercorre tra una macchina e un organismo.

Reti di relazioni
L’idea fondamentale della visione complessa è quella della rete. La rete è la configurazione di base comune a tutti i sistemi viventi, siano essi organismi viventi, ecosistemi o sistemi sociali.
Mentre in una macchina i componenti sono in rapporto tra loro sulla base di un solo tipo di relazioni, fisse e definite una volta per sempre, i componenti di un sistema complesso sono collegati da una rete dinamica di molteplici ragnatele di relazioni di molti tipi che si trasformano continuamente. Una famiglia è un sistema in apparenza semplice, ma è esperienza comune che essa prende vita da molti tipi di relazioni: affettive, gerarchiche, normative, di sostegno reciproco, formali, culturali. Esse sono il collante che collega, e lega, i suoi componenti. Sappiamo quanto sia impegnativo mantenere vive le relazioni all’interno di un nucleo familiare, gestire il loro mutare continuo. Sappiamo che la famiglia perde di senso, viene meno, quando le relazioni tra i suoi componenti non si rinnovano e perdono di intensità, di continuità, di varietà, di frequenza, di significatività.
L’approccio sistemico ci suggerisce così che, per comprendere la vitalità di un sistema, dobbiamo guardare non tanto o non solo ai componenti di un sistema ma, pur senza tralasciarli, di guardare alla sua “configurazione”, ovvero alle relazioni che tra essi intercorrono, al loro trasformarsi e alla loro varietà, qualità, intensità, stabilità, continuità nel tempo.

La vita è diversità e integrazione
Gli esseri viventi sono organismi complessi, altamente integrati, composti da elementi a loro volta complessi. La cellula è l’unità elementare della vita e la vita di una cellula è generata da circa 7.000 diverse sostanze chimiche che, aggregandosi in molecole e composti stabili e via via sempre più articolati e integrati tra loro, danno luogo ai suoi componenti. Un trilione è pari a un miliardo di miliardi e l’organismo umano è formato, approssimativamente, da 10.000 trilioni di cellule differenziate in circa 200 tipi diversi. Esse costituiscono i tessuti di organi che, integrati tra loro, generano sistemi e apparati specializzati e complementari che interagiscono nel funzionamento del nostro organismo. Se cercate la vita di una cellula o di un qualsiasi vivente, non la trovate. La vita di un sistema biologico, ecologico o sociale è una proprietà che emerge dall‘integrazione di più componenti, che non appartiene a nessuno di essi, che nessuno di essi possiede. È una proprietà del “tutto”, sistemica, e un sistema vive fino a quando, e se, è in grado di mantenere nel tempo una dinamica d’integrazione tra i suoi componenti. È così per la cellula, per la famiglia, per le organizzazioni, per la società all’interno delle quali più soggetti, migliaia o milioni di soggetti, vivono integrati in sistemi composti da una molteplicità di sistemi generati da dinamiche di relazioni e di trasmissione e condivisione sociale di modelli culturali e di comportamento che vengono continuamente aggiornati.
L’approccio sistemico ci suggerisce così che la vita è dinamica e integrazione tra più componenti diversi e differenziati. All’interno di un sistema senza diversità non c’è complementarietà, cooperazione e integrazione. Differenziazione e varietà degli individui e delle specie, delle società e delle culture sono i motori della vita e dell’evoluzione, sono un elemento di crisi permanente dei sistemi complessi, di una crisi intesa come sollecitazione al cambiamento, come pericolo, ma anche come occasione.

Evolvere tra complementarietà e interdipendenza
Tra i componenti di un qualsiasi sistema vi è complementarietà e interdipendenza così che si influenzano uno con l’altro. Il comportamento e le azioni di uno, o di alcuni di essi, influenzano il comportamento e le azioni degli altri. In una famiglia l’umore, le decisioni, i comportamenti anche solo di un suo componente influenzano “l’atmosfera familiare”, ovvero il contesto, e di conseguenza l’umore, le decisioni, il comportamento di uno o più componenti e della famiglia stessa. Una famiglia si trasforma continuamente, evolve man mano che mutano l’età, i rapporti e i comportamenti dei suoi componenti. Evolve, però, anche perché sollecitata da quanto avviene nella società, ovvero nel contesto di cui è parte e dal quale riceve un flusso di input che la inducono ad assumere stati e comportamenti nuovi, così che essa coevolve con il suo contesto, e con essa i suoi componenti.
L’approccio sistemico suggerisce che ogni sistema complesso è generato della sua evoluzione storica, della sua interazione attuale con l’ambiente e dei suoi mutamenti interni. È immersa in una dinamica di “fusione” e di reciproco influenzamento con il suo contesto, dal quale è inseparabile e nel quale vive – però – come entità individuale ben definita.
Per comprenderlo non serve la sua carta d’identità, ma il suo curriculum. Non serve una sua istantanea, ma un film che permetta di cogliere le sue dinamiche interne e quelle che lo fanno coevolvere con il suo ambiente.

Tutte le cose sono causanti e causate
La mente è una società di “agenti privi di mente”. I neuroni, infatti, non ragionano, ma ogni nostro neurone è connesso ad altri 10.000 e la mente emerge dalle interazioni tra cento miliardi di neuroni tra loro collegati da una rete di un milione di miliardi di connessioni. Prende vita se la nostra corteccia cerebrale è connessa all’interno con le altre parti del nostro cervello e del nostro corpo e all’ esterno con la realtà attraverso i nostri sensi. La mente è altro dal nostro cervello. Possiede proprietà e funzioni che nessuna parte del cervello, sia pure molto complessa, possiede. Generata dal cervello, a sua volta lo modifica, ne riplasma incessantemente le reti che collegano i miliardi di neuroni che lo compongono e il cervello così modificato genera una mente sempre diversa. L’approccio sistemico ci suggerisce allora che tutto è ricorsivo, che ogni cosa è causa causante. Nel lontano XVII secolo, Pascal affermava: ”Essendo tutte le cose causanti e causate, aiutate e adiuvanti, mediate e immediate, e tutte essendo legate da un vincolo naturale e insensibile che unisce le più lontane e le più disparate, ritengo sia impossibile conoscere le parti senza conoscere il tutto, così come è impossibile conoscere il tutto senza conoscere particolarmente le parti”.

Dialogica
Siamo poco abituati a considerare gli opposti come complementari. Il giorno è opposto, e contrapposto, alla notte, il bene al male, la ragione alle emozioni, l’inferno al paradiso, l’uomo alla natura, la semplicità alla complessità, egoismo all’altruismo. Non è intuitivo pensare che possiamo comprendere ciascuno di essi solo in funzione del suo opposto, che gli è complementare. Abbiamo pochissime parole che esprimono una visione dialogica della realtà. La parola “metabolismo” è una parola dialogica. Il metabolismo, infatti, esprime un’unica attività composta dal catabolismo, che porta alla distruzione di componenti cellulari e dall’anabolismo, suo opposto, deputato alla loro formazione. È evidente che è inutile chiedersi quale di queste due attività sia più importante. Sono due attività tra loro opposte e complementari, inscindibili e incomprensibili una senza l’altra e sempre in equilibrio tra loro. Forse talvolta ci poniamo domande sbagliate come quando, ad esempio, ci chiediamo: devo educare mio figlio alle regole o alla libertà? È più importante essere razionali o usare la fantasia? Per essere un buon insegnante è più importante l’autorità o l’autorevolezza?
Le risposte sono scontate: a mio figlio servono regole e tensione alla libertà; i sentimenti sono essenziali per il pensiero razionale esattamente come questo lo è per far vivere i miei sentimenti; per un insegnate autorità e autorevolezza son parimenti indispensabili.
L’approccio sistemico ci suggerisce che la libertà consiste nella capacità di muoversi tra vincoli e occasioni, che una crisi è un pericolo e una possibilità, che una decisione è frutto della collaborazione tra mente affettiva e mente raziocinante, che un rapporto si fonda sulla capacità di fondersi con l’altro e di rimanere se stessi. Anche se appare difficile, nelle situazioni pratiche e concrete che affrontiamo tutti i giorni avere un atteggiamento dialogico porta a considerare il contesto, la situazione, il momento in cui ci troviamo e a trovare volta per volta, situazione per situazione, l’equilibrio tra l’approccio complesso o semplificatorio e tra i comportamenti da adottare.

Incertezza
Niente in un bruco ci fa immaginare che diventerà una farfalla. I sistemi complessi sono “realtà emergenti”. Vengono alla superficie dal profondo del mare della complessità come spinti dalla forza generatrice delle relazioni tra i loro componenti. Generati non da un processo lineare ma da una dinamica insondabile, la loro vita e la loro storia sono imprevedibili. Ne afferriamo il senso e il significato considerando sia il loro genotipo sia il loro fenotipo, che è espressione della loro interazione e interconnessione dinamica con altri viventi, dai più piccoli organismi unicellulari ai più grandi, quali sono le piante, gli animali, gli ecosistemi. Basta pensare all’origine della vita, al formarsi di una famiglia, a quanto ci ha sorpreso la nascita e lo sviluppo di Internet o all’impossibilità d’immaginare come e cosa sarà un neonato da adulto. Così è difficile, se non impossibile, immaginare il futuro delle comunità e delle società alle quali abbiamo dato vita. Le nostre decisioni e le nostre azioni sono di corto raggio, interagiscono immediatamente con una miriade di decisioni e di azioni di altri e sappiamo che molte risposte alle nostre domande sono altrove. Viviamo in un’epoca in cui sappiamo che l’unica certezza è che non abbiamo certezze.
L’approccio sistemico ci suggerisce di aprirci alla sorpresa, al nuovo. Di guardare a noi stessi, alla realtà e alla vita che viviamo accettando l’incertezza del divenire e sapendo che non c’è una mano invisibile che regola l’universo, né un progetto di cui siamo parte; che la strada non è tracciata e che il sentiero si fa camminando con i piedi ben saldi nel presente e guardando al futuro, del quale siamo responsabili come individui e come società.

Complessità e futuro
Albert Einstein pensava che ”abbiamo bisogno di un nuovo modo di pensare per risolvere i problemi causati dal vecchio modo di pensare”. Oggi il nostro futuro è affidato a una rivoluzione cognitiva, pubblica e dei singoli, che emerge dalla consapevolezza di quanto siano collegati i comportamenti e i destini di stati, comunità e individui lontani nello spazio; di quanto ci riguardi direttamente la concentrazione e l’iniqua distribuzione della ricchezza, l’accaparramento violento delle risorse energetiche, l’emissione di gas serra, l’inquinamento, il riscaldamento globale, la deforestazione, lo sfruttamento insensato delle risorse del mare. Viviamo in un mondo che è sempre più un unico contesto condiviso dall’intera umanità. È difficile comprendere che le nostre vicende dipendono sempre meno solo da noi.
Così, come suggerisce l’approccio sistemico, per comprendere ciò che ci accade, per dargli un senso, è bene guardare non solo e non tanto a quanto accade intorno a noi, nel nostro paese, ma soprattutto a quanto avviene altrove, in altri continenti e in altri paesi, alla configurazione che sta assumendo il nostro pianeta, alle reti di relazioni che si vanno stabilendo tra continenti, regioni, stati con i quali condividiamo un destino di co-evoluzione e la responsabilità di uno sviluppo sostenibile.

Scrivere e vivere
Scrivere di complessità è difficile. Nello scrivere siamo costretti a formulare un pensiero per volta, a concatenare una frase all’altra, mentre la complessità di ogni essere vivente non è sequenziale, ma è movimento, relazioni, scambi, integrazione, intreccio, evoluzione, adattamento ai cambiamenti ambientali. Il vivere consiste in una continua dinamica tra noi e il contesto che abitiamo. Come persone ci influenziamo una con l’altra, cambiamo le relazioni che ci legano e con ciò cambiamo noi stessi, mentre siamo esposti a un contesto dal quale veniamo plasmati e che plasmiamo. È così per la cellula, per la famiglia, per la nostra mente e per noi come individui, e per le società alle quali diamo vita e che abitiamo.
Scrivendo è difficile rendere l’idea che tutto è collegato; che siamo animati da una dinamica che non ammette soste; che accade tutto insieme; che immaginare il futuro influenza il presente; che il tempo ha un andamento lineare ma anche circolare, con discontinuità e andate e ritorni dal passato al futuro; che ogni evento è il riflesso di altri lontani nello spazio e nel tempo.

Passeggiate della mente
Non è semplice crescere dei figli, guidare un’azienda, insegnare in una scuola, dirigere una squadra di calcio, prendersi cura di un paziente, prevedere lo sviluppo di una città. Siamo di fronte all’imprevedibile, le variabili in gioco sono troppe. Eppure molti pensano che i pazienti siano delle macchine biologiche, che gli alunni debbano soprattutto apprendere delle nozioni, che una squadra di calcio funzioni se applica degli schemi, che un’azienda debba funzionare come un orologio, che una città si sviluppi secondo una programmazione dettagliata, che i figli crescano bene se hanno un programma predeterminato per il loro futuro.
L’approccio sistemico non è una filosofia esoterica. Più che una nuova disciplina è un modo nuovo di guardare alla scienza, di comprendere la realtà e di agire. Possiamo cogliere la sua ricchezza soprattutto indagandone la fecondità.
È questo l’invito che questa V edizione del Festival della Complessità, diffuso e a Km zero, rivolge a quanti vorranno fare delle passeggiate con la mente partecipando agli eventi che, proposti da 25 partner promotori, si terranno in 24 città, di 12 regioni tra maggio e luglio 2014.
Sarà un Festival sistemico, generato da una pluralità di soggetti con orizzonti culturali e scientifici assai diversificati, ma tutti attenti alla crescente complessità dei tempi che viviamo e al futuro che ci aspetta.

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

APPUNTAMENTO VENERDì  10 LUGLIO 2015 ALLE ORE 20 A TERRACINA PRESSO IL POLO DEI TRASPORTI.

Ci sono angoli della musica che restano quieti e in disparte per molto, moltissimo tempo. Un po’ come fanno le periferie che, con i loro palazzi, le loro stazioni ferroviarie, la loro umanità, vivono lentamente, uguali a se stesse, fino a quando qualcuno non voglia scoprirne l’essenza.

Noi abbiamo provato a farlo con la stazione ferroviaria, col suo limbo di corse ferme e bar del dopolavoro, la lotta continua per andare oltre, da riscoprire attraverso la musica.

Al suo interno, TRACCE ospiterà una giovane band olandese, ALL SHALL BE WELL, formata da Joene, Vincent, Wouter, Bas (originari di Haarlem). La loro scelta strumentale, visionaria, cinematografica, ci è sembrata la musica migliore per raccontare il paesaggio di una stazione ferroviaria e ciò che vi si è raccolto intorno, che rappresenta forse meglio di ogni altra cosa la storia della città: i collegamenti possibili, l’urbanità incompleta, la sperimentazione ma anche il rischio di oblio. Una cosa da guardare al tramonto, quando ancora c’è luce sulle periferie.

ALL SHALL BE WELL è una formazione giovanissima che, con gli strumenti del rock, supera il rock. Il solco è quello tracciato da Mogwai, Tortoise, ma anche Godspeed You Black Emperor! e Explosion In The Sky. Prevale lo strumentale.

Per questa promettente band, Terracina è l’occasione per suonare in Italia. La prima volta.
Qui un po’ di info: www.allshallbewell.com
Qui un po’ di musica: https://allshallbewell.bandcamp.com/
Il disco su youtube: http://tinyurl.com/olrczuq

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Assessorato al Turismo del Comune di Norma
presenta
MAD Odissea Contemporanea 2015 Arte Natura Storia Archeologia
Chrysallidem Festival 2015 Musica Teatro Poesia Letteratura Cinema e Video
Norma (LT) vernissage venerdì 10 luglio ore 19,00
Museo Civico Archeologico
Biblioteca Comunale
(fino al 30 agosto 2015)
…dalle Mura Ciclopiche di Norba
…bisogna essere giganti per fare Arte?
La grande Rassegna estiva con cui MAD diffonde l’Arte contemporanea nei luoghi che accolgono mito e archeologia giunge alla terza edizione. Dalle Mura Ciclopiche di San Felice Circeo delle stagioni precedenti si passa alle Mura Ciclopiche di Norma e all’Abbazia di Valvisciolo, sopra cui s’ipotizza sorgessero i primi insediamenti dell’Età del ferro: cambia dunque il luogo ma resta l’imponenza delle strutture architettoniche dell’antichità, quando l’Arte era caratterizzata per le dimensioni gigantesche come le mitologiche creature che abitavano le Grotte in cui fece tappa Ulisse. Costruzioni come cinte murarie e roccaforti, dall’indubbio valore artistico, rispondevano ad esigenze belliche; la grandezza delle statue simboleggiava la potenza delle divinità cui venivano offerti sacrifici. È chiaro quindi che l’Arte non è bellezza fine a se stessa o ornamento ma testimonianza della storia umana, dunque strettamente correlata ai diversi contesti storici, politici, sociali, economici.
Gli artisti sono uomini, non giganti, le loro produzioni non vanno scisse dalla vita quotidiana, il pubblico non è mai stato formato solo da élite.
Il Museo d’Arte Diffusa si struttura proprio nel restituire l’Arte alla collettività, ribadendone il carattere collettivo: questo il senso delle mostre in luoghi extra-ordinari.
L’utilizzo di siti archeologici e luoghi pubblici in Musei di contemporaneità, oltre a far dialogare passato e presente, sottolinea l’interrelazione tra l’Arte e il territorio in cui e per cui è nata.

Comments Nessun commento »

Giovedì 9 Luglio
Latina
Libreria
La Feltrinelli
via A. Diaz 10
ore 18.30
Tra cultura e psicologia
Incontro – Dibattito
con
Stela Taneva
Psicologa – Psicoterapeuta
Tema dell’incontro
“Sviluppare le proprie potenzialità”
info:
0773417025
3479570908
Giardini
Palazzo comunale
P.zza del Popolo
ore 21.00
L’Ass.ne Cult.le Eleomai presenta
I Salotti Musicali - Summer Edition
Concerto di
Antonella Ruggiero (voce)
Andrea Bacchetti (pianoforte)
info:
3384874115
vai al programma completo
Priverno
Old CornerPub
via Cairoli 3
ore 22.00
Concerto della rock band
After Dark
info:
3885891581
Terracina
Sirenella
Beach
ore 22.00
Hip Hop Night
con le band
Bestierare
Sang’ de’ Pesc’ Familia
ingresso libero
Venerdì 10 Luglio
Latina
Hotel Miramare
Lungomare Capoportiere 3
Latina Lido
ore 21.00
Inchieste d’Estate II ed.
rassegna dedicata al video giornalismo d’inchiesta
ingresso libero
vai al dettaglio
Fondi
Palazzo Baronale
ore 21.30
51° Festival Pontino di Musica
EMANUEL RIMOLDI  pianoforte 
Bach, Preludio e Fuga in si bemolle minore 1 Libro
?ajkovskij, Tema e variazioni op19.n.6
Liszt,  Studio Trascendentale n.12  S. 139  Chasse-neige
Chopin,  Studio op 25 n.10
Scrijabin,  Fantasia in si minore op 28
Schumann, Humoreske op 20
scarica il programma completo
Norma
P.zza Caio Cestio
ore 21.00
Chrisallidem Festival
Nato per lasciar perdere
estratto dallo spettacolo Smoke
di e con Vincenzo Costantino Cinaski
scarica il programma dettagliato
Terracina
Cantina
Potranuova
via Porta Nuova 11/12
ore 22.00
Concerto jazz del
Gipsy Connection Quintet
info:
3398879756
Sabato 11 Luglio
Latina
P.zza del popolo
ore 21.00
Fashion Night
moda e spettacolo
info:
3387815782
Hotel Miramare
Lungomare Capoportiere 3
Latina Lido
ore 21.00
Inchieste d’Estate II ed.
rassegna dedicata al video giornalismo d’inchiesta
ingresso libero
vai al dettaglio
Norma
Centro Storico
dalle ore 10.00
Chrisallidem Festival
Apertura degli stand
Ore 19.30 Tavola rotonda sul tema
Lavoro e Territorio
con gli scrittori Simone di Giulio, Eligio Coriddi e Fabio Pannozzo.
Ore 21.30:
Incontro/Intervista con il Premio Strega Antonio Pennacchi
scarica il programma dettagliato
Sabaudia
Borgo Vodice C.S.R.P. Vodice organizza
32° Incontro Gastronomico dell’Agro
Ore 19.30 apertura stand gastronomici
ore 21.30 serate danzanti
FINO AL 12 LUGLIO
info:
3389618305
3287464673
Sermoneta
Castello Caetani
ore 21.00
51° Festival Pontino di Musica
Melodies in Jazz Quintet: Cantabile
Piero Cardarelli contrabbasso, direzione, composizioni e arrangiamenti
Natalino Marchetti fisarmonica
Simone Alessandrini sax contralto-soprano 
Claudio Camilletti sax tenore
Mattia Sibilia batteria
scarica il programma completo
Domenica 12 Luglio
Latina
Sottoscala9
via Isonzo, 194
ore 22.00
Ciclo di proiezioni cinematografiche all’aperto
IO SONO LI
Film di Andrea Segre
vai al sito
Norma
Centro Storico
dalle ore 19.00
Chrisallidem Festival
tavola Rotonda sul tema
Cambiamento e Partecipazione
con gli scrittori Dario Petti e Lucia Guarano.
Ore 21.30: Concerto a tre strumenti
Strani stranieri
con i musicisti: Maria Letizia Gorga, Giovanni Monti e Carmine Pongelli
scarica il programma dettagliato
Priverno
Infermeria
Abbazia di Fossanova
ore 19.30
51° Festival Pontino di Musica
ELISSÒ VIRSALADZE  pianoforte
Mozart, Sonata b flat major KV 333
Beethoven, Sonata No. 23 “Appasionata”
Mozart,Sonata a minor KV 310
Chopin,  Sonata no. 3 b minor op. 58
scarica il programma completo
Terracina
Gente Distratta
P.zza Gigi Nofi 1
ore 22.00
Concerto della rock band
Rocky Road
info:
3281348947
Martedì 14 Luglio
Norma
Centro Storico Chrisallidem Festival
serata dedicata alla proiezione di Cortometraggi
scarica il programma dettagliato
Mercoledì 15 Luglio
Latina
Libreria
La Feltrinelli
via A. Diaz 10
ore 18.30
Presentazione del libro dal titolo
Anime di Vetro
Falene per il Commissario Ricciardi
di Maurizio De Giovanni
partecipazione
libera
Giovedì 16 Luglio
Pontinia
Anfiteatro “G. Verga”
ore 21.00
Pontinia Rock&Blues Festival
concerto di
Luke Winslow King
vai al programma dettagliato
Venerdì 17 Luglio
Latina
Giardini
Palazzo comunale
P.zza del Popolo
ore 21.00
L’Ass.ne Cult.le Eleomai presenta
I Salotti Musicali - Summer Edition
Concerto di
Maristella Patuzzi (violino)
Floraleda Sacchi (arpa)
info:
3384874115
vai al programma completo
Norma
Centro Storico
ore 21.30
Chrisallidem Festival
esibizione dell’artista Zibba
scarica il programma dettagliato
Pontinia
Anfiteatro “G. Verga”
ore 21.00
Pontinia Rock&Blues Festival
concerto di
Fabio Treves Blues Band
with special guests: Guitar Ray and Gab D
vai al programma dettagliato
Sabato 18 Luglio
Latina
B.go Faiti
dalle ore 19.45
L’Associazione “Foro Faiti”
organizza
la seconda rievocazione storico religiosa del passaggio di San Paolo apostolo a foro appio.
A seguire percorso gastronomico
info:
3394183300
Norma
Centro Storico
ore 21.30
Chrisallidem Festival
esibizione dell’artista GaLoni
scarica il programma dettagliato
Pontinia
Anfiteatro “G. Verga”
ore 21.00
Pontinia Rock&Blues Festival
concerto di
Sue Foley & Peter Karp
vai al programma dettagliato
Domenica 19 Luglio
Norma
Centro Storico
ore 18.30
Chrisallidem Festival
raduno delle Vespe lungo il corso del paese
Ore 21.00serata Jazz
scarica il programma dettagliato
Pontinia
Anfiteatro “G. Verga”
ore 21.00
Pontinia Rock&Blues Festival
concerto di
Sugaray Rayford with Luca Giordano Band feat. Sax Gordon
vai al programma dettagliato

 

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Serata con la grande orchestra di “ROBERTO POLISANO” il 19 luglio 2015 in occasione della festa “MADONNA DEL CARMELO” a Terracina nel piazzale Stella Polare, con gli stand enogastronomici del “CASOLARE IN TOUR”.

 

 

 

 

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Il Comune di Terracina ha istituito anche per la stagione estiva 2015 il servizio di Guardia Medica Turistica, quest’anno collocato presso i locali del Palazzetto dello Sport di viale Europa 204.
Il servizio, iniziato il 1° luglio terminerà il 31 agosto, ha le seguenti modalità di accesso al pubblico: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13; martedì e giovedì dalle ore 17 alle 20; sabato, domenica e festivi dalle 9 alle 13 e dalle 17 alle 20.
“E’ un impegno che si rinnova nel tempo – afferma il sub- commissario Antonietta Orlando – ed è una esigenza imprescindibile per una città turisticamente importante come Terracina, che nel periodo estivo quintuplica la sua popolazione residente.
Un servizio che oltre a garantire le esigenze di natura sanitaria dei turisti è finalizzato a decongestionare (quanto più possibile) il pronto soccorso dell’ospedale cittadino, notoriamente preso d’assalto d’estate da centinaia di cittadini e turisti in stato di bisogno”.

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

Comments Nessun commento »

  • Amazon

    Amazon
  • Circolo Scacchistico di Terracina

echo '';